Garza nell’addome, udienza gup per medici e infermieri lancianesi

2 aprile 2012 0 Di redazione

Una garza lasciata nell’addome di un 50enne di Catanzaro morto nel 2010, operato anche nell’ospedale Renzetti di Lanciano. Ipotizzando che a dimenticare quella garza possano essere stati i medici del nosocomio frentano, sei di loro tra chirurghi, infermieri e anestesisti sono stati indagati per omicidio colposo. Oggi, dinnanzi al gup del tribunale di Lanciano, si sarebbe dovuto discutere il rinvio a giudizio chiesto dalla procura forte di una perizia medica secondo la quale la garza sarebbe stata rinvenuta nel corpo del 50enne nel punto in cui sarebbe stato operato dai medici lancianesi. Il collegio difensivo composto dagli avvocati Marta Di Nenno, Aldo e Camillo La Morgia, Luciano Marino e Fiorenzo Cilieri, hanni innescato il dubbio sulla tipologia della garza su cui il perito della procura, nella sua relazione, non si sarebbe espresso. Inoltre sostenendo una tesi diversa, hanno convinto il giudice sulla necessità di ascoltare il perito. L’udienza è fissata per il sette maggio.