Costa Concordia, continuano le ricerche dei due corpi ancora dispersi

29 marzo 2012 0 Di admin

I nuclei subacquei del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, dei Gos della Marina Militare e della Guardia Costiera hanno terminato, per ora, l’esplorazione delle parti ispezionabili della nave Costa Concordia finalizzata alla ricerca dei due corpi ancora dispersi.
La ricerca proseguirà sulla base delle eventuali informazioni utili, legate alla localizzazione dei corpi, che potranno pervenire in seguito al riconoscimento tramite l’esame del Dna – previsto nei prossimi giorni – delle cinque salme recuperate lunedì scorso.

Come anticipato ieri, il Ministro per gli affari regionali, il turismo e lo sport, Piero Gnudi, e il Commissario delegato, Franco Gabrielli, domani mattina arriveranno insieme sull’Isola del Giglio per incontrare i rappresentanti delle istituzioni locali e per fornire agli abitanti una puntuale informazione sulle attività in corso e su quelle programmate. Alle 11.30 è previsto un incontro presso l’Hotel Bahamas con gli organi di informazione presenti sull’Isola.

Nel corso della giornata odierna, come avviene quotidianamente, il personale della Capitaneria di Porto ha verificato il corretto posizionamento delle panne antinquinamento e di quelle assorbenti. È proseguita, inoltre, l’ordinaria attività di vigilanza e assistenza in mare, condotta dalle unità navali dalle forze dell’ordine nello specchio d’acqua circostante la Costa Concordia.
Non risultano anomalie da segnalare né nei movimenti della Costa Concordia monitorati dagli esperti del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze, né nei rilevamenti ambientali assicurati da Ispra e Arpat.