Mese: aprile 2012

30 aprile 2012 1

Eurogruppo, Juncker sbatte la porta: “Troppe pressioni da Germania e Francia”

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“Parigi e Berlino si comportano come se fossero i soli membri del gruppo” non lo ha detto l’ultimo degli euroscettici, ma Jean-Claude Juncker presidente dell’Eurogruppo che ha deciso di andar via sbattendo la porta. Ha quindi annunciato che alla fine del mandato previsto per giugno non si ricandiderà. Strada spianata, quindi, per il tedesco Wolfgang Schaeuble, ministro delle Finanze della Merkel. Ma il tedesco è inviso alla Grecia e al Portogallo. Una situazione complicata quelle europea che affonda in una crisi economica senza precedenti e che fa registrare anche questa profonda lesione al vertice del gruppo dei 17. A tutto questo poi, si aggiunge l’incognita Francia e su che piega prenderà il futuro prossimo governo, se presieduto dal “noto” Sarkozy o dal “nuovo” e meno scontato (almeno nei confronti dell’Europa) Francois Hollande.

30 aprile 2012 0

Uccide la moglie 82enne accusandola di averlo tradito

Di redazione

E’ morta ad 82 anni, uccisa dal marito 76enne che la accusava di averla tradita. Una storia che arriva da Cuneo e che riguarda l’anziana coppia composta da Pierina Baudino, la vittima e da Vittorio Ninotto l’uxoricida. I due vivevano insiema da oltre 25 anni e, all’ennesimo litigio, l’uomo le ha stretto le mani intorno al collo uccidendola per poi chiamare i carabinieri e confessare l’omicidio.

30 aprile 2012 0

Il giudice del Lavoro di Lanciano spalanca i cancelli della Sevel alle rappresentanze Fiom

Di redazione

Antisindacale, così il tribunale del lavoro di Lanciano, oggi, ha giudicato il comportamento della Sevel di Atessa negando le nomine delle rappresentanze sindacali aziendali della Fiom Cgil all’interno della fabbrica di furgoni. Lo stesso giudice Flavia Grilli ha quindi intimato all’azienda di consentire la nomina di tali rappresentanze al sindacato estromesso dai siti Fiat, per non aver sottoscritto i nuovi accordi sindacali. Il giudizio, quindi, sarà esposto all’interno dello stabilimento per 20 giorni mentre la Fiom si prepara a nominare i suoi 17 rappresentanti. Una sentenza che certamente avrà ripercussioni anche in altri stabilimenti dove la Fiom resta fuori ai cancelli.

30 aprile 2012 0

Fallisce l’assalto al portavalori carico degli incassi del centro Commerciale Megalò di Chieti

Di redazione

Quattro persone armate e con il volto coperto da passamontagna, questa mattina hanno assalito il furgone portavalori della Ivri che aveva appena ritirato l’incasso del centro commerciale Megalo a Chieti Scalo. Un raid paramilitare in piena regola che, però, non ha sortito gli effetti sperati dei malviventi che sono stati messi in fuga dalla reazione dell’equipaggio del furgone. Uno dei tre vigilanti, però è rimasto ferito da percosse ed è stato ricoverato in ospedale. Del caso se ne stanno occupando i carabinieri della compagnia di Chieti agli ordini del capitano Livio Lupieri.

30 aprile 2012 0

Le unità cinofile di cinque Regioni si ritrovano ad Ovindoli

Di redazione

Come da molti anni ormai il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico della Regione Abruzzo ospita nei giorni 28 e 29/4/2012 ad Ovindoli il “Polo formativo centro sud per le unità cinofile da ricerca in superficie”. Tecnici e cani provenienti da Lazio, Marche, Umbria, Puglia ed ovviamente Abruzzo lavorano intensamente nelle giornate di sabato e domenica per i mantenimenti annuali obbligatori di operatività. Questa due giorni di Ovindoli viene seguita da un Istruttore della Scuola Nazionale ricerca in superficie del Soccorso Alpino. La scelta di tornare sempre nello stesso luogo deriva non solo dal fatto che i Piani di Pezza presentano tutte le caratteristiche fondamentali per simulare reali ricerche, ma soprattutto dalla straordinaria disponibilità dei tecnici volontari abruzzesi che da molti anni ormai mettono a disposizione il loro tempo per fingere malori ed essere ritrovati dalle unità cinofile in formazione ed operative. Tali incontri sono fortemente voluti dal delegato regionale Antonio Crocetta e dal Presidente regionale del Soccorso Alpino abruzzo Dott. Gianfranco Gallese che hanno seguito con attenzione tutte le sessioni di addestramento. Nella giornata di domenica, grazie alla disponibilità del 118 dell’Aquila, verrà messo a disposizione un elicottero ( AB 412 ) con equipaggio e tecnico di elisoccorso del CNSAS per una simulazione di ricerca che permetterà alle unità cinofile ( tecnici e cani ) di essere elitrasportati e calati con verricello nelle aree di pertinenza. Quest’anno l’incontro abruzzese significa anche altro, e cioè ricordare FILIPPO FAZI tecnico del S.A.S.A. unità cinofila e coordinatore regionale cani da ricerca in valanga e superficie prematuramente scomparso l’anno scorso.

30 aprile 2012 0

Maltempo, temporali e venti forti su nord-ovest e Sardegna

Di admin

Una depressione centrata tra la Cornovaglia e il vicino atlantico porterà sull’Italia nord-occidentale e sulla Sardegna correnti umide e instabilità.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche che prevede dalla serata di oggi, lunedì 30 aprile, precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporale sul Piemonte e sulla Valle d’Aosta. I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità e saranno accompagnati da frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Dalle prime ore di domani, martedì 1maggio, si prevedono precipitazioni a carattere di rovescio o temporale sulla Sardegna, in particolar modo sui settori orientali. Tali fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità e saranno accompagnati da frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Il Dipartimento della Protezione civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

30 aprile 2012 0

Ultime ore per i turisti della droga nei Paesi Bassi, da domani i coffee-shops non potranno più vendere ai non residenti in Olanda

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo: Ultime ore per i turisti della droga, che fino ad oggi potevano facilmente approvvigionarsi di cannabis in Olanda. Da domani primo maggio, infatti, il turismo della droga sarà vietato in diverse province olandesi e lungo la frontiera con il Belgio. I coffee-shops, non potranno più vendere ai non residenti in Olanda

Lo annuncia oggi la radio nazionale belga Rtbf. Ad evidenziarlo è Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” che rilancia le forti preoccupazioni che questa decisione avrà sulla cultura illegale di cannabis in Belgio. Probabilmente saranno ora gli spacciatori ad attraversare la frontiera per fornire i loro clienti belgi e francesi. Si teme anche che aumenterà ulteriormente la produzione clandestina di cannabis, soprattutto nel sud del Belgio, nella zona di Liegi, dove solo negli ultimi tre anni sono stati arrestati 125 produttori.

30 aprile 2012 0

Aquino – Gervasio: Pd in difesa del lavoro

Di redazionecassino1

Mai come in questo momento il lavoro rappresenta uno dei nodi cruciali da  risolvere. La crisi economica ha evidenziato alcuni limiti della nostra organizzazione del lavoro sopratutto nella realtà della globalizzazione dove si creano effetti perversi come il dumping sociale. Difendere il lavoro ed i lavoratori rischia di non essere sufficiente, la dimostrazione sono le numerose aziende che delocalizzando spostando i loro impianti in paesi dove il costo del lavoro è più basso e dove i diritti  fondamentali per i lavoratori non vengono garantiti. La nostra provincia vive diverse criticità che ha visto la chiusura di molte  aziende ed altre andare avanti tra mille difficoltà. La sola politica di austerity del governo Monti fatta di tagli e aumento della tassazione rischia di non essere sufficiente per il rilancio del nostro paese,  governo, partiti e parti sociali dovranno travare insieme la strada che ci faccia uscire da questa fase recessiva e ci porti verso lo sviluppo e la  crescita. Nello stesso tempo tutti noi dibbiamo dare il nostro contributo per rinnovare  il nostro paese e le nostre istituzioni sempre più in crisi. I cittadini saranno il cardine del cambiamento, bisogna solo crederci, la  “casta” e la “cattiva politica” non possono esistere senza i nostri voti, questa è la democrazia.

Cambiare si può e si deve.

30 aprile 2012 0

De Angelis (Pd): “Primo Maggio, il lavoro deve essere una priorità della politica”

Di redazionecassino1

“E’ un giorno di festa per tutti i lavoratori ma è anche una giornata di riflessione sulle tematiche del mondo del lavoro”. Queste le prime parole dell’eurodeputato Francesco De Angelis nel commentare la ricorrenza del Primo Maggio. “E’ l’occasione – prosegue De Angelis – per discutere ed approfondire il tema del lavoro che oggi più che mai è una priorità assoluta, la politica deve porsi l’obiettivo di offrire prospettive occupazionali, soprattutto ai tanti giovani che hanno difficoltà enormi ad entrare nel mondo del lavoro o se ci riescono sono relegati ad una condizione di precariato non più tollerabile. Bisogna però fare in modo che le giovani generazioni non perdano la fiducia nel cambiamento, da perseguire pretendendo un ruolo attivo nella costruzione di politiche per il lavoro e le sue tutele in un Paese che deve ritornare a progettare il futuro”.

Emblematiche le scelte unitarie del sindacato: per la manifestazione nazionale, che si svolgerà a Rieti, Cgil, Cisl e Uil hanno scelto lo slogan “Lavoro e crescita per uscire dalla crisi”, mentre nel tradizionale ed atteso concerto di Piazza San Giovanni a Roma lo slogan quest’anno sarà “La musica del desiderio. La speranza, la passione, il futuro”.

L’eurodeputato Francesco De Angelis nella giornata di domani in mattinata prenderà parte allo storico corteo di Isola del Liri, a seguire parteciperà alle celebrazioni che si svolgeranno al quartiere Colle Cottorino a Frosinone e al quartiere Di Vittorio a Ceccano.

30 aprile 2012 0

Petrarcone: “L’attenzione verso le fasce più deboli è uno dei fulcri della nostra azione di governo”

Di redazionecassino1

“Ultimamente ho letto e sentito parlare, con grande frequenza, dei valori cui questa Amministrazione si ispirerebbe nel portare avanti la propria azione di governo. Tra molta demagogia e discorsi prettamente ideologici c’è un dato di fatto incontrovertibile ed inconfutabile: l’attenzione alle fasce più deboli della nostra società, agli ultimi degli ultimi. Un impegno che stiamo portando avanti nonostante il quadro economico e sociale degli ultimi due anni sia decisamente preoccupante. Peggioramento economico, precarietà, lacerazioni sociali, conflitti istituzionali sono gli elementi che segnano, per il nostro paese, i contorni di una crisi senza precedenti. Questa Amministrazione ha fin da subito, alla luce del nuovo quadro che si è delineato in ambito sociale, iniziato a lavorare per offrire servizi essenziali soprattutto per coloro che sono più vulnerabili. Mi riferisco ad esempio ai numerosissimi progetti che l’assessorato alle politiche sociali ha attivato, tra cui quello dei voucher lavorativi, o all’iniziativa ‘Regalati il tuo 5×1000’, attraverso la quale ogni cittadino ha la possibilità di destinare la somma corrispondente ai servizi sociali del Comune di Cassino. Una serie di proposte pensate e realizzate proprio tenendo in considerazione l’attuale situazione di difficoltà economico – finanziaria che ha fatto emergere nuovi bisogni sociali e nuove fragilità socio-economiche delle persone e delle famiglie. Quando si parla di famiglia, lo facciamo senza ipocrisia e consapevoli di quello che è il ruolo fondamentale delle stessa. Troppi, al contrario, hanno abusato di questo termine, rendendosi protagonisti di facili strumentalizzazioni con il chiaro intento di metterci in contrapposizione ad un’istituzione importante qual è la Chiesa. Il nostro lavoro, invece, ha obiettivi ben diversi e lo abbiamo dimostrato riservando un’attenzione particolare a tutte le esigenze che i vari nuclei familiari, indipendentemente dalla loro composizione, presentano. Un lavoro sicuramente non semplice, soprattutto a causa delle manovre finanziarie che si susseguono dal 2010 e che hanno di fatto portato alla cancellazione dei Fondi Nazionali, riducendo notevolmente le risorse economiche a disposizione dei Comuni. Di fronte a tale situazione non è semplice garantire interventi nei riguardi di chi non è autosufficiente, dei disabili, dei minori, degli anziani, ma come Amministrazione ce la stiamo mettendo tutta, attraverso scelte oculate, ponderate nei bisogni, interventi mirati, per alleviare il disagio delle fasce più deboli anche a discapito di altri settori di intervento, magari annullando gli investimenti, riducendo le manutenzioni, lasciando qualche ‘buca’ in più sulle strade. Questo non vuol dire tralasciare le altre criticità, ma semplicemente effettuare delle scelte, rispettando delle priorità, attraverso una programmazione che vada nel tempo a toccare i numerosi problemi che, inevitabilmente, si manifestano nella gestione di un Ente e per i quali quotidianamente lavoriamo nella ferma convinzione di riuscire a risolverli. Anche per questo puntiamo su una forte coesione sociale che sia in grado di farci guardare ad un futuro che auspichiamo migliore. Ecco perché, siamo convinti che questo momento storico richieda una particolare attenzione proprio verso coloro i quali, loro malgrado, stanno subendo in maniera più evidente le ripercussioni di questa crisi senza precedenti. Noi lavoriamo in tal senso perché crediamo che questi siano i principi su cui una società deve fondarsi e chissà che da questa crisi si esca tutti con la consapevolezza di quali siano i veri valori della vita.” A riferirlo in una nota il sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone.