Architetto (finto) per due anni: scoperto, radiato e denunciato dall’albo professionale

13 aprile 2012 0 Di redazione

Architetto per un giorno, anzi, per due anni, ma illegalmente. Ci è riuscito un 55enne originario di Padova ma residente a Roma, sostenedo di aver superato l’esame di abilitazione e ottenendo così l’iscrizione all’albo proferssionale degli architetti.
I fatti risalgono all’aprile del 2009, quando l’uomo ha fatto domanda di iscrizione all’Albo dell’Ordine degli Architetti di Frosinone, presentando una dichiarazione sostitutiva delle certificazioni nella quale asseriva di essere in possesso di una laurea triennale, conseguita presso un’università telematica e di un titolo rilasciato dall’ateneo La Sapienza di Roma abilitante all’esercizio della professione di Pianificatore Junior.
Il presunto architetto, grazie all’autocertificazione è riuscito ad ottenere il tanto agognato tesserino che attesta ai suoi ignari clienti la sua abilitazione ad esercitare.
Passati due anni la verità è emersa grazie agli accertamenti sui titoli di studio richiesti ai relativi atenei dall’Ordine degli Architetti.
L’ateneo romano riferisce all’ente richiedente che il cinquantacinquenne ha sostenuto l’esame per l’abilitazione alla professione di pianificatore senza però mai superarlo.
L’Ordine di Frosinone a quel punto ha provveduto a depennare dall’elenco del proprio Albo il millantato architetto ed ha presentato presso gli uffici della Questura una querela nei suoi confronti per false attestazioni ed esercizio abusivo della professione.