Buoni lavoro, si amplia al Centro-Sud la distribuzione tramite gli sportelli delle Banche Popolari

2 aprile 2012 0 Di admin

All’inizio del mese di aprile si estende anche alle regioni centro-meridionali la rete degli sportelli delle Banche Popolari che distribuiscono i buoni lavoro.
Un ulteriore sviluppo del progetto realizzato grazie alla convenzione tra INPS, Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, e ICBPI, Istituto Centrale delle Banche Popolari Italiane, per l’erogazione dei Voucher Lavoro Occasionale Accessorio attraverso il canale bancario nazionale.

Dopo la Banca Popolare di Sondrio (attiva da luglio 2011) e la Banca popolare dell’Emilia Romagna (attiva da novembre 2011), tutte le banche del Gruppo BPER saranno attive nella gestione del servizio di vendita e di riscossione dei voucher:
– Banco di Sardegna (392 sportelli)
– Banca di Sassari (57 sportelli)
– Banca della Campania (130 sportelli)
– Banca Popolare del Mezzogiorno (116 sportelli)
– Banca Popolare di Lanciano e Sulmona (78 sportelli)
– Banca Popolare di Ravenna (68 sportelli)
– Cassa di Risparmio della Provincia dell’Aquila (54 sportelli)
– Banca Popolare di Aprilia (25 sportelli)

I buoni lavoro emessi dagli sportelli delle banche del Gruppo BPER saranno pagabili presso il circuito delle banche ad oggi aderenti al servizio attraverso ICBPI (Gruppo BPER e Banca Popolare di Sondrio).
Il numero di sportelli delle banche del Gruppo BPER coinvolti (920, che si aggiungono ai 379 della capogruppo Banca popolare dell’Emilia Romagna) e la dislocazione soprattutto nelle regioni centro-meridionali rendono rilevante l’ampliamento dell’operatività del servizio voucher, per favorire la diffusione dei buoni lavoro al Sud, consentendo l’emersione di attività occasionali e saltuarie oggi svolte in ‘nero’.
La vendita dei voucher – all’inizio ristretta alle sedi Inps, previo pagamento di appositi bollettini postali – è oggi possibile anche presso la rete dei tabaccai (aderenti alla Fit), nelle Banche Popolari aderenti e negli uffici postali.