Emergenza neve, a Ferentino spesi 300mila euro per liberare le strade

31 maggio 2012 0 Di redazione

La neve è costata circa 300mila euro al Comune di Ferentino, solo per essere rimossa. L’ente gigliato è stato annoverato tra i territori più colpiti dai fenomeni nevosi di febbraio per durata e continuità. Essi hanno richiesto straordinari impegni finanziari per garantire viabilità e sicurezza, a parte i gravissimi danni, per milioni di euro, ad edifici storici, infrastrutture, coltivazioni, ditte private e abitazioni civili. Alla Regione Lazio il Comune ha fatto richiesta del riconoscimento dello stato di calamità naturale e ora si attendono i fondi. “Grazie a quanti si adoperano per il nostro territorio e si fanno portavoce delle richieste di aiuto in favore della nostra città — ha affermato il sindaco Piergianni Fiorletta–. Abbiamo fatto il possibile per fronteggiare la grave situazione. Abbiamo fatto la ricognizione delle spese sostenute, a causa delle eccezionali precipitazioni nevose. La spesa di euro 290.162,67 relativa alle prestazioni rese da ditte esterne per la rimozione della neve, è coperta dall’avanzo di amministrazione 2011. A fronte dei costi, oggi stiamo ancora intervenendo per la manutenzione delle strade e di vaste aree pubbliche, oltre alle spese per il personale, carburanti e materiali di consumo per gli automezzi comunali. Ringrazio l’onorevole Anna Teresa Formisano che ha voluto mettere a fuoco i veri problemi dell’intero territorio ciociaro e colgo l’occasione per evidenziare come, grazie alla sua grande sensibilità, proponga iniziative importanti”. Aldo Affinati