Giorno: 18 maggio 2012

18 maggio 2012 0

Assenteismo sui luoghi di lavoro negli enti pubblici: blitz dei carabinieri a Pico, Esperia, Arce e Pontecorvo

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

I carabinieri del N.O.R.M. di Pontecorvo e delle Stazioni dipendenti della Compagnia di Pontecorvo sono stati impegnati, in una attività straordinaria finalizzata alla prevenzione e repressione dei reati in materia di assenteismo dai luoghi di lavoro. L’attività è scattata questa mattina quando, cinque squadre di Carabinieri composte da uomini del Nucleo Operativo e Radiomobile e delle Stazioni, coordinate dalla Compagnia di Pontecorvo, hanno fatto simultaneo ingresso presso le sedi delle tre Comunità Montane con sedi ad Esperia, Arce e Pico, presso gli uffici della Riserva Naturale “Antiche Città di Fregellae e Fabrateria Nova e del Lago di San Giovanni Incarico” e presso la sede distaccata di Pontecorvo del Consorzio di Bonifica “Valle del Liri”.

I militari hanno passato al setaccio i registri delle presenze di dirigenti, impiegati ed operai occupati presso gli enti.

I primi accertamenti presso le Comunità Montane hanno fatto emergere responsabilità penali nei confronti di un responsabile dell’Ufficio Tecnico, di un assistente amministrativo contabile e di un dipendente agronomo.

In particolare, i primi due sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per il reato di truffa aggravata a danno dello Stato, perché, benché dovessero prestare attività lavorativa presso il proprio ente, nella mattinata non si sono recati sul luogo di lavoro in assenza di permesso o autorizzazione giustificativa.

Il dipendente agronomo, è stato invece denunciato per i reati di truffa aggravata a danno dello stato, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici e false attestazioni o certificazioni perché, dopo aver attestato falsamente la presenza continuativa sul luogo di lavoro, mediante timbratura del proprio cartellino “segnatempo”, immediatamente dopo si allontanava assentandosi, senza alcun permesso o autorizzazione.

Le indagini non sono concluse, e sono ora tese a verificare, attraverso ulteriori accertamenti, le posizioni di altri impiegati.

18 maggio 2012 0

65enne scippata a San Bartolomeo, indaga la polizia

Di admin

Una donna di 65 anni è stata scippata della collana d’oro che portava al collo. E’ accaduto oggi poco dopo le 16 nel quartiere San Bartolomeo. Un giovane si è avvicinato alla donna e le ha strappato la collana che aveva al petto, provocandole inevitabilemnte la caduta a terra. La donna è stata soccorsa e medicata dagli operatori del 118. Sulla vicenda, stanno indagando gli agenti di polizia del commissariato di Cassino per risalire all’autore del reato.

18 maggio 2012 0

Autostrade Cassino, salta l’accordo con le imprese di pulizia. E’ sciopero ai caselli

Di admin

Dall’A.S.La COBAS riceviamo e pubblichiamo:

La Gruppo B. & C. di Milano, azienda che gestisce l’appalto delle pulizie dei caselli e degli uffici del VI Tronco di Autostrade per l’Italia, compreso Cassino, ha disatteso l’accordo raggiunto , mercoledi’ scorso a Cassino,con A.S.La COBAS e la FISASCAT CISL che scongiurava la riduzione di orario di lavoro ai dipendenti, con il ricorso alla cassa integrazione in deroga.

Infatti in data odierna l’azienda ha fatto un passo indietro costringendo i Lavoratori e i sindacati a riscendere in sciopero ad oltranza.

Da questa mattina i dipendenti presidiano gli uffici di Cassino e hanno interrotto il servizio a tempo indeterminato.

La Gruppo B & C di Milano intende ad ogni costo ridurre del 40% l’orario ai dipendenti, questo nonostante non vi sia stata alcuna modifica al capitolato di appalto e che la quantità del lavoro sia rimasta identica.

Questi sono Lavoratori e Lavoratrici che hanno già un rapporto part-time con un salario al limite della sopravvivenza.

Presiederanno gli uffici di Autostrade fino a quando l’azienda non scenderà a compromessi.

A.S.La COBAS

18 maggio 2012 0

Proseguono le ricerche del 45enne a Fornelli

Di admin

Sono proseguite senza sosta per tutta la giornata di oggi, 18.05.2012, le ricerche di P.A., di 45 anni, residente a Fornelli (IS), scomparso da casa fin da mercoledì 9 maggio c.a. Tecnici del Soccorso Alpino Regionale, che coordinano il lavoro di ricerca, hanno di nuovo controllato il territorio di Fornelli, ivi compresi i pozzi, bacini artificiali e corsi d’acqua, coadiuvati dal Nucleo Sommozzatori dei VVF di Napoli. Nella giornata di domani, 19.05.2012, alcune squadre del Soccorso Alpino Regionale continueranno le ricerche a terra, mentre altre ispezioneranno con tecniche di forra ulteriori tratti del torrente La Vandra, assieme ai Vigili del Fuoco. Il torrente verrà monitorato quasi per intero. Al momento, la Prefettura di Isernia non prevede alcuna interruzione delle ricerche, che di fatto sono tuttora in corso. Oltre alle forze suddette, operano ormai da sei giorni senza sosta il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza di Roccaraso, l’unità cinofila dei Vigili del Fuoco, i Carabinieri, presenti fin dalle prime fasi della ricerca, il Corpo Forestale dello Stato, oltre a diversi volontari della Protezione Civile.

18 maggio 2012 0

Aidaa: “Giù le mani dai cani, nessuna tassa ne oggi ne mai”

Di admin

Da Aidaa riceviamoe pubblichiamo: Ci dispiace dover dire lo avevamo detto, ma purtroppo avevamo ragione, avevamo previsto che in primavera sarebbero ritornati alla carica con la tassa sui cani ed eccoci qua. Ancora una volta diciamo no a qualunque tassa sugli animali in particolare sui cani, nessuno escluso. La tassa sui cani rischia di diventare una nuova tassa di possesso cosi come avviene per le auto e per le moto. Noi diciamo No senza se e senza ma. In un periodo in cui si sta lottando per dare diritti e dignità agli animali, in cui si sta lottando da anni per combattere il randagismo e l’abbandono dei cani che tocca il suo apice proprio nei mesi estivi si vuole ora ancora una volta proporre una tassa sui cani favorendo di fatto il rischio di abbandono degli animali. AIDAA farà tutto quanto in suo potere per combattere questa assurda proposta di legge ed invita tutti i proprietari di cani ad una mobilitazione generale, con una marcia sul parlamento con i nostri amici a quattro zampe per fare sentire tutti insieme la nostra voce contro questa assurda proposta.

18 maggio 2012 0

Grossi: “Voglio fare i complimenti ai nuovi rappresentanti dell’Ateneo di Cassino”

Di redazionecassino1

“A seguito di quanto hanno decretato le elezioni universitarie che si sono svolte in questi giorni, voglio complimentarmi con la lista Ultimo Banco per il grandissimo risultato ottenuto e con tutti i nuovi rappresentanti dell’Ateneo cassinate. Ci dispiace, ovviamente, per tutti gli altri candidati che si sono presentati e che non sono stati eletti, ma evidentemente questo risultato è in linea con il vento di cambiamento che già dall’anno scorso ha iniziato a soffiare nella nostra città. Questa Amministrazione da sempre è attenta ai problemi che riguardano un’istituzione importante del territorio qual è l’Università degli Studi di Cassino e già più, in passato, ha incontrato vari rappresentanti degli studenti per ascoltare le loro istanze, mettendosi a loro disposizione nel tentativo di trovare le giuste soluzioni. Solo pochi giorni fa ad esempio, c’è stato un incontro, promosso dal capogruppo dei Democratici Francesco Carlino e l’assessore alla viabilità Riccardo Consales, con i rappresentanti della Facoltà di Ingegneria che ha portato a risolvere un forte disagio, legato all’impossibilità di accedere gratuitamente all’ultimo piano del parcheggio di via Di Biasio, problema manifestato sia dagli studenti che dai docenti della Facoltà e prontamente risolto. Nei prossimi giorni, inoltre, sono già in calendario diversi incontri nel corso dei quali verrà affrontato il problema viabilità zona folcara, sede oltre che di facoltà universitarie, anche di diversi istituti di scuola media superiore. Ci rendiamo, quindi, disponibili, già da lunedì pomeriggio, ad un incontro conoscitivo per avviare un rapporto di collaborazione con i neorappresentanti di tutte le liste, che sarà importante anche per portare avanti nuove attività che consentano una crescita culturale ed un migliore sviluppo del territorio. Siamo convinti che sia necessario lavorare in sinergia con l’Università, come dimostra il nostro rapporto costante con il rettore, per mirare ad ottenere risultati sempre migliori per la città di Cassino e per tutti i giovani del nostro territorio.” A riferirlo in una nota l’assessore alla cultura Danilo Grossi.

 

18 maggio 2012 0

Petrarcone: “Vogliamo amministrare Cassino condividendo le scelte e rispettando il programma di Bene Comune. Questo con l’UdC non era più possibile”

Di redazionecassino1

“La decisione maturata nella serata di ieri e condivisa all’unanimità è la conseguenza di una serie di situazioni che in questi mesi si sono venute a creare e che hanno fatto venire meno i presupposti e le condizioni per proseguire l’alleanza amministrativa con l’Udc. Da parte mia, sin da subito dopo la meravigliosa vittoria dello scorso anno, c’è stata massima disponibilità nel voler creare una maggioranza solida ed eterogenea nella ferma convinzione che questa fosse la scelta migliore e più vantaggiosa per la città di Cassino. Purtroppo, con sommo rammarico, in questo anno che è trascorso c’è stato un crescendo di esternazioni e di comportamenti poco corretti nei miei confronti e nei confronti della coalizione che da subito ha appoggiato la mia candidatura alle scorse elezioni. Non fa di certo piacere lavorare venti ore al giorno nel tentativo di risolvere i numerosi problemi che riguardano Cassino e sentirsi ‘pugnalati’ alle spalle con comportamenti ed esternazioni a dir poco inopportune come quelle con le quali qualche appartenente all’Udc. Tuttavia aldilà di questo aspetto, voglio ribadire che non è stato di certo il caso Giannandrea a determinare questa decisione che è in realtà la conseguenza di due modi diversi di intendere la politica e di portare avanti l’azione di governo. Da parte mia c’è sempre stata la volontà di condividere con l’intera maggioranza l’azione amministrativa, una volontà dimostrata anche dalla disponibilità nel cercare accordi e punti di contatto ogniqualvolta la situazione lo richiedeva. Una volontà che, però, evidentemente è stata unilaterale e che alla lunga ha segnato profondamente i rapporti con l’Udc e con i componenti del gruppo consiliare. Per dovere di cronaca è necessario anche fare dei distinguo e mi riferisco in particolare al consigliere Iannone che, al contrario, ha sempre tenuto un atteggiamento costruttivo e collaborativo, dimostrando massima disponibilità e lavorando con grande impegno all’interno delle commissioni consiliari di cui fa parte, senza essere mai di ostacolo alle scelte che questa Amministrazione ha inteso fare. Questo per ribadire che per quel che ci riguarda le amministrazioni non si caratterizzano per l’aspetto numerico, ma per la condivisione dei programmi, delle scelte e per il lavoro che ogni componente è chiamato a svolgere nell’interesse della città. Noi abbiamo vinto con un programma diverso e vogliamo rispettare il patto con i cittadini che hanno scelto il cambiamento. Il nostro obiettivo è quindi quello di amministrare Cassino nel miglior modo possibile e per farlo è necessaria una squadra che lavori in sinergia, che viaggi nella stessa direzione e che dimostri grande senso di responsabilità nelle decisioni che si andranno a prendere. Siamo convinti che dopo quanto è stato deciso ieri questo sia possibile anche perché ho rivisto in tutti noi l’entusiasmo della campagna elettorale e della nostra grande vittoria targata ‘Bene Comune’.” È quanto emerge in una nota a firma del sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone.

 

18 maggio 2012 0

Nuoto: ottimi risultati per i 17 atleti del Cus Cassino a ‘Le Naiadi’ di Pescara

Di redazionecassino1

Si è svolta nei giorni scorsi presso la piscina le Naiadi di Pescara la manifestazione nazionale di propaganda alla quale hanno preso parte mille atleti. Il CUS Cassino, guidato dal tecnico Doro, ha partecipato con ben 17 atleti ottenendo ottimi risultati. Cardines Ludovica, anno 2003, prima classificata ai 50 metri rana e seconda classificata ai 25 metri farfalla; Carbone Maria Enrica, anno 2004, seconda classificata ai 25 metri farfalla; Tamburrini Luca, anno 1997, terzo classificato ai 50 metri rana. Vanno sottolineate le ottime prestazioni di tutti i componenti della compagine del Cus Cassino Nuto – Tomassi Francesca anno 2004, Cipolla Ludovica anno 2004, D’Epiro Chiara anno 2002, Di Lucente Lorenzo anno 2002, Ranaldi Alessandra anno 2001, Paolozzi Stefano anno 2000, Abbatecola Antonio anno 1998, Vendittelli Pietro anno 1998, Di Fazio Marco anno  1998, Maraone Giacomo anno 1997, Paolozzi Giovanni anno 1996, Di Fazio Emanuele anno 1996, Quaglietti Giordano anno 1993 – che migliorano, di molto, i propri risultati personali. Il tecnico Luciano Doro afferma di essere pienamente soddisfatto dei suoi atleti ed è sicuro che queste prestazioni saranno un ottimo trampolino di lancio per la preparazione e il lavoro da svolgere in vista delle prossime gare. Diamo il prossimo appuntamento alle finali del “Terzo Trofeo Swim Acli 2012 Centro Sud” e al “Memorial Fabio Gori” che si terranno presso la piscina Parco della Madonetta di Acilia nella Capitale . Grande soddisfazione del presidente Carmine Calce il quale si ritiene entusiasta dei risultati ottenuti. Alla vigili della partenza per Messina, dove oggi ci sarà la consegna della bandiera tra il rettore Attaianese e il Magnifico dell’Ateneo di Messina – in vista del Campionati Nazionali Universitari che si terranno in città dal 18 al 26 maggio del prossimo anni – di Messina, Calce ha così commentato le straordinarie performances dei suoi atleti: «Personalmente sono soddisfatto di quanto fatto dai nostri ragazzi, è evidente che si stanno adattando ai nuovi sistemi di allenamento ottenendo così ottimi risultati nelle gare».

18 maggio 2012 0

Fiat: Convegno Uil-Uilm sul futuro dello stabilimento di Piedimonte S. Germano

Di redazionecassino1

Si è aperto questa mattina il  convegno promosso dal sindacato dei metalmeccanici Uil-Uilm «Piano industriale, salario, investimenti, produttività e nuovi modelli da rilanciare: il futuro dello stabilimento Fiat Group Automobiles di Piedimonte San Germano». Interviene il presidente del consiglio regionale del Lazio Abbruzzese. Concluderà il segretario generale Uil nazionale Angeletti. Il piano ‘Fabbrica Italià messo a punto dall’Ad di Fiat, Sergio Marchionne, dovrebbe portare lo stabilimento di Piedimonte San Germano  a produrre 400.000 vetture l’anno. Oggi dal sito industriale escono circa 220mila automobili l’anno. «Abbiamo urgente bisogno di un piano industriale – dice Francesco Giangrande (Uilm) – e solleciteremo la Fiat affinchè si possa arrivare a un esame della situazione». Tra lo stabilimento di Piedimonte San Germano e le aziende dell’indotto la Fiat dà lavoro a circa dodicimila persone. «La Bravo non è più appetibile – conclude Giangrande- la Delta è in difficoltà e si va avanti soprattutto con la Giulietta». I sindacati chiedono a gran voce di avviare a produzione nuovi modelli e su questo aspetto tutti sembrano concordi. Il convegno in corso a Cassino sulle prospettive dello stabilimento Fiat di Piedimonte San Germano, con l’intervento anche del presidente del Consiglio regionale del Lazio Mario Abbruzzese, è considerato un momento importante per riportare l’attenzione sulla fabbrica più importante della Ciociaria e del Lazio. «Nel 2002 la Fiat chiese lo stato di crisi e presentò un piano di esuberi con centinaia di lavoratori in mobilità e cassa integrazione a zero ore. Cifre allarmanti a cui si sommarono gli esuberi occupazionali dell’indotto. Per contenere i danni fu varata la legge regionale 46/2002, utile a far uscire dalla crisi il nostro territorio, la cui economia era ed è fortemente legata all’industria automobilistica». Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio, che questa mattina ha preso parte al convegno della Uil-Uilm, dal titolo ‘Più salario, più investimenti, più produttività e nuovi modelli da rilanciare: il futuro dello stabilimento Fiat Group Automobiles di Piedimonte San Germanò. «Da allora – ha sottolineato – grazie a questo strumento legislativo, siamo riusciti a rafforzare lo stabilimento, zoccolo duro dell’economia provinciale. Oltre al fatto che abbiamo raggiunto due traguardi: far registrare il minor numero di ore di cassa integrazione rispetto agli altri siti italiani e, come previsto dai piani aziendali di Fiat, rendere Piedimonte fabbrica strategica del gruppo automobilistico».(  «Oggi – ha aggiunto Abbruzzese – la situazione sarebbe stata drammatica senza la grande attenzione riservata in questi anni a Fiat, attenzione che si è concretizzata con la realizzazione ed il potenziamento di strutture e servizi nell’area industriale: Polo Logistico, raddoppiato del depuratore, rotatorie, miglioramento dell’assetto viario, tutti interventi strutturali della massima importanza. Ma è stato soprattutto il Polo a dare quel valore aggiunto che oggi ha portato la fabbrica torinese a scommettere sullo stabilimento di Cassino. Da presidente del Consiglio regionale del Lazio sto continuando a portare avanti una battaglia iniziata quando ero alla guida del Cosilam, perchè credo fermamente che per reagire alla crisi e salvaguardare l’occupazione occorre investire su sviluppo e infrastrutture». «La priorità, in questo momento – ha concluso – è il lavoro e per creare nuova occupazione dobbiamo mettere le nostre aziende in condizione di fare nuove assunzioni. Sono convinto che attraverso azioni sinergiche con le forze imprenditoriali, sindacali, politiche, istituzionali e, in particolare, con la Regione Lazio, riusciremo a tradurre in soluzioni concrete le esigenze che vengono dal mondo del lavoro, dell’impresa e delle famiglie».

 

18 maggio 2012 0

“Le Epigrafi letterarie antiche su Aquinum e le epigrafi nelle raccolte comunali” il nuovo volume del Comune

Di redazionecassino1
“Le epigrafi letterarie antiche su Aquinum e le epigrafi nelle raccolte comunali di Aquino”. Questo il titolo del nuovo libro pubblicato dal comune e dal museo di Aquino che viene presentato nella sala consiliare del palazzo comunale sabato 19 marzo alle ore 17.00. Il bel volume, illustrato e di grande formato, è il sesto che viene pubblicato nella collana chiamata “ager aquinas” e ne è autore Carlo Molle, epigrafista del nostro territorio, e vede la luce con il contributo della legge regionale 42 su attività culturali e museali. Il volume analizza e illustra le epigrafi pubbliche presenti nel territorio di Aquino, quelle raccolte negli ultimi anni nel museo aquinate e nello stesso palazzo comunale, e quelle presenti incastonate nelle pareti della chiesa della Madonna della Libera, che, come molti sanno, fu edificata riusando anche molto materiale di spoglio proveniente dai resti degli edifici della città romana ormai in rovina, nel periodo  altomedievale. Fino a pochi anni fa, il comune di Aquino non possedeva nessun reperto epigrafico, mentre oggiAggiungi un appuntamento per oggi, una collezione, seppure modesta, è entrata a far parte del patrimonio pubblico aquinate, come sottolinea con comprensibile compiacimento, il sindaco di Aquino Antonino Grincia, che nella sua prefazione al libro fa notare come le epigrafi del museo della città, “non sono moltissime, ma abbastanza numerose da poter essere considerate un primo nucleo di una più vasta raccolta che si spera possa arricchirsi nel corso del tempo. E’ il caso di ricordare” continua,”che fino a non molti anni fa, ad Aquino non esistevano epigrafi di proprietà pubblica perchè mai era stata intrapresa un’iniziativa del genere. Con la realizzaazione del museo della città, questo è stato reso possibile”sottolinea ancora il sindaco, rimarcando il fatto che diversi frammenti ed epigrafi lì raccolti, furono da lui salvati prima ancora che cominciasse a rivestire la carica di primo cittadino, e affermando di averne “evitato la dispersione e quindi la perdita e successivamente depositati nel museo della mia città perchè diventassero patrimonio di tutti e contribuissero ad approfondire la conoscenza della storia aquinate”. “Anche per questo motivo,”sottolinea ancora il sindaco Grincia, “sono particolarmente orgoglioso della pubblicazione di questo bel volume e dell’analisi delle epigrafi di Aquino di proprietà pubblica, che ne documenta l’importanza e ne spiega lo stesso significato, epigrafe per epigrafe, e frammento per frammento”. Il volume raccoglie anche oltre all’esame di questi reperti, tutte le fonti letterarie antiche,sia greche che romane, che parlano  di Aquino, dalle origini fino all’alto medioevo, quando la città assunse nuova e più vasta importanza divenendo sede di diocesi, e centro della nota, omonima contea. Il volume che riproduce in copertina una magnifica iscrizione dedicata alla”dea bona”, sarà presentato dalla studiosa Cecilia Ricci dell’università del Molise, con l’intervento dello stesso autore Carlo Molle. Lo stesso volume, così come anche i precedenti, sarà consegnato in omaggio a quanti interverranno alla manifestazione di presentazione.