La fiaccola benedettina a Malta

4 marzo 2012 0 Di admin

Ha preso ufficialmente il via il cammino della Fiaccola Benedettina 2012. Nel pomeriggio di sabato 3 marzo il Corteo Storico “Terra Sancti Benedicti” ha salutato la città di La Valletta percorrendo le vie principali della città, in direzione dell’ambasciata del Sacro Ordine Militare di Malta, dove è avvenuto l’incontro con le autorità civili e religiose dell’isola e delle città benedettine, Cassino, Norcia, Subiaco e Roiate. Nell’atmosfera altamente suggestiva e solenne del palazzo carico di storia e di arte, il bastione sede dell’Ordine, l’inizio l’ha dato il Coro “S. Giovanni Battista Città di Cassino”, diretto dal M° Fulvio Venditti, eseguendo due brani musicali tanto cari allo spirito benedettino, come ha notato l’Abate Vittorelli, “Benedictus et Scolastica” di Perosi e “Lucida gemma”, in onore di S. Benedetto, e immettendo subito i presenti nello spirito dell’incontro, di pace, di unione e fraternità di S. Benedetto. È stato proiettato un video di presentazione del territorio ed un altro degli “Artisti della Regola” che si ispirano al motto “Ora et Labora” per la loro arte, e una presentazione dei territori benedettini è stata pronunciata in inglese da una dama del Corteo Storico. Presente l’ambasciatore italiano a Malta, S.E. Luigi Marras, che ha apprezzato ed elogiato l’iniziativa, osservando la complementarietà della serata con la celebrazione dell’indomani e ribadendo che l’idea di Europa, così antica e così attuale, reca con sé un’apertura al dialogo e all’incontro. Presenti l’On. Mario Abbruzzese, Presidente del Consiglio Regionale del Lazio, l’On. Anna Teresa Formisano e l’On. Carlo Emanuele Trappolino in rappresentanza del Parlamento Italiano, l’On. Luca Barberini, Consigliere della Regione Umbria, l’Assessore Donatella Porzi della provincia di Perugia. L’Abate di Montecassino Dom Pietro Vittorelli ha ricordato il nascere del Corteo Storico nel lontano 1994, con l’aiuto di Norcia, “avventura” fatta di studi appassionati di ricerca storica e di aggregazione di giovani e meno giovani; poi ha ricordato i legami che uniscono Malta e Cassino: tre monaci di Montecassino provenivano da Malta, e in particolare Don Mauro Inguanez, archivista di Montecassino negli anni della seconda guerra mondiale, nativo di Isla Senglea, città gemellata dal 2003 con Cassino. Storie che si intrecciano e che fanno augurare che la lampada di S. Benedetto possa splendere a Malta e anche qui l’unità d’Europa, fatta ma spesso minacciata, possa rinsaldarsi nel nome di Gesù Cristo. Altrettanto densi e significativi gli interventi delle altre autorità presenti, l’Arcivescovo di Spoleto-Norcia Renato Boccardo, che ha augurato che la Fiaccola Benedettina possa essere un seme che porti frutti di umanità, di accoglienza, di generosità, di bellezza dello stare insieme, di umanesimo cristiano. Così anche il Sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone, quello di Norcia Gian Paolo Stefanelli, di Subiaco Francesco Pelliccia e di Roiate Patrizio Battisti, sono stati concordi nel ribadire i valori che stanno alla base dell’incontro, che non è solo promozione dei territori, è piuttosto un messaggio culturale, da condividere con Malta, un ritrovare le radici culturali cristiane dell’Europa. Una vivace e graziosa danza delle popolane del Corteo Storico ha suscitato forti applausi nei presenti e dopo uno scambio di doni fra le autorità presenti, si è potuto degustare un buffet di prodotti tipici dei territori, accuratamente preparati e apprezzati.
La serata si è poi protratta a Isla Senglea, dove la delegazione cassinate si è portata perché invitata dal sindaco per l’inaugurazione di un circolo Nautico, il Club Senglea Regatte, dove, alla presenza dell’On. Lawrence Gonzi, Primo Ministro di Malta, l’Abate Vittorelli è stato chiamato a dare la benedizione al club e a tutti gli sportivi del mare che vi saranno attivi.