Carla Mancini, un’artista e le sue opere tra ispirazione dell’anima e le passioni della carne

21 maggio 2012 0 Di redazione

Carla Mancini,42 anni, insegnante di matematica con la passione per la scultura è il personaggio che Tamara Graziani presenta nel suo blog Red Poppies (http://redpoppies.jimdo.com/)
Quarantadue anni e l’aspetto di una fata uscita dal mondo fantasy. Scolpisce magistralmente la materia attirando le invidie di scultori professionisti e guadagnando premi e riconoscimenti nel settore. Eppure non ha un percorso di studi artistico ma una laurea in economia e commercio. Di lei si dice che sia un vulcano alle prese con mille idee ed una fonte inesauribile di creatività. Certo è che le sue opere in ceramica sembrano provenire da una parte sconosciuta dell’universo: la materia con la quale sono state plasmate ha subìto trasformazioni sotto l’impeto del calore e delle reazioni chimiche. Bulloni e tubi che fuoriescono da teste maschili, colature di smalti e terre colorate che scendono su volti femminili, busti di donna dai riflessi di argento sospesi a mezz’aria, maschere rosso fuoco dalle quali traspare mistero. Viste nell’insieme le opere di Carla Mancini trasudano un fascino irresistibile, comunicano tutto il dramma di una condizione umana in lotta tra le aspirazioni dell’anima e le passioni della carne. Di primo acchito le opere della Mancini possono turbare. Reazione comprensibile e propria di uno spettatore che si guarda allo specchio … Continua