Droga nelle mutante i carabinieri di Venafro arrestano un teramano

8 marzo 2012 0 Di redazione

Non si arresta il traffico di stupefacenti tra il Tirreno e l’Adriatico, ne è la prova l’arresto eseguito nella serata di ieri dagli uomini del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Venafro che nel varco di accesso del Molise di Sesto Campano hanno bloccato un ventinovenne abruzzese in transito a bordo di un’autovettura unitamente ad un altro 36enne comprovinciale.
Nel corso di un approfondito controllo i militari hanno rinvenuto occultato nella parti intime del 29enne poco meno di una quarantina di dosi di eroina per ben oltre 35 grammi di stupefacente sottoposto a sequestro.
Per quest’ultimo è scattato così l’arresto per il reato di detenzione finalizzata allo spaccio di droga e trattenuto presso la Caserma della Compagnia di Venafro in attesa del rito di convalida ed il giudizio direttissimo presso il Tribunale del capoluogo Pentro.
Una denuncia in stato di libertà è stata inoltrata alla medesima A.G. a carico del 37enne controllato in compagnia dell’arrestato, avendo i militari acquisito fondato motivi di colpevolezza in merito alla correità nel traffico di droga sequestrata finalizzata allo spaccio sulla costa di residenza del Teramano.
Nella mattinata odierna presso il Tribunale di Isernia, dopo la convalida della misura cautelare, l’arrestato ha “patteggiato” la pena di mesi 8 (otto) di reclusione e 2000 (duemila) euro di multa con il beneficio della sospensione contestuale della pena detentiva e, di conseguenza la immediata remissione in libertà.