Giorno: 19 maggio 2012

19 maggio 2012 0

Si schianta contro il guard rail sulla strada regionale 509 a San Donato, centauro cassinate perde la vita

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Si è schiantato in sella alla sua Suzuki 1000 contro il guard rail sulla strada 509 che da San Donato Val di Comino porta al passo di Forca d’Acero. E’ morto così questa mattina poco prima di mezzogiorno Pierpaolo Held, 40 anni, originario di Atina ma residente a Cassino. Per l’uomo, ingegnere presso lo stabilimento Fiat di Cassino, l’impatto è stato fatale. Gli operatori del 118 giunti da Atina, vista la gravità della situazione hanno allertato l’eliambulanza ma purtroppo per il 40enne non c’era più nulla da fare. La dinamica dell’incidente è al vaglio dei carabinieri di San Donato Val di Comino.

19 maggio 2012 0

Ispezionato invano anche un torrente per trovare il 45enne disperso a Fornelli

Di admin

Sono proseguite senza sosta per tutta la giornata di oggi, 19.05.2012, le ricerche di P.A., di 45 anni, residente a Fornelli (IS), scomparso da casa fin da mercoledì 9 maggio c.a. Alcune squadre del Soccorso Alpino Regionale hanno continuato a perlustrare il territorio circostante il paese di Fornelli, controllando anche pozzi e cisterne. Altre squadre hanno ispezionato con tecniche di forra lunghi tratti del torrente La Vandra, assieme ai Vigili del Fuoco. Il torrente è stato monitorato quasi per intero. Al momento le ricerche sono state sospese.

19 maggio 2012 0

Maltempo, da domani vento forte e pioggia sulla Sardegna

Di admin

Un sistema frontale di origine atlantica, attualmente posizionato sulla penisola iberica, tende a progredire verso l’Italia, interessando dapprima l’isola della Sardegna dove porterà un generale peggioramento delle condizioni meteorologiche.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche che prevede dalle prime ore di domani, domenica 20 maggio, precipitazioni a prevalente carattere temporalesco sulla Sardegna, tali fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

19 maggio 2012 0

Attentato a Brindisi, Scalia: “Profondo dolore per le vittime. Le istituzioni siano unite”

Di admin

“L’attentato di Brindisi mi ha scosso profondamente. Qualunque sia la matrice di questo vile gesto, fa riflettere che l’obiettivo sia stata una scuola, ovvero la culla del sapere e della libertà. Provo profondo dolore per le giovani vittime che rappresentano il nostro futuro e la nostra speranza”. Questo il commento a caldo del Consigliere regionale del PD, Francesco Scalia, sull’esplosione di Brindisi. “Ora tutte le istituzioni ed i cittadini si stringano compatti a difesa dei valori e dei principi fondanti della nostra democrazia”.

19 maggio 2012 0

Petrarcone: “In Comune bandiere a mezz’asta per la tragedia di Brindisi”

Di admin

“A nome dell’intera Amministrazione comunale voglio esprimere profondo cordoglio e dolore per quanto avvenuto questa mattina a Brindisi. Si tratta di un gesto efferato ed inqualificabile che ha causato la morte della giovanissima Melissa Bassi e ferito in maniera grave Veronica Capodieci che proprio in queste ore sta lottando tra la vita e la morte. Alle famiglie delle due giovanissime ragazze e di tutte le persone coinvolte voglio esprimere massima vicinanza anche a nome dell’intera cittadinanza di Cassino. Si tratta di un gesto di massima gravità, davanti al quale non si può che rimanere sgomenti e che spinge tutti noi a riflettere su quanto è necessario fare per contrastare azioni di questo tipo. Sono convinto che tragedie come queste, che vanno a colpire l’intera nazione, debbano non solo essere punite, ma ci mostrano come sia ormai ineludibile la necessità di fare fronte comune contro l’illegalità, a partire dai giovani.” A riferirlo in una nota il sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone

19 maggio 2012 25

Bimbo disabile cerca di accarezzare i suoi ‘amici cuccioli’, ma viene allontanato in modo brusco

Di redazionecassino1

Chi ama gli animali, si dice, che ami molto anche gli esseri umani. A ben guardare, qualche dubbio in proposito sorge, anzi se proprio vogliamo dirla tutta, non ci credo affatto. A confermarlo l’episodio di cui è stato protagonista questa mattina, durante il mercato settimanale dell’abbigliamento di campo Miranda, un bambino disabile di cinque anni con la passione per gli animali, in particolare per i cani. Il piccolo alla vista dei suoi animali preferiti, nonostante fosse su una sedia a rotelle si è avvicinato a quei cuccioli nella speranza di poterli toccare, accarezzare e poter giocare. Non è stato possibile, perché una delle donne che li custodiva, lo ha redarguito e aggredito in modo brusco e brutale, intimandogli di non toccarli: “altrimenti si spaventano…!”, incurante del suo stato, peraltro ben visibile, dello stupore e della sensazione di paura causata al bambino e agli sguardi stupiti ed indignati dei presenti e della mamma del piccolo. Se questo è l’amore che taluni nutrono verso le persone, soprattutto quando si tratta di bambini, oltretutto disabili, qualche dubbio sulla sensibilità di questi “pseudo animalisti”, mi sembra sacrosanto, anche nei confronti degli animali stessi. Bisogna ricordare che tutte le settimane, proprio dinanzi all’ingresso di campo Miranda, stazionano due donne, una anche anziana, molto conosciute per la loro ‘pseudo attività’ di raccolta e cura di cani randagi, che tentano di far adottare ai visitatori del mercato. Già, ‘pseudo cura’ dei cani, poiché a ben guardare lo stato della situazione igienico-sanitaria e dei controlli veterinari dei cuccioli e degli altri cani che custodiscono, lasciano molto a desiderare.  Del resto entrambe le donne non sono nuove a polemiche e provvedimenti amministrativi e di polizia locale, sul modo e le condizioni in cui si occupano di cani randagi. La  vicenda, oltre alla scarsa sensibilità dimostrata dalle due nei confronti del piccolo disabile, si presta certamente ad una serie di interrogativi. In primo luogo se sia possibile continuare a ‘regalare’ cuccioli nei modi e nelle condizioni igieniche e di controlli veterinari in cui avviene, sistematicamente, durante il mercato settimanale. In secondo luogo, chi controlla le condizioni sanitarie e veterinarie su quei cuccioli, esposti ed offerti in gabbie o contenitori spesso sporchi e maleodoranti, nonostante la presenza di due addetti alla Polizia Locale? Forse qualche maggior controllo, da parte delle Autorità sanitarie e veterinarie, andrebbero effettuati in modo più incisivo e scrupoloso, ne va della salute degli animali, di chi li adotta e di tutti i cittadini. Sarà anche opportuno chiedersi se il problema del randagismo, troppo presente nella nostra città, debba essere affidato a persone come quelle che stazionano, puntualmente senza controllo, con cuccioli di cani randagi nelle condizioni descritte, in un luogo pubblico come è il mercato settimanale. Bisogna ricordare che nel comune di Viticuso esiste da tempo una struttura costruita con soldi pubblici,  da anni inutilizzata non si sa per quali oscuri motivi!

F. Pensabene

19 maggio 2012 0

Imu, approvate le aliquote a Colle San Magno

Di admin

In applicazione del Regolamento approvato nella seduta consiliare del 16 marzo scorso, il Comune di Colle San Magno ha deliberato l’entità delle aliquote IMU per l’anno 2012. La decisione ha tenuto conto di quattro parametri di riferimento: mantenere invariato il gettito fiscale rispetto alle entrate derivanti dall’Ici; non gravare, con aumenti, il peso fiscale sui cittadini; garantire la salvaguardia del bilancio comunale e assicurare le prestazioni e i servizi dell’Ente locale. In base a questi principi e indirizzi sono state fissate le aliquite. Aliquota al 5,5 per mille per l’abitazione principale e relative pertinenze; aliquota al 4,5 per mille per l’abitazione principale di soggetti in particolare condizioni fisiche, nonché di famiglie con persone disabili; aliquota al 7 per mille per gli immobili concessi in comodato d’uso gratuito; aliquota al 7 per mille per gli immobili dei cittadini iscritti al Registro Aire, i residenti all’estero; aliquota del 2 per mille per i fabbricati rurali ad uso strumentale e aliquota al 7,6 per mille per le restanti categorie di immobili. Per l’abitazione principale è prevista la detrazione di Euro 200 a famiglia, più ulteriori Euro 50 per ogni figlio di età inferiore a 26 anni. “In un quadro di grave difficoltà economica per gli Enti locali – ha spiegato l’assessore al bilancio Antonio Di Adamo – abbiamo mantenuto invariata la pressione fiscale sulla casa rispetto all’Ici, ora Imu. Le aliquote proposte tengono in debito conto le esigenze dei cittadini e la necessità del Comune di continuare ad assicurare i servizi primari alla popolazione”. “A Colle San Magno le rendite catastali sono molto basse – ha dichiarato il sindaco Antonio Di Nota – per cui l’Imu incide in misura molto minoritaria sulla tassazione. Abbiamo operato con coscienza. Da anni manteniamo bloccati tributi come le tariffe per la mensa, la luce votiva, il trasporto e la fida pascolo. La scelta fatta sull’individuazione dell’aliquota Imu al 5,5 per mille serve a garantire i servizi e le attività dell’Ente. Colle San Magno, a titolo esemplificativo del modo di gestire la cosa pubblica dell’amministrazione, è interessata da circa una quindicina di cantieri, già partiti o in fase di avvio, segno che il paese cresce, va avanti, nonostante la crisi, perché in Municipio si lavora con serietrà e costanza, per il bene della collettività”.

19 maggio 2012 0

Attentato all’istituto Morvillo Falcone di Brindis, solidarietà a Vendola dal presidente della regione Molise Iorio

Di admin

Il Presidente della Regione Molise Michele Iorio ha inviato al Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola un messaggio di cordoglio e solidarietà per il vile attentato alla scuola di Brindisi.

“Caro Presidente, esprimo a te e a tutti i Pugliesi, a nome di ogni Molisano, il cordoglio per la morte della giovane studentessa di Brindisi, il dolore per il ferimento delle altre ragazze dell’Istituto, e la piena e ferma indignazione per un atto vile ed inaccettabile. Il Molise purtroppo conosce il dolore della morte di ragazzi colpiti nel mentre si accingevano a studiare e fortificare le loro conoscenze per un futuro migliore. A noi si è trattato dal fato, a Brindisi quasi certamente dalla spietatezza della criminalità organizzata e dalla sua ignobile ed inumana azione eversiva. Siamo dunque vicini alle famiglie degli studenti e alle Istituzioni di ogni ordine e grado. Ciò nella certezza che solo con la vicinanza e la solidarietà di tutti i cittadini onesti e liberi lo Stato, attraverso le Forze dell’Ordine e la Magistratura, potrà, non solo fermare i colpevoli, sia mandanti che esecutori, ma rigettare con ferma decisione il loro piano criminoso e fortemente lesivo dello società e del vivere democratico”.

19 maggio 2012 0

Una studentessa sedicenne, Melissa Bassi, morta e una in gravissime condizioni nell’attentato alla scuola ‘Morvillo Falcone’

Di redazionecassino1

È una ragazza di sedici anni, Melissa Bassi, dilaniata dallo scoppio di un ordigno, la vittima del vile attentato di questa mattina davanti all’Istituto  Professionale di Stato per i Servizi Sociali ‘Francesca Laura Morvillo Falcone’ di Brindisi, una seconda studentessa, Veronica Capodieci, è in gravissime condizioni, tre giovani con ustioni su tutto il corpo, due delle quali in gravi condizioni (una probabilmente perderà gli arti inferiori), altre cinque persone colpite in maniera meno grave. questo è il bilancio, orrendo, di un attentato compiuto dinanzi alla scuola brindisina, che conta 600 alunni. Le persone in condizioni meno gravi sono tre studenti che vengono soccorsi in ospedale per forti manifestazioni da ansia e due passanti che vengono curati perché colpiti da otalgie a causa dello scoppio. Un attentato, quello di stamattina a Brindisi, diretto contro la scuola, secondo i primi accertamenti degli investigatori. Si sarebbe trattato di un ordigno confezionato artigianalmente con un innesco collegato a due bombole di gas. Le  bombole di gas, probabilmente collocate anche ad un timer, erano state collocate su un muretto vicino ad un cancello secondario della scuola. È  il preside dell’Istituto a raccontare l’accaduto e ad esprimere il suo parere sull’attentato: ”E’ stato fatto per uccidere: a quell’ora – dice il prof. Angelo Rampino – le ragazze entravano, proprio a scuola. Fosse accaduto alle 7.30 non ci sarebbe stata nessuna conseguenza”. D’altro canto, ha rilevato poco dopo l’attentato il neosindaco, Mimmo Consales, in carica da una settimana, sono troppe le “coincidenze” perché il pensiero non corra subito ad un attentato mafioso di forte valenza simbolica: è stato colpito l’istituto intitolato alla moglie di Giovanni Falcone, a pochi giorni dal ventesimo anniversario della strage di Capaci, e nel giorno dell’arrivo a Brindisi della Carovana antimafia. E’ stata inoltre colpita la scuola, gli studenti, i giovani, proprio i giovani che dalla Sicilia alla Calabria alla Puglia hanno costituito l’elemento più forte di rifiuto della cultura mafiosa di guerra e di morte. All’ospedale ‘Perrino’, è morta Melissa Bassi, 16 anni. E’ invece viva Veronica Capodieci, anche lei di 16 anni, che sembrava essere la seconda vittima dell’attentato, secondo informazioni fornite dalla polizia nei primi, concitati momenti subito dopo l’esplosione. Per la direzione sanitaria dell’ospedale, le condizioni di Veronica rimangono gravissime ma sono stabili.

19 maggio 2012 0

“Combattere la Crisi, combattere le mafie: Il lavoro e la legalità per conquistare il futuro” il 22 maggio a Cassino

Di admin

“In un momento difficile come quello attuale, sia per il Paese che per questa provincia, la CGIL e il Silp per la CGIL di Frosinone hanno organizzato, per il giorno 22 maggio p.v., a Cassino – Sala Restagno, un’iniziativa che vedrà insieme Magistrati e rappresentanti delle associazioni per discutere della grave crisi che attanaglia la Ciociaria in relazione alla presenza delle mafie. “Combattere la Crisi, combattere le mafie: Il lavoro e la legalità per conquistare il futuro” è il tema dell’incontro e ne discuteranno il Questore di Frosinone Giuseppe DE MATTEIS, Procuratore di Tivoli Luigi DE FICCHY, il Sostituto Procuratore della D.D.A. di Napoli Antonio ARDITURO, il Coordinatore Nazionale di S.O.S. impresa Luigi CUOMO, Il Segretario Generale Provinciale della CGIL Domenico DE SANTIS e il responsabile provinciale per la Formazione del Silp per la CGIL Marco GALLI. I lavori saranno coordinati dalla giornalista Tamara Graziani e sono previsti interventi anche delle associazioni che sul territorio operano nell’ambito della legalità. Siamo convinti che, in un momento di crisi come quello attuale, ancora più ci debba essere una particolare attenzione alla presenza delle mafie capaci, soprattutto in un contesto di inaccessibilità al credito, di investire enormi risorse economiche, infiltrandosi pericolosamente nel tessuto sociale ed economico di un territorio. L’incontro, cui il sindaco Giuseppe GOLINI PETRARCONE ha assicurato un suo contributo, avrà inizio alle 15,30.”