Emergenza neve, censite spese per 2,7 miliardi di euro per 12 regioni

6 aprile 2012 0 Di redazione

Ammonta ad oltre 2,7 miliardi di euro la somma dei danni registrati e dei costi sostenuti dalle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Marche, Molise, Puglia, Toscana e Umbria per far fronte all’ondata di maltempo che ha colpito gran parte del nostro Paese durante lo scorso mese di febbraio.

A seguito della prolungata ed eccezionale perturbazione atmosferica che determinò un considerevole calo delle temperature e nevicate anche di forte intensità su diverse aree dell’Italia, il Dipartimento della Protezione civile ha coordinato una istruttoria volta a verificare l’esistenza dei requisiti necessari per chiedere l’attivazione del Fondo di Solidarietà dell’Unione Europea istituito dal Regolamento CE n. 2012/2002 del Consiglio dell’11 novembre 2002 (GU L 311) per assistere gli Stati membri a seguito di gravi catastrofi naturali.

Alla luce della grande quantità di cittadini interessati e degli ingenti danni e costi, è stato preparato un ampio dossier contenente la documentazione prodotta dalle Regioni interessate, che hanno curato la raccolta dei dati e la quantificazione dei costi e dei danni legati agli eccezionali eventi meteorologici.

Nella giornata di ieri, il Dipartimento della protezione civile – che ha fornito alle Regioni le indicazioni necessarie per la realizzazione della documentazione secondo le istruzioni della Commissione Europea ed elaborato il fascicolo di sintesi – ha provveduto a inoltrare la domanda alla Rappresentanza Permanente d’Italia a Bruxelles, che provvederà al successivo inoltro della richiesta alla Direzione Generale competente a valutare il fascicolo ed eventualmente attivare il Fondo di Solidarietà.