Ha chiuso due cagnolini nel sacchetto della spazzatura per asfissiarli, denunciato da Aidaa

27 aprile 2012 3 Di redazione

Ha tolto i due cuccioli di cani di pochi giorni alla mamma, li ha rinchiusi in un sacchetto nero della spazzatura e li ha gettati nell’orto aspettando che morissero per soffocamento. E’ l’ultima denuncia di maltrattamento ad animali denunciato dall’associazione Aidaa. Per sua sfortuna un passante attratto dai guaiti provenienti dal sacco di plastica si è avvicinato ed aprendo il sacco ha scoperto l’orrore: nel sacco c’erano due piccoli cuccioli di cane uno dei quali già morto, e l’altro nonostante il tentativo di massaggio cardiaco fatto dal passante è morto pochi minuti dopo. L’uomo conoscendo la persona che si occupa di lavorare quel terreno l’ha immediatamente chiamato al cellulare. Questo arrivato ha ammesso in presenza di testimoni di aver sottratto i cuccioli alla mamma e di averli chiusi in un sacco per lasciarli morire non avendo lui stesso il coraggio di farlo, subito dopo ha seppellito le salme dei due cuccioli in giardino. I fatti sono accaduti domenica scorsa a San Nicolò di Tordino in provincia di Teramo. Oggi dopo la segnalazione e le relative verifiche il presidente di AIDAA ha inviato alla procura della repubblica di Teramo una denuncia per maltrattamento causante la morte di animali ai sensi dell’articolo 544 ter del codice penale nei confronti dell’autore di tale atrocità. “Si tratta di un atto barbaro per giunta nei confronti di due piccoli cuccioli inermi- ci dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA- rinchiusi in un sacco di plastica e lasciati soffocare dopo essere stati tolti alla madre che li stava allattando. Ci auguriamo che questo individuo sia severamente punito per questo atroce reato”.
Foto repertorio