Intenerisce un prete di Pontecorvo e lo truffa per 217 mila euro

10 maggio 2012 2 Di redazione

Gli ha detto che era indebitato, solo, alla mercé degli strozzini e che, pr questo, si sarebbe tolto la vita. Una storia drammatica che il 30enne originario di Roma ma che spesso si reca a Pontecorvo, e proprio lì, ad un parroco della zona, avrebbe sottratto la cifra esorbitante di 217 mila euro. Il parroco si sarebbe intenerito, secondo quanto avrebbe raccontato al sostituto Procuratore Beatrice Siravo di Cassino, e a più riprese, pare almeno in 20 circostanze, avrebbe consegnato somme di alcune migliaia di euro fino alla somma di 217 mila euro. Prestiti che, però, non sono mai rientrati e il prete, a quel punto, ha pensato di essere stato truffato e si è rivolto alla magistratura inquirente e, in questi giorni, è iniziato il processo.