L’ennesima perdita d’acqua in via Volturno, evidenzia un sistema idrico comunale ormai al collasso

3 marzo 2012 0 Di redazionecassino1

Ancora un’altra copiosa perdita di acqua in via Volturno. Questa volta è il tratto di strada antistante il distributore di benzina della zona. Sembra che non abbiano mai fine i disagi per i residenti di quella parte della città alle spalle della stazione ferroviaria. Nei mesi e nelle settimane scorse le perdite avevano riguardato via Garigliano, nella zona accanto alla rotatoria e alla scuola media Di Biasio. Precedentemente sullo stesso tratto di strada, in prossimità dell’incrocio con via Verdi, un’altra cospicua perdita d’acqua aveva reso la strada per diverse settimane impraticabile. Solo recenntemente si era riuscito a ripare questi inconvenienti, peraltro senza aver ancora  provveduto al ripristino del manto di asfalto, che ora eccone una nuova in via Volturno. La situazione è ormai insostenibile e  reca non pochi disagi ai residenti e soprattutto agli automobilisti per le buche e i tratti di strada lasciati per mesi privi di asfalto rendono la strada polverosa e soprattutto pericolosa per auto, moto e biciclette che quotidianamente la percorrono. La situazione non nuova in città, rappresenta inequivocabilmente la fatiscenza di un impianto idrico comunale ormai al collasso, che potremmo dire ‘fa acqua da tutte le parti’ e che necessita di urgenti interventi non solo di manutenzione ordinaria, ma di un vero e proprio rifacimento radicale. Del resto le continue perdite di acqua incidno sui costi che la collettività da anni paga, ma rappresennta un notevole spreco di un bene prezioso per tutti i cittadini, non solo di Cassino. Sarà opportuno, quindi, che si cominci a pensare, casse comunali permettendo, ad un nuovo impianto idrico e fognario comunale. Sicuramente rappresenterà un vantaggio per la città, per i cittadini, ma soprattutto sarà una delle vere ed importanti sfide dell’amministrazione Petrarcone nei prossimi anni per far sì che il ‘vento cambi’ davvero nella nostra città e possa divenire più moderna e funzionale sotto tutti gli aspetti.

F. Pensabene