Frosinone al voto, dieci liste e 300 candidati per Nicola Ottaviani

3 aprile 2012 5 Di redazione

Dall’Ufficio Stampa riceviamo e pubblichiamo.
Dieci liste, oltre 300 candidati, 223 email dei cittadini con spunti programmatici confluiti nel programma elettorale ed oltre 150 autocandidature al consiglio comunale attraverso il sito internet www.nicolaottaviani.it. Questi i numeri della “forza elettorale” a sostegno di Nicola Ottaviani, candidato a sindaco al Comune di Frosinone, per l’imminente apertura ufficiale della campagna elettorale.
“E’ stata dura ed appassionante, ed alla fine siamo riusciti a fare un ottimo lavoro di squadra che ho seguito personalmente passo dopo passo”. E’ raggiante Nicola Ottaviani, commentando l’attività di formazione e compilazione delle liste, in cui sono presenti liste di partito, liste civiche di diversa formazione sociale, con una rappresentanza femminile diffusa nelle singole liste e culminante anche in una aggregazione di imprenditrici, sindacaliste, professioniste e madri di famiglia animate da passione civica.
“Ci presentiamo – continua Ottaviani – ai nastri di partenza di questa competizione elettorale con una formazione compatta, forti delle nostre idee e di un sostegno trascinante da parte della cittadinanza. La nostra casella di posta elettronica è stata invasa di email di autocandidature e di proposte programmatiche che abbiamo inserito nel programma elettorale. Avevamo detto che avremmo coinvolto la cittadinanza nella definizione del nuovo modello di città e così è stato. Oggi possiamo dire con orgoglio che il nostro programma è quello della città viva, proiettata allo sviluppo e al progresso collettivo”.
“Continueremo – argomenta Ottaviani – con una campagna propositiva. Le polemiche sterili non ci interessano, le liti di bottega le lasciamo agli altri. La città ha tanti problemi che devono essere risolti e ogni giorno raccogliamo le lamentele di cittadini stremati. Tante false promesse sono state fatte da chi ha governato fino ad oggi. Tanti annunci e pochi fatti, tanto che i risultati, purtroppo, sono sotto gli occhi di tutti”.
“E’ l’ora – conclude Ottaviani – del riscatto culturale, sociale ed economico per Frosinone. Altro tempo non può essere perduto”.