Le unità cinofile di cinque Regioni si ritrovano ad Ovindoli

30 aprile 2012 0 Di redazione

Come da molti anni ormai il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico della Regione Abruzzo ospita nei giorni 28 e 29/4/2012 ad Ovindoli il “Polo formativo centro sud per le unità cinofile da ricerca in superficie”. Tecnici e cani provenienti da Lazio, Marche, Umbria, Puglia ed ovviamente Abruzzo lavorano intensamente nelle giornate di sabato e domenica per i mantenimenti annuali obbligatori di operatività. Questa due giorni di Ovindoli viene seguita da un Istruttore della Scuola Nazionale ricerca in superficie del Soccorso Alpino. La scelta di tornare sempre nello stesso luogo deriva non solo dal fatto che i Piani di Pezza presentano tutte le caratteristiche fondamentali per simulare reali ricerche, ma soprattutto dalla straordinaria disponibilità dei tecnici volontari abruzzesi che da molti anni ormai mettono a disposizione il loro tempo per fingere malori ed essere ritrovati dalle unità cinofile in formazione ed operative. Tali incontri sono fortemente voluti dal delegato regionale Antonio Crocetta e dal Presidente regionale del Soccorso Alpino abruzzo Dott. Gianfranco Gallese che hanno seguito con attenzione tutte le sessioni di addestramento.
Nella giornata di domenica, grazie alla disponibilità del 118 dell’Aquila, verrà messo a disposizione un elicottero ( AB 412 ) con equipaggio e tecnico di elisoccorso del CNSAS per una simulazione di ricerca che permetterà alle unità cinofile ( tecnici e cani ) di essere elitrasportati e calati con verricello nelle aree di pertinenza.
Quest’anno l’incontro abruzzese significa anche altro, e cioè ricordare FILIPPO FAZI tecnico del S.A.S.A. unità cinofila e coordinatore regionale cani da ricerca in valanga e superficie prematuramente scomparso l’anno scorso.