La sala consiliare del comune di Colle San Magno ospita un convegno sull’ultima regina di Napoli

24 maggio 2012 0 Di admin

Domenica 27 maggio, a Colle San Magno, presso la sala consiliare del palazzo comunale, alle ore 17.00, si terrà il convegno dal titolo “Maria Sofia, un raggio di gloria sugli spalti di Gaeta”.
La manifestazione intende rievocare la splendida figura di Maria Sofia di Baviera, moglie dell’ultimo re delle Due Sicilie, Francesco II di Borbone, ultima regina di Napoli. Maria Sofia si distinse per eroismo e coraggio soprattutto nel lungo assedio di Gaeta, che si protrasse dal novembre del 1860 al febbraio del 1861. Incurante delle bombe che devastavano case e seminavano morte, la giovane regina era sempre lì, sugli spalti, per consolare i soldati e per portare le prime cure, Il convegno di Colle San Magno è stato organizzato dall’associazione culturale “Praetoria”, in collaborazione con l’Istituto di Ricerca Storica delle Due Sicilie, con l’associazione culturale “Le Tre Torri” e con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Colle San Magno. Previsti gli interventi di Antonio Di Nota, sindaco di Colle San Magno, di Antonio Valerio Fontana, presidente dell’associazione “Praetoria”, di Giovanni Salemi, presidente dell’Istituto di Ricerca Storica delle Due Sicilie, di Roberto Della Rocca, direttore de “Il giornale del Sud” e di Fernando Riccardi, presidente dell’associazione culturale “Le Tre Torri”. Prevista anche la partecipazione straordinaria di Benedetto Vecchio, leader e fondatore degli MBL (Musicisti del Basso Lazio). I lavori saranno coordinati e diretti da Pompeo Di Fazio.
“Ancora una volta – ha dichiarato il sindaco Di Nota – abbiamo voluto patrocinare una iniziativa di grande valenza culturale che ha il duplice merito di far conoscere la figura della regina Maria Sofia di Baviera, ultima sovrana di Napoli e di restituirci, nel contempo, un tassello ulteriore di quel composito mosaico che va a comporre la storia locale.
Proprio in questa direzione, del recupero della nostra identità, si indirizza l’azione dell’amministrazione comunale, anche attraverso l’importante progetto che stiamo portando aventi, il costituendo Museo Vivo della Memoria”.