Chieti scalo: ruba insieme ad un complice materiale per impalcature edili, arrestato dai carabinieri cittadino rumeno

10 aprile 2012 0 Di admin

Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio quotidianamente effettuati dall’arma per la tutela dei cittadini, i carabinieri della stazione di Chieti scalo hanno tratto in arresto un cittadino rumeno di 29 anni che insieme ad un complice, datosi alla fuga, aveva asportato, da un terreno recintato utilizzato come deposito attrezzature, dei cavalletti e dei puntelli per impalcature edili.
Dopo aver divelto la recinzione e impossessatisi del materiale, caricandolo sul camion in loro uso, i due si stavano allontanando frettolosamente sperando di non essere visti.
Una delle pattuglie dei carabinieri, in servizio notturno di controllo del territorio, si sono accorti del furgone che in maniera sospetta, a luci spente, usciva da una via laterale per immettersi in via Modesto della Porta.
Il mezzo, alla vista della pattuglia, ha accelerato la marcia, cercando di allontanarsi dal luogo del misfatto. Durante il successivo pedinamento, i due, vistisi scoperti, decidevano di abbandonare il veicolo fuggendo a piedi. Ne è nato un acceso inseguimento per le buie vie dello scalo, con i carabinieri che incalzavano sempre più da vicino i ladri, fino ad arrivare in via Caduti del Lavoro, dove raggiungevano e bloccavano uno dei ladri mentre l’altro, approfittando del momento, riusciva a far perdere le proprie tracce dileguandosi.
Si è così proceduto all’arresto, con l’accusa di furto aggravato, del ventinovenne rumeno, che non ha per ora svelato l’identità del complice.
Rintracciato il proprietario della merce i carabinieri hanno inoltre provveduto a restituire la refurtiva, il cui valore ammonta a circa € 1.000,00.
Nella mattinata odierna, presso il tribunale, si è svolta l’udienza che ha visto la convalida dell’arresto e la richiesta da parte dell’avvocato dei termini a difesa.