Giorno: 23 aprile 2012

23 aprile 2012 0

Il 2 maggio Tarquinia inaugura un nuovo sistema di comunicazione: il sistema VIS

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Un’innovativa proposta made in Italy finalizzata a migliorare il rapporto tra il cittadino e le amministrazioni locali in anteprima nazionale Il 2 Maggio alle ore 17.00 l’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Tarquinia inaugurerà un nuovo sistema di comunicazione presso il Centro di Aggregazione Giovanile di Tarquinia in via delle Torri 60. Verrà presentato in anteprima il sistema VIS con cui la cittadinanza potrà contattare l’Amministrazione in videoconferenza, direttamente dal proprio computer e senza installare alcun software. Sarà presente, per l’occasione, il Sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola e l’Assessore alle Politiche Giovanili Giancarlo Capitani. Il sistema informatico sarà quindi reso operativo con InformaGiovani e CILO, due strutture comunali che si occupano di dare assistenza ai giovani, informandoli sui bandi, fornendo moduli ed indicando i luoghi dove si svolgeranno i bandi di concorso. Dopo il 2 Maggio, gli utenti potranno usare il proprio pc per ottenere informazioni, evitando di recarsi presso gli uffici comunali. Con il sistema VIS, infatti, coloro che sono interessati ad un bando, potranno chiedere assistenza in videoconferenza e le operatrici dell’InformaGiovani invieranno immagini, pdf dei bandi e mappe di Google, oltre che informare sul modo più conveniente per raggiungere i luoghi preposti. Questo servizio, per ora rivolto solo ai giovani, successivamente sarà esteso all’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP), alla Polizia Municipale, all’Anagrafe, al Protocollo e ad altri uffici del Comune di Tarquinia, incluso il settore turistico. Il sistema è provvisto di commercio elettronico, pertanto, in un futuro prossimo, il cittadino potrà persino pagare tasse ed imposte locali, nonché multe senza doversi muovere da casa. Si tratta di un notevole passo in avanti nel difficile campo del rapporto tra i cittadini e le amministrazioni locali finalmente in grado di abbattere tempi di attesa e costi. Nella stessa serata andranno in scena, con una breve rappresentazione teatrale, il gruppo del Laboratorio di Teatro del CAG diretto dalla regista Faustamaria Rigo.

23 aprile 2012 0

Frana in un dirupo con la ruspa, ferito un 60enne

Di redazione

Un uomo di circa 60 anni di Belmonte Castello è rimasto gravemente ferito, nel tardo pomeriggio di oggi, mentre, alla guida di una pala meccanica, stava lavorando alla sistemazione della strada provinciale per Belmonte Castello. Pare che il mezzo meccanico sia finito in una scarpata a causa di una frana che l’ha trascinata giù, insieme all’uomo, per alcuni metri capottando. Sul posto sono arrivati i vigili del dove resta sotto osservazione. er. am.

23 aprile 2012 0

Costa ha presentato ai gigliesi il piano per la rimozione del relitto della Concordia

Di redazione

Nella giornata di oggi, il Commissario delegato per l’Emergenza per il naufragio della Costa Concordia, Prefetto Franco Gabrielli, insieme al Presidente di Costa Crociere, Pierluigi Foschi, si è recato sull’Isola del Giglio per presentare agli abitanti il piano per la rimozione della nave, affidato al consorzio italo-americano formato dalle società Micoperi di Ravenna e Titan Salvage. L’affidamento è avvenuto in seguito alla selezione compiuta da un comitato tecnico di valutazione composto da esperti in rappresentanza di Costa Crociere, Carnival Corporation & plc, London Offshore Consultants e Standard P&I. Il Presidente di Costa Crociere ha riferito che il progetto selezionato è quello più solido, tra i sei arrivati entro il 3 marzo, in quanto meglio rispondente ai requisiti posti a base della gara: rimozione intera della nave nella massima sicurezza possibile, salvaguardia dell’ambiente, rispetto delle attività turistiche, economiche e sociali dell’Isola del Giglio. Il Commissario delegato ha informato, inoltre, i cittadini sul crono programma dei lavori – che devono ancora ottenere le autorizzazioni da parte delle autorità italiane competenti e che dovrebbero durare 12 mesi – ribadendo ancora una volta tutto l’impegno a ridurre il più possibile l’impatto ambientale dell’opera. Infatti, completata la rimozione, sarà compito delle società provvedere al ripristino dell’area marina. Il pontone Marzocco, dotato dei container idonei a ricevere il materiale recuperato, è partito di primo mattino alla volta di Talamone per depositare il contenuto e tornare, nel pomeriggio, al porto dell’Isola del Giglio. Intanto, i tecnici delle società Smit Salvage e Neri hanno continuato le attività di recupero dal fondale dei materiali e degli oggetti fuoriusciti dalla nave. È proseguita, inoltre, l’ordinaria attività di vigilanza e assistenza in mare, condotta dalle unità navali delle forze dell’ordine nello specchio d’acqua circostante la Costa Concordia. Il personale della Capitaneria di Porto ha verificato il corretto posizionamento delle panne antinquinamento e di quelle assorbenti mentre il personale subacqueo della Polizia di Stato ha monitorato i marker posizionati a prua dello scafo, utili a registrare i movimenti della nave. Non risultano anomalie da segnalare né nei movimenti della Costa Concordia monitorati dagli esperti del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze, né nei rilevamenti ambientali assicurati da Ispra e Arpat.

23 aprile 2012 0

Tariffe telefoniche, gli italiani hanno i costi più alti d’Europa

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo: Calano leggermente le tariffe della telefonia mobile in Europa, in media di qualche punto percentuale (-8%), mentre come accade per tante altre cose anche le tariffe telefoniche in Italia sono più alte che negli altri paesi d’Europa. Non va dimenticato inoltre che il potere della Agicom, l’organismo che vigila sulla concorrenza, è più limitato rispetto a organismi analoghi in altri Paesi. Insomma non dobbiamo illuderci, non avremo mai le stesse tariffe in vigore in Europa. Non è solo il costo ad incidere, ma anche il servizio. Ad esempio se vogliamo andare all’estero e continuare ad usare il nostro numero telefonico dobbiamo sottoscrivere una tariffa roaming e dobbiamo farlo con lo stesso operatore che utilizziamo in Italia. Questa limitazione sta per cadere grazie alla Commissione e la Presidenza dell’Unione Europea che hanno approvato un provvedimento che dal prossimo mese di luglio farà scattare una serie di risparmi per i consumatori di tutta Europa ed in particolare per gli italiani che partono da costi più alti.

Il processo innovativo che non è arrivato dal nostro Parlamento, troppo impegnato a tergiversare sulla nuova legge elettorale da proporre al paese, riguardano il roaming internazionale, i costi degli sms, del traffico dati e della normale telefonata. Un’aggiunta ulteriore è quella di poter stipulare un contratto ad hoc per il roaming internazionale quando andiamo all’estero. Il Parlamento Europeo ha emesso questo provvedimento per portare le tariffe internazionali vicino a quelle nazionali come costo per il consumatore.

Le nuove tariffe, in vigore dal 1 luglio 2012, porteranno la chiamata dall’estero per l’Italia al costo di 29 centesimi al minuto, mentre la telefonata ricevuta dall’Italia costerà solo 8 centesimi. Il ribasso del mese di luglio sarà solo il primo passo, infatti dopo un anno la cifra scenderà rispettivamente a 24 centesimi e 7 centesimi, fino a terminare la sua corsa a luglio 2014 quando si arriverà a 19 centesimi e 5 centesimi.

Gli sms, che per altro sono diventati obsoleti grazie ai servizi di messaggistica istantanea offerti dai software dei più diffusi smartphone, costeranno 9 centesimi a luglio 2012, 8 centesimi a luglio 2013 ed infine 6 centesimi a luglio 2014. Il traffico dati in questi tre anni scenderà dai 70 centesimi del 2012 fino ai 20 centesimi del 2014, il costo in questo caso è valutato in megabyte. Dal primo luglio 2014 i consumatori potranno stipulare contratti di roaming con operatori diversi da quelli utilizzati sul suolo nazionale.

Per Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, detto ciò, noi speriamo che comunque i prezzi scendano notevolmente nei prossimi anni anche perchè il futuro sta nella personalizzazione degli abbonamenti. E lo vediamo dalle offerte sempre più variegate che il mercato ci offre con i pacchetti personalizzati e tariffe forfettarie che piacciono al pubblico. Si considera ad esempio se uno telefona molto o è solito inviare parecchi sms o navigare a lungo. È l’ideale con i forfait da una parte l’operatore si garantisce delle entrate fisse, dall’altra il cliente può consumare molto senza spendere troppo.

23 aprile 2012 3

Presentati a San Vittore i risultati del “Progetto Summa ocre”

Di admin

Sono stati presentati venerdì 20 aprile a San Vittore del Lazio i risultati raggiunti dal “Progetto Summa ocre” – I siti d’altura di San Vittore del Lazio tra antichità e medioevo”. L’iniziativa facente parte della “Settimana della cultura”, indetta dal Ministero per i beni e le attività culturali, ha visto protagonista l’archeologo Dante Sacco che ha illustrato ai presenti le ricerche effettuate sul territorio di San Vittore.

Tra gli argomenti presentati, si è abbondantemente parlato degli ormai noti “cerchi concetrici” del monte Sambucaro. Secondo quanto spiegato da Sacco, la zona della “Ravagliara”, dove sussistono i cerchi, era frequentata per la coltivazione di un piccolo pisello scuro, per l’appunto la “Reveglia”, tipico delle culture agropastorali. Nella cartografia del 1942 non ci sono tracce dei cerchi, o almeno l’unica cosa attribuibile a questi potrebbe essere un piccolo terrazzamento, stessa cosa nella cartografia borbonica e nella carta tecnica regionale del 1990. Una foto aerea dell’istituto geografico militare del 1985 mostra il sito privo di cerchi. Nella carta tecnica del 1997 invece spuntano i cerchi, visibili anche da Google Earth nelle foto del 2003.

Lo stesso Sacco ha ammesso che il posto è suggestivo, gli archeologi hanno effettuato le ricerche sperando anche di trovare la tomba del “grande capo” delle tribù italiche che abitavano il complesso montano, come già successo nelle necropoli come quelle di Fossa (Aq) e Borgorose (Ri), ma purtroppo il sito della Ravagliara è qualcos’altro.

Mentre negli scavi effettuati al Santuario di Fondo Decina invece è stato trovato materiale votivo sicuramente di grande interesse. Tra questo, una spada lateniana in ferro, verosimilmente donata ad Ercole con la punta volutamente spezzata e la lama tagliuzzata per limitarne il valore offensivo chiaramente come atto di rispetto verso la divinità. Questa spada presenta un corredo decorativo con due stelle applicate di tipo macedone. Il disegno di una questa stella, che ha preso il nome della “Stella dei popoli italici” sull’idea di Dante Sacco sarà rappresentato nella rotatoria che al momento è in costruzione sulla via Casilina.

[nggallery id=421]

23 aprile 2012 0

Acquaro: “L’amministrazione invita i commercianti alla chiusura nella giornata del 1° maggio”

Di redazionecassino1

“Sicuramente sia il 25 aprile, giorno della ‘Liberazione’, che il primo maggio, festa dei lavoratori, sono due date importanti per il nostro Paese tanto è vero che vengono riconosciute come feste nazionali. Tuttavia in base alle recenti disposizioni normative introdotte dall’ art. 35 c.c, 6 e 7 del D.L.n°98, (convertito in Legge n°111/2011) e modificato dall’art.31 del D.L. n°201/2011 (c.d. Decreto SalvaItalia), in riferimento agli orari e alle aperture delle attività, viene stabilita la possibilità per i titolari degli esercizi commerciali e dei pubblici esercizi adibiti alla somministrazione di alimenti e bevande di determinare liberamente e non più in via sperimentale il proprio orario di apertura e chiusura, potendo scegliere, quindi, di rimanere aperti in occasione delle giornate domenicali e festive e delle mezze giornate infrasettimanali. Premesso ciò e viste le istanze giunte da numerosi cittadini di cui si sono fatti portavoce i consigliere di maggioranza Fonte, Iemma, Venturi e Ficaccio, in occasione della festa del Lavoro, considerato che sarebbe opportuno dare la possibilità ai lavoratori del settore commerciale di poter fruire di tale festività, l’Amministrazione Comunale invita i titolari delle attività anzidette alla chiusura almeno nella giornata del 1° maggio, lasciando libera la facoltà di apertura per la giornata di mercoledì 25 aprile.” È quanto si legge in una nota a firma del dirigente del settore commercio del Comune di Cassino, Comandante Giuseppe Acquaro.

23 aprile 2012 0

Meteo, temporali e venti forti al centro nord

Di redazione

Ancora maltempo sull’Italia, specie sulle regioni centro-settentrionali che, nella giornata di domani, saranno interessate da impulsi perturbati. Le precipitazioni risulteranno più frequenti sui settori alpini e prealpini centro-orientali e sull’Appennino settentrionale con temporali localmente intensi.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un nuovo avviso di avverse condizioni meteorologiche che prevede dalle prime ore di domani, martedì 24 aprile, precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporale dapprima sul Piemonte settentrionale, in estensione a Veneto, Friuli-Venezia Giulia ed Umbria. I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento, con rinforzi fino a burrasca su Emilia-Romagna, Marche ed Umbria. Si segnalano, inoltre, possibili mareggiate lungo le coste esposte della Toscana. Il Dipartimento della Protezione civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

23 aprile 2012 0

Promozione ‘B’: Real Sordella in vetta, ma poi… sarà scontro diretto con Cassino Doc

Di redazionecassino1

Prosegue in ‘Eccellenza’ la marcia solitaria di Rocca D’Evandro verso il titolo e non basta alla sua diretta inseguitrice, La Ferrara, il 4 a 1 inflitto al Canceglie Sora per avvicinarsi ancora alla capolista che non va oltre il pareggio casalingo, 1 a 1, nel derby con l’Atletic Mignano. Fa un passo avanti anche Pol. Insieme Ausonia che riesce a vincere, 1 a 2, sul terreno del Galluccio. Ma la 28esima giornata è stata caratterizzata dal considerevole numero di reti messe a segno, ben ventisette. Molte delle quali, oltre alla vittoria della capolista, messe a segno nei match fra Colfelice e Acquafondata, 3 a 1, dei padroni di casa. Ma soprattutto in quelli fra Soccer School e Shascia Boys, terminato con un perentorio 4 a 1 dei padroni di casa ed il 5 a 1 rifilato da Cerreto al Vairano Scalo. Nel girone ‘A’ di Promozione rimane in testa Tecnostore Roccasecca che con un punteggio tennistico, 6 a 0, al Castro mantiene il distacco di due lunghezze dalle due inseguitrici, Freedom Coreno che si aggiudica, 2 a 1, il confronto con Nuova Lenola e Arce che vince quello sul terreno di Colle S. Magno per 0 a 1. Pareggia, 3 a 3, l’altra formazione pontina Amatori Lenola sul terreno di Real Valle e torna alla vittoria, 2 a 0, Aquino contro il fanalino Rinascita Monticelli. È tuttavia il girone ‘B’ di promozione a riservare le sorprese e ad essere più agguerrito. Real Sordella con la vittoria, 3 a 1, su Rocca D’Evandro 2011 in questo turno di campionato torna in vetta solitaria, approfittando anche della mancata omologazione del risultato dell’ incontro tra Cassino Doc e Terelle, perso dalla formazione cassinate 3 a 0. In attesa degli sviluppi della vicenda, in pratica se la formazione di Losani presenterà ricorso, sarà, tuttavia, la prossima giornata quella che potrà ipotecare il titolo o, quantomeno ne influenzerà la conquista, con lo scontro diretto proprio fra Real Sordella (nella foto) e Cassino Doc. Proprio la formazione cassinate se riuscisse a conquistare i tre punti dall’incontro con Terelle potrebbe nello scontro diretto con la capolista tentare il ‘colpaccio’ e protarsi in vetta ipotecando seriamente il titolo nel girone.

F. Pensabene

23 aprile 2012 0

Terremoto tra la Sardegna e la Corsica, scossa di magnitudo 2.8

Di redazione

Un evento sismico è stato lievemente avvertito dalla popolazione della provincia di Olbia. L’epicentro è stato rilevato nel mare tra la Sardegna e la Corsica, a circa 70 km da Olbia. Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico è stato registrato alle ore 13.00 con magnitudo 2.8. Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose.