Presentata la “22esima Maratona di Primavera – Facciamo fiorire la pace”

21 aprile 2012 0 Di redazionecassino1

Aspettando i Campionati Nazionali Universitari di maggio 2013, il Cus si prepara per la 22^ edizione della maratona di primavera. “Facciamo fiorire la pace”: anche per il 2012 questo lo solgan che farà da cornice alla manifestazione promossa dal Centro Universitario Sportivo del professor Carmine Calce. Quest’anno l’evento  vedrà inoltre la partecipazione degli artisti di strada e – novità   assoluta – dopo il successo del 25 marzo in piazza Labriola, alle ore 16 “zumba party” a cura di Sabrina Di Russo, Pasquale Vita  e la docente dell’ateneo cassinate Alessandra Zanon. I partecipanti si ritroveranno alle ore 9 nella villa comunale dove ci saranno giochi popolari per bambini, torneo di pallavolo maschile e femminile per studenti e operatori universitari, esibizione in canoa, esibizione di scherma, torneo di tennistavolo e intrattenimento musicale curato da scuole, palestre e associazioni culturali. Quindi alle 10:45 la partenza della 22^ maratona di primavera, non competitiva, di 6 km. Alle ore 12 la premiazione in villa e nel pomeriggio la giornata continua con il laboratorio per bambini e il teatro di burattini. «Anche quest’anno – ha tenuto a sottolineare il presidente del Cus Carmine Calce – nonostante al Centro Universitario Sportivo non mancano difficoltà economiche, abbiamo deciso comunque di deliberare favorevolmente in merito all’organizzazione dell’evento che in questi anni si è sempre più caratterizzato come una grande festa di sport a cui hanno partecipato con entusiasmo centinaia di famiglie». Gli organizzatori della 22^ maratona di primavera hanno deciso inoltre di riservare uno spazio per ricordare Pietro De Feo, uno dei padri dell’atletica in provincia di Frosinone, scomparso il 9 ottobre del 2005. Nel corso della conferenza stampa che si è svolta ieri in Curia – alla presenza del sindaco Petrarcone, del rettore Attaianese, del presidente Fardelli, dell’assessore Grossi, Donato Formisano della BpC, il presidente provinciale del Coni, il direttore risorse umane dello stabilimento Fiat Alessandro Falcolini e don Antonio Potenza, vicario dell’Abate Vittorelli – Lucia De Feo ha chiesto al Rettore l’intitolazione di una borsa di studio in memoria del padre. Entusiasti, all’unisono, gli amministratori comunali hanno lodato Calce per l’impegno profuso. Il presidente del Cus, da parte sua, ha condiviso quanto detto dal presidente della fondazione don Ligi Di Bussolo e alla presenza di numerosi bambini presenti in sala ha rimarcato che, soprattutto ai più giovani, «servono momenti di aggregazione: non è solo l’occasione per ritrovarsi, ma c’è anche qualcosa in più: vivere lo sport come una realtà che può aiutare noi stessi». “Guest star” della mattinata il rettore Attainaese, che di recente con il Cus ha partecipato alla mezza maratona di Berlino. «I ragazzi hanno bisogno più che di parole, di esempi» ha rimarcato il Magnifico invitando gli amministratori comunali a prender parte all’evento il prossimo anno. Calce ha quindi lodato la sensibilità e l’impegno di Attaianese e del direttore Farenti donando loro delle gigantografie dell’evento berlinese che ha registrato una “magnifica” prestazione del Rettore.

Foto A. Ceccon