Cassa integrazione: ad aprile 2012 -13,6% rispetto a marzo 2012 – 5,4% rispetto ad aprile 2011

4 maggio 2012 0 Di admin

Nel mese di aprile 2012 si registra una consistente diminuzione (-13,6%) delle ore di cassa integrazione complessivamente autorizzate, rispetto allo scorso mese di marzo: si è passati, infatti, dai 99,7 milioni di ore di marzo agli 86,2 milioni di aprile. Si riscontra, inoltre, una riduzione del -5,4% anche rispetto al mese di aprile dello scorso anno, quando furono autorizzate 91,1 milioni di ore.
Tuttavia, nel complesso, nei primi quattro mesi del 2012 sono state autorizzate all’incirca lo stesso numero di ore del primo quadrimestre 2011: 322,85 milioni nel 2012 contro 322,93 milioni del 2011.

“La flessione delle richieste di Cig in aprile – commenta il presidente dell’Inps, Antonio Mastrapasqua – è un dato ciclico, stagionale, ma l’andamento del primo quadrimestre nel suo complesso resta in linea con quello dello scorso anno. E questo conferma che la situazione del sistema economico e produttivo resta critica”.

Prendendo in esame le singole tipologie, gli interventi ordinari (CIGO) di aprile sono leggermente diminuiti (-4%) rispetto al mese precedente, essendo passati da 28,4 a 27,2 milioni di ore. In confronto al mese di aprile dello scorso anno, invece, si evidenzia un forte incremento (+41,5%): ad aprile 2012, infatti, sono state autorizzate 27,2 milioni di ore, contro i 19,2 milioni di aprile 2011.
L’incremento è da attribuire in modo particolare al settore industriale, dove le autorizzazioni sono aumentate del 50,2% rispetto ad aprile 2011, e in modo più contenuto al settore edile, che ha registrato un aumento del 20%.

Andamento contrario per gli interventi straordinari (CIGS). Il numero di ore autorizzate ad aprile 2012, pari a 29,9 milioni, risulta inferiore del -11,3% rispetto ai 33,7 milioni dello scorso mese di marzo, e del -27,7% rispetto al mese di aprile del 2011, quando furono autorizzate quasi 41,4 milioni di ore. Anche in questo caso, è il settore industriale a determinare la variazione, negativa questa volta, con un calo del -28,9% rispetto alle ore autorizzate ad aprile 2011.