Cerca di disfarsi dell’eroina, inseguito dai carabinieri finisce in manette

2 marzo 2012 0 Di redazionecassino1

I Carabinieri della Compagnia di Lanciano, nel corso di un’attività finalizzata alla repressione del traffico e del consumo di sostanze stupefacenti nel comune frentano, notavano un giovane – già noto alle forze di polizia – a bordo di un’autovettura che, alla vista degli operanti, aumentava inopinatamente la velocità, cominciando a confabulare con il passeggero a bordo. Gli operanti, dopo un breve inseguimento lungo le vie cittadine di Lanciano, fermavano il veicolo, notando Mascetta Bruno, 40ennne da Gessopalena, che faceva cadere a terra un involucro di carta stagnola e, contestualmente, cercava di dissimularlo con il piede. I militari riuscivano quindi a recuperare circa 2,5 grammi di eroina contenuti all’interno dell’involucro e gr. 0,5 circa, disperso sull’asfalto (la parte residua dissipata e non potuta recuperare può sommariamente quantificarsi in ulteriori gr. 3 del medesimo tipo di stupefacente). La successiva perquisizione personale consentiva altresì di rinvenire e sequestrare anche una bottiglietta di metadone. Il GIP del Tribunale di Lanciano, su richiesta del Sig. Procuratore della Repubblica Francesco Menditto al termina della convalida dell’arresto, disponeva il suo accompagnamento in carcere rilevando, dalle giustificazioni addotte dal prevenuto circa le modalità d’acquisto della sostanza, l’inefficacia di qualsiasi altra misura cautelare.