Convegno Lazio e Sabina, le attività della Soprintendenza nel Lazio Meridionale

28 marzo 2012 0 Di admin

Domani 29 Marzo 2012 nell’ambito del convegno Lazio e Sabina – attività della Soprintendenza per i Beni Archeologici – del Lazio, saranno presentate le attività di ricerca archeologica effettuate nei Comuni di Sant’Elia Fiumerapido e San Vittore del Lazio. Per Sant’Elia si presenterà il censimento delle emergenze archeologiche e lo studio critoco di quanto già pubblicato negli anni.

Al centro della discussione vi sarà il complesso montano della Costalunga con le mura megalitiche, le strutture antiche nell’area del Santuario Mariano di Casalucense e l’impianto produttivo romano della Serra dell’Obaco. Per il Comune di San Vittore del Lazio si presenterà il progetto di ricerca Summa Ocre che ha come indirizzo quello di decodificare i siti stanziali d’altura.


Mura megalitiche di San Vittore del Lazio. Foto archivio Sbal

Al centro della discussione la fortezza protostorica su Colle Santa Maria, il complesso Vallivo della Radicosa ed il loro rapporto con il complesso apicale della Marena Falascosa. Infine la comunicazione del rinvenimento di una spada di IV secolo a.C. con iscrizione nell’ambito del santuario San Vittorese di pendio di Fondo Decina.

I risultati dei tre progetti di ricerca sono stati effettuati con la supervisione scientifica del dott. Emanuele Nicosia della Soprintendenza Archeologica del Lazio e col supporto tecnico dei tecnici Marino Capaldi ed Enzo Evangelista. I lavori e le ricerche sono stati eseguiti a più titoli dagli archeologi Manuela Tondo e Dante Sacco, per i rilievi e le valutazioni territoriali il referente è stato Francesco Pittiglio. Tutti i progetti sono stati patrocinati dalle amministrazioni comunali di Sant’Elia Fiumerapido e San Vittore del Lazio.