Costa Concordia, avviate le operazioni di flangiatura sui contenitori delle acque reflue

8 marzo 2012 0 Di admin

Questa mattina i tecnici di Smit Salvage e Neri hanno avviato le operazioni di flangiatura sui contenitori delle acque reflue posizionati nella parte centrale della nave Costa Concordia. Le operazioni, propedeutiche al pompaggio delle stesse acque, sono state sospese nel primo pomeriggio per il peggioramento delle condizioni meteo marine su Isola del Giglio, dovuto ad un aumento della ventilazione e del conseguente moto ondoso. Tali condizioni hanno indotto il personale di Smit e Neri a riportare il pontone “Meloria”, posizionato nei giorni scorsi in corrispondenza della parte centrale dello scafo, in porto.

Sempre in mattinata i palombari della Marina Militare hanno continuato l’esplorazione dell’atrio ascensori nell’area di poppa, lavoro iniziato nella giornata di ieri. Le operazioni dei GOS sono state costantemente seguite dalle squadre SAF dei Vigili del fuoco.

Si sono svolte inoltre l’ordinaria attività di sopralluogo e assistenza in mare della Capitaneria di Porto, nonché le quotidiane immersioni dei sommozzatori della Polizia e dei Vigili del Fuoco per il monitoraggio dei marker che registrano i movimenti dello scafo. Non risultano, infine, anomalie da segnalare né nei movimenti della Costa Concordia monitorati dagli esperti del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze, né nei rilevamenti ambientali assicurati da Ispra e Arpat.

Nel primo pomeriggio di domani, il Commissario delegato, Prefetto Franco Gabrielli, sarà sull’Isola del Giglio per incontrare gli abitanti e fornire loro, come già successo più volte, una puntuale informazione sulle attività in corso e su quelle programmate.