Cassino Autostrade, riduzione di orario e licenziamenti in arrivo

25 aprile 2012 0 Di admin

Dall’A.S.La COBAS riceviamo e pubblichiamo:

Sono 12 i Lavoratori e le Lavoratrici, dipendenti della Italia Service SRL, addetti alle pulizie dei caselli e degli uffici, delle Autostrade per l’Italia SPA di Cassino, che hanno ricevuto la lettera di licenziamento con decorrenza dal 30 aprile prossimo.

Le prospettive future per questi dipendenti sono drammatiche, poichè dal 1 di aprile se vogliono continuare a lavorare dovaranno accettare un nuovo contratto, alle dipendenze del Gruppo B & C di Milano, azienda che subentra nell’appalto delle pulizie, che prevede una decurtazione delle ore di lavoro del 40%.

Sono anni che a questi dipendenti, ad ogni cambio di appalto , viene ridotto l’orario di lavoro.

Infatti, fino a 6 anni fa avevano un rapporto di lavoro a tempo pieno per 40 ore settimanali.

Successivamente fu a loro ridotto l’orario di lavoro del 35%.

Attualmente sono dei lavoratori part- time , alcuni con un orario di 18 ore settimanali.

Con l’ulteriore decurtazione del 40% dell’orario settimanale li renderebbe quasi “invisibili”.

Quello che sta tentando di mettere in atto il Gruppo B & C di Milano è un abuso vero e proprio, in quanto l’articolo 6 del Contratto Nazionale pulizie prevede espressamente che nei cambi di appalto i dipendenti debbano essere assunti alle condizioni del precedente rapporto di lavoro.

L’A.S.La COBAS di Cassino ha chiesto un incontro urgente con l’azienda per individuare congiuntammente una soluzione.

Anche la Fiscasat.Cisl, altro sindacato presente, oltre ha richiesto un incontro.

L’Azienda ha risposto alle organizzazioni Sindacali che non intende inviare un proprio incaricato a Cassino e eventuali incontri si dovranno espletare presso la loro sede di Milano.

Inoltre fanno sapere che non intendono incontrare nemmeno i Lavoratori e le Lavoratrici, e che le comunicazioni con i loro dipendenti, anche in altri appalti, avvengono solo ed esclusivamente a mezzo posta.

E’ un modo a dir poco anomalo la gestione delle relazioni con i sindacati e con i dipendenti .

L’Azìenda Milanese, contattata anche telefonicamente, fa sapere che ha inoltrato a mezzo raccomandata , a tutti gli addetti sull’appalto, il contratto di lavoro individuale che prevede la decurtazione delle ore del 40%.

Pretende “con arroganza” che se entro 48 ore le proposte di assunzione non saranno sottoscritte e reinviate per posta a Milano, gli addetti saranno esclusi dall’appalto e provvederanno ad assumere altro personale.

Tutto questo sarebbe illgittimo !

Non possono venire da Milano pre farsi le regole da soli.

Il contratto collettivo Pulizie prevede espressamente che non possono assumere altri dipendenti e si devono attenere ai contratti precedenti.

L’A.S.La COBAS ha invitato gli addetti e la Fiscasat Cisl ad una mobilitazione comune contro questi abusi.

Dal 1 di maggio i Lavoratori devono essere assunti alle stesse condizioni e non peremetteremo assunzioni di altri dipendenti.

La Società Autostrade per l’Italia è invitata ad intervenire immediatamente e a convocare un tavolo, invitando l’A.S.La COBAS, la CISL e la nuova azienda per individuare una soluzione pacifica della vertenza.

Le Autostrade devono intervenire anche e sopratutto economicamente per evitera decuratazioni si orario agli addetti alle pulizie, perche la crisi non la devono pagare solo i Lavoratori e le Lavoratrici sulla loro pelle.

A.S.La COBAS CASSINO