Giorno: 13 maggio 2012

13 maggio 2012 0

Maltempo, da stasera temporali e venti forti al sud

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

L’annunciato transito di un sistema frontale, che sta interessando le regioni centro-settentrionali del Paese, si sposterà nelle prossime ore verso le regioni meridionali peninsulari determinando una fase di maltempo caratterizzata da fenomeni a prevalente carattere temporalesco.

Sulla base delle previsioni disponibili, infatti, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un ulteriore avviso di avverse condizioni meteorologiche, che integra quello diffuso ieri, che prevede dalla tarda serata di oggi l’estendersi di precipitazioni − a prevalente carattere di rovescio o temporale – su Campania, Molise, Puglia, Basilicata e Calabria. I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Il Dipartimento della Protezione Civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

13 maggio 2012 0

Terremoto di magnitudo 2.5 in provincia di Foggia

Di admin

Un evento sismico è stato lievemente avvertito dalla popolazione in provincia di Foggia, con epicentro localizzato tra i comuni di Vico del Gargano, Carpino e Monte Sant’Angelo.

Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico è stato registrato alle ore 13.12 con magnitudo 2.5.

Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose.

13 maggio 2012 0

Auto su pellegrini a Pontecorvo, un ferito grave

Di redazione

Investiti mentre tornavano dalla Processione. E’ accaduto questa mattina a Pontecorvo dove una Ford Fiesta guidata da un 25enne del posto, ha investito un gruppo di giovani che tornavano dalla processione di San Giovanni Battista, il santo che si festeggia oggi nella città Fluviale. La processione era partita di buon mattino diretta alla parte bassa della città e il gruppo di pellegrini stava tornando insieme a tanti altri verso il centro della città percorrendo via Melfi di Sotto quando l’utilitaria ne ha investiti almeno due. Un 28enne è stato centrato in pieno e nell’impatto, ha battuto la testa contro il parabrezza procurandosi un trauma cranico. Temendo il peggio, sul posto è atterrata anche una eliambulanza, ma il ferito è stato invece trasportato con una ambulanza in ospedale a Cassino. Ferito lieve l’altro investito. Intanto i carabinieri indagano sulla dinamica del sinistro sottoponendo anche il conducente della vettura all’alcool test. Er. Amedei

13 maggio 2012 0

Terrorismo, il ministro Cancellieri lancia l’allarme. L’esercito a presidio dei punti sensibili

Di redazione

La parola terrorismo, o meglio, ciò che rappresenta, torna a far paura in Italia. Il ministro dell’Interno Cancellieri lo dice senza mezzi termini; il rischio di altri attentati, dopo la gambizzazione di Roberto Adinolfi, amministratore delegato di Ansaldo Nucleare e dopo gli assalti a Equitalia, è assolutamente credibile e, per questo, si corre ai ripari con un piano di emergenza antiterrorismo che prevede l’uso dell’Esercito per presidiare i punti sensibili, tra questi, oltre ad Equitalia, anche le sedi di FinMeccanica, delle principali banche e dei dirigenti che ormai rientrerebbero negli obiettivi degli anarchici. Con una nota, quindi, inviata a Prefetti e Questori, il Ministro ha alzato ufficialmente il livello di guardia. Si teme che i gruppi di terroristi possano tentare altri colpi nella speranza di far breccia nel malumore che serpeggia nel Paese causata dalla crisi economica, ma ancor più, da quella della classe politica che ha perso rappresentanza e che sembra non voler far nulla per riconquistarla. A Genova, dove si è verificato l’atto più gravem, quello contro Adinolfi, si sta organizzando una marcia contro il terrorismo. Er. Amedei

13 maggio 2012 0

Accoltella il fratello e aggredisce la madre per rubargli la borsa, 25enne in manette a Torrice

Di redazione

Un giovane di Torrice, ieri sera è stato arrestato dai carabinieri per aver accoltellato il fratello ad un braccio e per aver aggredito la madre con l’intenzione di rubarle i soldi dalla borsa. Il 25enne, durante un litigio in famiglia, non ha esitato a colpire al braccio sinistro il fratello 40enne procurandogli un taglio guaribile in 12 giorni. La madre è stata minacciata di percosse se gli avesse impedito di metter mano al suo portafogli. L’intervento dei carabinieri ha evitato il peggio e il giovane è stato arrestato con l’accusa di lesioni personali aggravate, tentata estorsione e danneggiamento aggravato. Erm. Amedei

13 maggio 2012 0

Auto in fiamme a Lanciano, si batte la pista del dolo

Di redazione

Un misterioso incendio, questa notte, ha distrutto unaFord Ka in via Martiri a Lanciano. L’allarme è arrivato poco dopo le 2 ai vigili del fuoco che, giunti sul posto, hanno domato le fiamme mettendo in sicurezza l’area. L’auto, però, interstata ad una ragazza del posto, è rimasta seriamente danneggiata. Si ipotizza, però, che l’incendio sia doloso anche se, al momento, si ignorano i motivi del gesto.

13 maggio 2012 0

Dall’abbazia di Montecassino si ribadisce il no al registro delle unioni civili

Di redazione

In riferimento a quanto dichiarato a più riprese circa una presunta discordanza di opinioni tra le Associazioni e i Movimenti che fanno parte della Chiesa locale, si precisa (qualora ce ne fosse ancora bisogno) che l’intera Comunità della nostra Diocesi, in piena sintonia con il Magistero della Chiesa e con il Suo Pastore locale Dom Pietro Vittorelli, ribadisce in maniera compatta e convinta la sua contrarietà all’istituzione del Registro delle unioni civili. Ciò non tanto e non solo per motivi di carattere religioso, ma soprattutto perché tale Registro, affiancandosi all’istituto del matrimonio civile e della famiglia, riconosciuta dallo Stato Italiano come “società naturale fondata sul matrimonio”, lo mina alla base e non educa i giovani ad assumere scelte responsabili che impegnino stabilmente e pubblicamente, a bene di tutta la società. Crediamo che le istituzioni debbano mantenere sempre un atteggiamento di correttezza e di rispetto nei confronti anche di coloro che civilmente dissentono dalle loro opinioni, e che non debbano fraintendere e strumentalizzare singoli colloqui e incontri, condotti, come è nello stile delle associazioni cattoliche, in un clima di pacato e sereno confronto.