Giorno: 5 maggio 2012

5 maggio 2012 0

Tifoso ucciso a Pescara, l’assassino si costituisce nel giorno del funerale

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Si è consegnato oggi sull’A14 alla Squadra Mobile di Pescara, Massimo Ciarelli il rom 29enne che la sera del primo maggio ha ucciso con due colpi di pistola Domenico Rigante, il tifoso del Pescara di 24 anni, scambiandolo per il fratello gemello con cui, qualche giorno prima aveva litigato ed era stato picchiato. Le manette sono scattate proprio mentre a Pescara i tifosi si stringevano intorno al feretro per l’ultimo addio a Domenico.

5 maggio 2012 0

Pullman nella scarpata, tra le vittime anche una donna di Pico

Di redazione

Una tragedia, quella di oggi nel padovano, il cui bilancio rischia di aggravarsi ancora di più. Oltre ai cinque morti, infatti, ci sono 18 feriti di cui 8 ancora in condizini gravissime. Intanto è il momento del dolore per le vittime delle quali si conoscono i nomi. Si tratta di Roberto Arioli, di Aprilia, 57 anni, presidente dell’associazione carabinieri in congedo della cittadina laziale; Maria Aronica, di Aprilia, 57 anni; Settimio Iaconianni, 75 anni, di Aprilia; Gianfranco Gruosso, 42 anni, di Aprilia; Maria Domenica Colella, 64 anni, di Pico (Frosinone). Ricoverati in ospedale tutti gli occupanti del pullman tra i quali anche l’autista, in via precauzionale, giunto al pronto soccorso di Padova in codice verde: si tratta di un 38enne che sostiene di aver perso il controllo del pullman quando, improvvisamente e senza saperne spiegare il motivo, il mezzo che non rispondeva più al manubrio, si è spostato sulla destra finendo nella scarpata. A Jesolo, dove domani ci sarebbe stata la festa dei carabinieri in concedo, il programma prevede solo una messa di suffragio per le vittime e una sfilata silenziosa di labari delle sezioni dell’associazione nazionale carabinieri.

5 maggio 2012 0

Morte sospetta di una 30enne in Abruzzo, si indaga fino in Ciociaria

Di redazione

E’ mistero sulla morte di Mariana Marku, 30 anni di origine albanese. La donna era scomparsa da tre giorni, da quando, cioè, una sera aveva finito di lavorare in un pub a Civitella Roveto nei pressi di Avezzano. Questa mattina, il suo corpo è stato trovato senza vita, sul ciglio della strada proprio a Civitella e nell’ispezione cadaverica sono emerse tumefazioni allo stomaco. Al momebnto i carabinieri della compagnia di Avezzano stanno indagando a 360 gradi anche se nel filone dell’indagine pare rienti il ritrovamento di un’auto, rubata a Cerveteri, trovata bruciata qualche sera fa, forse proprio la sera della scomparsa della donna. Un filone d’indagine conduice anch in Ciocaria dove la donna, fino a fine 2011, lavorava in un locale di Alatri prima di trovare nuovo impiego in un altro locale in Abruzzo. Er. Amedei

5 maggio 2012 2

Imprenditori al suicidio, Federcontribuenti: “Ci rivolgeremo alla Corte internazionale dell’Aja per fermare la strage”

Di admin

Dall’Ufficio Stampa Federcontribuenti riceviamo e pubblichiamo: Sara’ cosi’ dopo la notizia del 72 enne che si è sparato per una cartella Equitalia non ci resta che rivolgerci alla Corte Internazionale dell’Aja per fermare questa strage. Lo faremo la prossima settimana con una formale denuncia. Una strage collettiva che coinvolge ormai un popolo intero. Lo annuncia il Presidente Nazionale di Federcontribuenti, Carmelo Finocchiaro.

Equitalia protetta dalla politica è il soggetto protagonista “centrale” del disaggio sociale che sta provocando nel Paese fatti drammatici. Bloccate imprese, vessati i cittadini e’ ora di dire basta. E’ per questo và ristabilita giustizia. Lo chiediamo agli organismi internazionali. Se quelli italiani non ci ascoltano dopo la denuncia presentata alla Procura della Repubblica di Roma. Le tasse vanno pagate ma bisogna mettere in condizione gli italiani di poterlo fare con piani di rientro sostenibili e come dice il codice civile non eccedendo il quinto del reddito e senza l’applicazione di interessi e sanzioni che diventano “usurai”. Al Tribunale dell’Aja chiederemo di punire azioni fiscali che stanno portano al suicidio tanti italiani e alla povertà assoluta milioni di essi. Adesso basta, l’Italia vuole pagare ma vuole leggi che consentono di poterlo fare.

Chiederemo anche al tribunale dell’Aja di pronunciarsi sulla violazione della privacy da parte del fisco italiano che ormai chiede di verificare durante una normale verifica fiscale la corrispondenza personale via mail. Insomma il mondo si pronunci se è legittimo che questo Paese sia uno stato di polizia o uno stato di diritto.

5 maggio 2012 0

Maltempo, rovesci e temporali su Sardegna e tutto il centro-nord

Di admin

L’annunciato transito sul bacino del Mediterraneo centrale di una perturbazione atlantica determinerà dalla giornata di domani una fase di maltempo sulle nostre regioni centro-settentrionali, con fenomeni più frequenti sul nord-est, la Liguria e le regioni tirreniche.

Sulla base delle previsioni disponibili, infatti, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un ulteriore avviso di avverse condizioni meteorologiche, che integra quello diffuso ieri per Piemonte e Lombardia e che prevede dalle prime ore di domani l’estendersi di precipitazioni − a prevalente carattere di rovescio o temporale − dapprima a tutte le regioni settentrionali e alla Sardegna e, progressivamente, ai settori occidentali delle regioni del centro Italia. I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Il Dipartimento della Protezione Civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

5 maggio 2012 0

Terremoti, scossa di magnitudo 2.8 in provincia di Brindisi

Di admin

Un evento sismico è stato lievemente avvertito dalla popolazione in provincia di Brindisi, con epicentro localizzato tra i comuni di Ceglie Messapica, Francavilla Fontana e San Michele Salentino.

Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico è stato registrato alle ore 14.44 con magnitudo 2.8.

Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose.

5 maggio 2012 0

Pullman fuoristrada, il mezzo era partito da Aprilia. Cinque vittime, alcuni affogati

Di redazione

Sono cinque le vittime accertate nella tragedia avvenuta questa mattina sull’A13 a Padova. Altre 16 sono le persone ferite alcune delle quali, pare ancora in gravissime condizioni. Una tragedia che tocca da vicino l’Arma dei Carabinieri di cui i passeggeri del Pullman facevano parte perché membri dell’associazione Nazionale Carabinieri. Il gruppo partito da Aprilia, era diretto a Jesolo dove oggi è previsto un raduno nazionale dell’associazione. Le vittime di cui ancora non si conoscono i nomi erano tre di Aprilia, in provincia di Latina; una era di Roma; una risulta nata in Svizzera. Da una prima ricostruzione, il pullman sia uscito di strada, probabilmente a causa di un colpo di sonno o malore del conducente, facendo un volo di circa 50 metri e finendo in un torrente. Alcune delle vittime, infatti e purtroppo, sarebbero morte affogate.

5 maggio 2012 0

Pullman fuori strada sull’A13, riaperto il tratto autostradale. Il bilancio dell’incidente è di 5 vittime e 18 feriti

Di admin

Autostrade per l’Italia comunica che poco prima delle ore 12 è stato riaperto sull’A13 Bologna – Padova, all’altezza del km109, il tratto tra l’allacciamento con la Diramazione Padova Sud e Padova Zona Industriale in direzione Nord, precedentemente chiuso a seguito di un incidente autonomo che aveva visto il coinvolgimento di un pullman di carabinieri in pensione diretto a Jesolo. Nel sinistro sono stati accertati cinque deceduti e diciotto feriti. Sul luogo dell’ incidente, dove attualmente (ore 12.15) il traffico scorre su una corsia, sono all’opera le squadre di soccorso meccanico per la rimozione del pullman, la Polizia Stradale, i Vigili del Fuoco, oltre  al personale della Direzione 3° Tronco di Bologna . Durante le operazioni di soccorso i disagi per la circolazione sono stati minimi per il traffico diretto sull’A4, in quanto era disponibile il percorso alternativo con uscita a Padova sud e rientro in A4, sia in direzione Torino che in direzione Trieste, dopo aver percorso la tangenziale di Padova. Costanti aggiornamenti sulle condizioni di viabilità vengono diramati da RTL 102.5, Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero 840-04.21.21

5 maggio 2012 0

Pullman esce fuori strada in A13, almeno 5 morti e numerosi feriti

Di admin

Autostrade per l’Italia comunica che sull’A13 Bologna – Padova, all’altezza del km109, è stato chiuso il tratto chiuso tra l’allacciamento con la Diramazione Padova Sud e Padova Zona Industriale in direzione Nord, a seguito di un incidente autonomo che ha visto il coinvolgimento di un pullman di carabinieri in pensione diretto a Jesolo.

Dalle prime ricostruzioni, il bus e’ uscito fuori strada finendo la sua corsa contro il terrapieno della S.S. 516 Piovese. Da un primo bilancio provvisorio del sinistro sono stati accertati cinque deceduti e numerosi feriti, ma la macchina dei soccorsi e’ ancora all’opera e il bilancio non e’ ancora definitivo.

Al momento dell’incidente, ore 07.50 circa, il traffico sull’A13 era scarso e le condizioni meteo buone con cielo sereno. Sul luogo dell’ incidente, sono all’opera numerose squadre dei Vigili del Fuoco, del soccorso sanitario e del personale della Direzione 3° Tronco di Bologna, oltre alle pattuglie della Polizia Stradale e del soccorso meccanico. Costanti aggiornamenti sulle condizioni di viabilità vengono diramati da RTL 102.5, Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero 840-04.21.21. Foto repertorio

5 maggio 2012 0

Si scontrano e si ribaltano sulla Superstrada Cassino Formia, tre feriti lievi

Di redazione

Rocambolesco incidente stradale, ieri sera poco dopo le 22, sulla superstrada Cassino Formia tra i territori di San Giorgio e Castelnuovo Parano. Per una dinamica ancora al vaglio dei carabinieri della compagnia di Pontecorvo, due auto si sono scontrate e si sono capottate. Alla vista dei soccorritori, si sono quindi presentate una Fiat Panda e una Peugeot 206 ribaltate mentre gli occupanti, in tutto tre giovani, sono riusciti ad uscire a gattoni dagli abitacoli. Sul posto, temendo il peggio, sono arrivate anche due ambulanze che hanno trasportato in ospedale due dei tre feriti per medicare lievi escoriazioni mentre il terzo, invece, ha rifiutato le cure ospedaliere. Er. Amedei Foto Alberto Ceccon