Giorno: 23 maggio 2012

23 maggio 2012 0

Tre condanne per stalking in tre anni, record per un lancianese incubo di una 46enne

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Dal 2009, tre condanne per stalking ai danni della stessa donna. Quasi un record quello Giovanni Di Battista, che ieri ha rimediato dal tribunale di Lanciano l’ultima condanna, quella più pesante, a ben sei anni di carcere. L’uomo dopo una relazione con una 46enne di Lanciano, non si è rassegnato a perderla e l’ha resa vittima delle sue manie persecutorie con messaggi, telefonate e anche richieste di soldi per lasciarla in pace. Ecco perché, nell’ultimo processo, è stato riconosciuto colpevole anche del reato di estorsione.

23 maggio 2012 0

Incendio nel cantiere di una casa a Cervaro. Intervengono i pompieri

Di redazione

Probabilmente la fiamma per saldare le lastre di catrame sopra un tetto sono state la causa, questa sera, dell’incendio che ha interessato il cantiere di una casa in costruzione a Cervaro. Il rogo, dal tetto, rischiava di propagarsi ai piani sottostanti ma ad impedirlo sono stati i vigili del fuco di Cassino. Per fortuna, nessuna persona è rimasta ferita ma da registrare anche l’ingiustificato e inspiegabile nervosismo dei proprietari che si sono scagliati contro i giornalisti e fotoreporter. Foto e servizio Ermanno Amedei

23 maggio 2012 0

“Vogliamo un mondo Migliore”, a centinaia in strada a Ferentino per ricordare Melissa

Di redazione

Un grande segnale di solidarietà è arrivato dalla città di Ferentino, a seguito dell’uccisione ingiusta e straziante della 16enne Melissa Bassi di Brindisi. Alto si è levato da Ferentino il grido: “vogliamo un mondo migliore!”. Erano centinaia i cittadini che, visibilmente commossi e con grande compostezza e silenzio, hanno partecipato ieri sera al corteo di solidarietà che ha sfilato per le vie di Ferentino. In apertura un grande striscione bianco sorretto da alcuni ragazzi su cui campeggiava: “Melissa con Te per un Mondo migliore”. Subito dietro lo slogan il sindaco Piergianni Fiorletta, il vicesindaco Luigi Vittori e tutto l’esecutivo municipale, inoltre tanti altri amministratori comunali e molti parroci della città. Tantissimi cittadini tra cui molti giovani hanno voluto manifestare la propria vicinanza alla città di Brindisi e ai familiari della giovane Melissa strappata alla vita prematuramente e ingiustamente, mentre era in procinto di entrare a scuola. Ma anche sgomento e rabbia serpeggiavano tra la gente di Ferentino che condanna fermamente l’azione terroristica. Il serpentone di gente scortato dai carabinieri e dai volontari della locale protezione civile, dopo aver percorso da Collepero, Viale Marconi, il corso del Vascello e via XX Settembre, è giunto nella centralissima piazza Giacomo Matteotti. Qui è stata formata una catena umana, in un momento di profonda commozione e riflessione sull’inquietante attentato. Hanno preso la parola il sindaco Fiorletta e don Angelo Conti. In chiusura i tanti presenti, tutti mano nella mano, hanno pregato per Melissa e le ragazze ferite. “Una grande risposta della nostra città – ha sostenuto il sindaco Fiorletta –. Abbiamo ricordato degnamente Melissa e preghiamo per lei, la sua famiglia e le altre ragazze colpite, siamo vicini alla città di Brindisi. Difficile capire il perché di tanta ferocia e vigliaccheria”. Aldo Affinati

23 maggio 2012 0

Lavori sulla Monti Lepini, ex sindaco di Frosinone indagato per corruzione

Di redazione

L’ex sindaco di Frosinone Michele Marini sarebbe indagato per corruzione. Lunedì, Marini ha perso il ballottaggio e, quindi, anche la poltrona di primo cittadino e in questi giorni la tegola giudiziaria. Insieme al suo nome, sul registro degli indagati, ci sarebbero iscritti anche quelli di due imprenditori sorani e di un commercialista di Frosinone. Al centro della vicenda giudiziaria ci sarebbero i lavori di riqualificazione sulla strada Monti Lepini; fognature e marciapiedi, per un importo di 14 milioni di euro. Ieri sera, carabinieri e finanzieri erano in comune a Frosinone per prelevare documentazione, cartacea su supporti magnetici, relativa all’affidamento e alla realizzazione delle opere publbiche.

23 maggio 2012 0

Lanciano nel Fumetto, tra gli ospiti il “padre” di Ghost Rider

Di redazione

Una mostra mercato del fumetto di respiro internazionale quello che si sta organizzando a Lanciano, previsto per il 2 e 3 giugno. “Lanciano nel fumetto” è una manifestazione che conserva una notevole importanza nel settore della fumettistica e costituisce un’occasione speciale per ogni giovane creativo ed ogni amante del fumetto. Un evento nato con lo scopo di divulgare la cultura del fumetto in Abruzzo. Si svolgerà lungo corso Trento e Trieste e l’ingresso è gratuito Tra gli ospiti Roland Boschi, il disegnatore de Il Punitore e Ghost Rider.

23 maggio 2012 0

Falso cieco individuato e denunciato dai carabinieri di Pontecorvo

Di redazione

Da due anni era stato dichiarato “cieco ventimista”, con un residuo visivo non superiore a un ventesimo. Un pensionato settantaquattrenne residente in un piccolo centro della Provincia di Frosinone, cieco però non lo era affatto. La sua cecità risultava soltanto nei certificati medici compiacenti che l’uomo aveva presentato all’apposita commissione medica, tanto che i Carabinieri della Compagnia Carabinieri di Pontecorvo comandata dal capitano Pierfrancesco Di Carlo, nell’ambito delle attività disposte dal Comando Provinciale Carabinieri di Frosinone, a parziale esito di attività investigativa nel settore delle frodi in materia di prestazioni sociali pubbliche, l’hanno filmato e fotografato mentre passeggiava per le vie del paese, attraversava disinvoltamente la strada, leggeva i giornali comodamente seduto in un bar e mentre faceva acquisti presso un negozio di genere alimentari. Dalle indagini, in realtà, è emerso una situazione completamente diversa dal quadro clinico desumibile dalla documentazione sanitaria, in quanto l’uomo, pensionato e già responsabile dell’Ufficio Anagrafe del Comune, era in grado di condurre le proprie mansioni quotidiane senza mostrare alcuna carenza visiva e senza avvalersi di supporti (accompagnatore o bastone). Lo stesso è noto nel piccolo centro per essere autore di libri di poesie. Le risultanze investigative del personale operante, inoltre, hanno consentito di accertare che il falso cieco aveva percepito indebitamente, fino ad oggi, circa Euro 4500,00 di emolumenti, tra pensione ed indennità speciale. L’uomo, deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Cassino, dovrà rispondere di truffa aggravata. Sono in corso le procedure per il recupero delle somme illecitamente percepite nonché l’analisi e l’elaborazione dei dati e delle informazioni ricavabili dai sistemi informatici dell’INPS al fine di smascherare altre situazioni analoghe.

23 maggio 2012 0

Terremoti, lieve scossa nel cassinate

Di admin

Un terremoto di magnitudo 2.1 è stato registrato dai sismografi della rete nazionale dell’Istituto di Geofisica e Vulcanologia alle 17.59. Il sisma è stato localizzato tra i comuni di Aquino (Fr), Castrocielo (Fr), Colle San Magno (Fr), Piedimonte San Germano (Fr), Pontecorvo (Fr), Roccasecca (Fr), Terelle (Fr) e Villa Santa Lucia (Fr).

23 maggio 2012 0

Preoccupazione per i livelli occupazionali alla Bls-Bper, Di Giuseppantonio incontra i vertici

Di redazione

Il presidente dell’amministrazione provinciale di Chieti Di Giuseppantonio, rispondendo alle preoccupazioni del territorio e in particolare dei dipendenti della Banca di Lanciano e Sulmona (Bls) recentemente assorbita dalla Bper, ha voluto incontrare questa mattina a Chieti, presso la Provincia, l’Amministratore delegato di Bper Luigi Odorici, il Direttore commerciale del Gruppo Bper Pierpio Cerfolgli, il Capo del personale Giuseppe Corni, il direttore generale della Bls Guido Serafini.

23 maggio 2012 0

A Pignataro Int. due borse di studio per studenti meritevoli

Di redazione

C’è tempo fino al 5 settembre per presentare la domanda per l’assegnazione di una delle due borse di studio messe in palio dalla fondazione “Famiglia Cavaliere” per i ragazzi di Pignataro iscritti all’ultimo anno delle scuole medie o superiori. Per ulteriori informazioni o per vedere lo statuto della fondazione, in base al quale verranno assegnate le borse, ci si deve rivolgere a Marcello Cavaliere che è anche il punto di riferimento per ottenere i moduli per presentare domanda (che va intestata a Fondazione Famiglia Cavaliere e fatta pervenire in via Roma,78 03040 Pignataro Interamna) Per essere ammessi alla selezione occorre presentare: 1 – Certificato che comprovi la residenza nel Comune di Pignataro Interamna da almeno un anno; 2 – Stato di famiglia; 3 – Titolo di studio conseguito nell’anno scolastico 2011/2012; 4 – Lettera di referenza di un insegnante del corso e del direttore/preside della scuola frequentata Ser. Pr. Foto: La premiazione dello scorso anno

23 maggio 2012 0

D’estate affittavano appartamenti ai turisti, d’inverno alle prostitute; un arresto e quattro denunce ad Ortona

Di redazione

Ingaggiavano prostitute, donne e trans, a Roma per farle esercitare in due appartamenti a Lido Riccio di Ortona (Ch). Si faceva chiamare Angela, ma in realtà, in domenicano arrestato dai carabinieri di Ortona agli ordini del Capitano Gianfilippo Manconi e coordinati dal Luogotenente Antonio Giampietri, si chiama Dominguez Henry Jovanny Maldonado reggeva le fila di una fitta e proficua rete di prostituzione che dalla Capitale si spingeva fin sulla costa Adriatica, nelle case di proprietà di B. A., originario di Ortona, denunciato per favoreggiamento insieme a tre prostitute F.M., 28 enne donna di nazionalità indiana residente a Ortona; H.C.M, (alias “nelly”), 34enne prostituta di Alba (CN); R.F., (alias “asia”), 45enne colombiano domiciliato a Pescara. Una attività che si svolgeva prevalentemente d’inverno, quando gli appartamenti in riva al mare rimanevano sfitti. Il continuo via vai di persone nelle immediate vicinanze degli appartamenti, clienti che sbagliavano citofono e chiedevano prestazioni particolari agli ignari vicini degli appartamenti dove alloggiavano le prostitute, ma anche turiste che, nel periodo estivo occupavano quegli alloggi, costrette a scacciare in malo modo uomini con soldi alla mano pretendevano rapporti sessuali sono stati gli elementi che hanno permesso di arrivare alla conclusione odierna che ha visto anche il sequestro dei due appartamenti da 240 mila euro. Le donne cambiavano di mese in mese e il compenso per l’affitto dei due appartamenti andava dai 500 ai 700 euro a settimana.