Elezioni a Frosinone, Ruggeri: “Restituiamo il mausoleo romano di Frosinone ai cittadini”

11 aprile 2012 0 Di admin

Da Paolo Ruggeri, candidato al consiglio comunale di Frosinone “Lista per Frosinone” riceviamo e pubblichiamo:

Grazie all’assiduo lavoro effettuato in collaborazione con l’associazione culturale “Ci vediamo in provincia!”, lo staff di Gennarino Scaccia e il candidato sindaco Nicola Ottaviani, siamo giunti alla elaborazione di una proposta programmatica per la realizzazione di diversi progetti per il rilancio dell’immagine del capoluogo. Tra le tante iniziative tutte rigorosamente innovative, ecologiche e realizzabili a bassi costi spiccano quelle riguardanti la salvaguardia dei beni culturali comunali e la creazione di percorsi naturali di richiamo turistico lungo le sponde del fiume Cosa. Il fiume Cosa dal dopoguerra ad oggi è stato considerato un inutile orpello perché situato in una zona destinata allo sfrenato sfruttamento delle risorse territoriali.
Basta fare due passi lungo le sue coste, che tagliano perfettamente la città, per accorgersi che tesoro esse rappresentino in quanto a flora, fauna ed arte. Agli osservatori più attenti ed ai conoscitori del territorio non sarà sfuggita la presenza lungo il corso delle acque di monumenti romani e di altre epoche più recenti, di converso sicuramente la rotta che le amministrazioni precedenti hanno intrapreso è destinata alla collisione e deve essere abbandonata repentinamente.
L’impegno del gruppo costituitosi per la mia campagna elettorale è quello di permettere l’accesso a queste meravigliose presenze storiche disseminate in tutta la città.
Per farvi un esempio, un sogno di tutti noi è veder restituito alla cittadinanza il mausoleo romano situato a pochi metri dal “Cosa” in Via Sant’Angelo, simbolo dell’assurda cecità dei governanti perché abbandonato alle intemperie.
Oggi l’accesso al sito è precluso a tutti i visitatori perché nonostante sia un bene pubblico è stato recintato ed è celato alla conoscenza dei più.
E tutto ciò nonostante l’Amministrazione Comunale, anni fa, abbia speso soldi dei cittadini per predisporre un interessante opuscolo, in distribuzione presso il Museo Archeologico, proprio per illustrare i reperti e di monumenti romani cittadini. Incluso il mausoleo.
Questo fatto increscioso risulta uno spreco ed una vergogna fin troppo evidente.
Si sente ripetere spesso che Frosinone non ha monumenti da far vedere ai turisti. Invece, come dimostra questa triste vicenda, in città si possiedono pezzi di storia antica ancora viventi, ma dimenticati e abbandonati all’oblio per l’ignoranza dei proprietari del terreno circostante, i quali con la complicità dell’incompetenza delle amministrazioni, sprezzanti della sete di conoscenza che tutti i cittadini possiedono, e del rispetto della propria storia, hanno dimostrato alla città che niente e nessuno può fermarli in questa corsa al silenzio e alla prepotenza.
Noi non vogliamo violare la proprietà privata altrui, ma non possiamo accettare che non si possa trovare un modo per far fruire questo bene (e non solo questo) ai cittadini. Nel massimo rispetto dei diritti altrui.
Frosinone è una città che possiede una storia affascinante e ancora avvolta nel mistero, a noi competerà l’onere e l’onore di valorizzare la nostra Terra con l’impegno di ripercorrere la storia che ci ha permesso di divenire ciò che siamo oggi!

DOTT. PAOLO RUGGERI