Basket giovanile: Raduno regionale per i giovani cestisti con Andrea Capobianco

19 aprile 2012 0 Di redazionecassino1

Si è svolto nei giorni scorsi, sul parquet della Palestra Coni di Frosinone, il raduno regionale  riservato alle giovani leve classe ’98 e ’95. L’organizzazione dell’evento è stata possibile grazie alla collaborazione tra la Scuola Basket Frosinone  e il Comitato Regionale Lazio della Federazione Italiana Pallacanestro. Un tour che si sta svolgendo in molte province italiane, e che vede la stretta collaborazione tra il Comitato Regionale Fip Lazio e il Settore Squadre Nazionali Giovanili. Presente a Frosinone in rappresentanza della Federazione, il Presidente del Cna Lazio Francesco Martini. A calamitare l’attenzione dei tanti appassionati, però, è stata soprattutto la presenza di Andrea  Capobianco, Responsabile Tecnico delle Squadre Nazionali Giovanili e Responsabile Tecnico del CNA, oltre che assistant coach della Nazionale Italiana ed ex capo allenatore di Scandone Avellino, Salerno, Aurora Jesi e Teramo.

Presenti diversi ragazzi provenienti dalle società più importanti della provincia di Frosinone e Latina, atleti provenienti oltre che dalle società dei due capoluoghi anche da Cassino, Fondi, e da altri centri. Una folta rappresentanza è stata quella della Scuba Frosinone, presente con cinque atleti, Giorgio Bussiglieri, Enrico Ceccarelli, Mattia Condri, Luigi Fracassa e Francesco Giugliano.

Nel corso del pomeriggio Andrea Capobianco ha tenuto due sedute di allenamento riservate alle due classi di età, supportato dagli assistenti provenienti da società della provincia di Frosinone,  Bernardi, Di Salvatore, Calcabrina e Bragalone. Un pomeriggio utile per il rappresentante della Federazione per scovare nuovi talenti da far avvicinare a tornei importanti come il Trofeo delle Regioni, o iniziare  a far gravitare nell’orbita del settore giovanile delle squadre nazionali. Una iniziativa ben riuscita, che ha avuto la supervisione della Scuba Frosinone con il responsabile medico del raduno che è stato il dottor Oliviero Comandini.

A parlare del raduno è stato il Presidente del Cna Lazio e Responsabile del settore allenatori Francesco Martini: “Stiamo cercando di partire dalla periferia e valutare se ci sono dei buoni prospetti da lanciare a livello nazionale. Per questo coach Capobianco sta girando tutte le province d’Italia organizzando questi raduni. Come nella maggior parte dei casi, e questa purtroppo è una mancanza a livello generale, anche in questo raduno abbiamo visto dei ragazzi che sono enormemente dotati dal punto di vista fisico, ma che hanno delle mancanze dal punto di vista tecnico. Bisognerà lavorare tantissimo dalle basi per far uscire qualche altro campione

Per quanto riguarda Andrea Capobianco, infine, queste sono state le parole con le quali l’ex coach di Teramo ha chiuso la seduta di allenamento rivolgendosi ai ragazzi: “Immaginate durante l’anno di fare un allenamento ogni tre giorni. Avrete a disposizioni oltre cento allenamenti l’anno. Se vi imporrete di imparare qualcosa ogni volta che scenderete in campo, non potrete che migliorare e avvicinarvi a quelli che sono i vostri obiettivi. Questo è l’unico modo per vincere e per avere soddisfazioni da questo sport splendido”.