La Costa Concordia si muove, lo spostamento è di cinque centimetri verso il baratro

14 aprile 2012 0 Di redazione

La nave Costa Concordia naufragata sugli scogli dell’Isola del Giglio si sta muovendo e lo spostamento è stato di 5 centimetri verso il fondale più profondo. Lo spostamento è stato registrato durante l’ordinaria attività di vigilanza e assistenza in mare, condotta dalle unità navali dalle forze dell’ordine nello specchio d’acqua circostante la Costa Concordia. Il personale subacqueo della Polizia di Stato ha monitorato i marker posizionati a prua dello scafo, utili a registrare i movimenti della nave, rilevando un leggero abbassamento, nell’ordine di 5 centimentri, rispetto alle misurazioni di 2 giorni fa, probabilmente dovuto alle cattive condizioni marine.
Intanto proseguono le attività legate alla fase di “caretaking”, che hanno visto i tecnici delle società Smit Salvage e Neri anche oggi impegnati nel recupero dal fondale dei materiali e degli oggetti usciti dalla nave Costa Concordia. Le cattive condizioni meteo-marine hanno impedito la partenza alla volta di Talamone del motopontone Marzocco, con a bordo il carico recuperato nei giorni scorsi.
Nel corso della giornata, come avviene quotidianamente, il personale della Capitaneria di Porto ha verificato il corretto posizionamento delle panne antinquinamento e di quelle assorbenti.