Raffica di suicidi per crisi, imprenditori abruzzesi spiegano perché

16 aprile 2012 0 Di redazione

Le tasse aumentano, i pagamenti si allungano, le azienda chiudono e gli imprenditori si suicidano. Ben 23 sono quelli che hanno deciso di farla finita in maniera tragica non sopportando più la pressione dettata dalla grave situazione economica. Altri, invece, come Nicola Pugliese, autotrasportatore di Perano in provincia di Chieti, hanno deciso di congelare la loro azienda spegnendo il motore ai loro camion. L’intervista nel video (Clicca qui).