Strepitoso successo per la quarta edizione della Piacenza Paracycling

22 maggio 2012 0 Di redazionecassino1

La conferma di una formula vincente, di una eccezionale macchina organizzativa e di un evento sportivo di altissimo livello, con circa 250 iscritti provenienti da tutto il Mondo in rappresentanza di 22 nazioni tra cui le new entry USA, Malaysia e Taiwan. Tutto questo è stata la quarta edizione della Piacenza Paracycling, che oggi ha concluso la 2 giorni in Val Tidone con la gara contro il tempo, con partenza e arrivo presso lo stabilimento Garbi di Sarmato, ospite per il secondo anno consecutivo della manifestazione.

Competizioni ad altissimo contenuto tecnico quelle seguite da un folto pubblico in entrambe le giornate sulle strade di Borgonovo e Sarmato, arricchite dalle grandi prestazioni degli atleti della Nazionale azzurra, in fase di preparazione per la Coppa del Mondo prevista a Roma il prossimo week end e, soprattutto, per le Paraolimpiadi di fine agosto a Londra.

Su tutti ha spiccato il personaggio più atteso, l’azzurro Alex Zanardi che, dopo aver regolato il giovane olandese Plat nella gara in linea, ha fatto registrare il miglior tempo nella crono odierna, trionfando nella sua categoria. “Un gran successo quello di questo week-end – ha detto Zanardi all’arrivo – soprattutto in previsione olimpiadi. C’è ancora da lavorare ma sono molto fiducioso. Complimenti anche a tutti gli organizzatori per l’ottimo lavoro, è sempre un piacere venire a correre a Piacenza”.

La giornata vincente per gli azzurri della nazionale italiana era cominciata con la splendida prestazione di Vittorio Podestà nella categoria  H2 e Fabrizio Macchi nella categoria C2 – che grazie alla vittoria si classificano primi della due giorni piacentina nelle rispettive classifiche – e proseguita con i successi di Paolo Viganò nella C3 e Andrea Tarlao nella C5, anche essi entrambi primi classificati della classifica generale nelle rispettive categorie.

Sono contento, sono andato bene – ha commentato Vittorio Podestà all’arrivo –  Mi piacerebbe sfruttare maggiormente il tappering, cioè lo scarico dopo tanto lavoro e spero a Roma di andare ancora meglio. Per ieri mi dispiace di aver perso la volata per mezza ruota perché ero in notevole recupero, però in generale diciamo che è stato un weekend molto positivo”.

Si confermano anche nella prova contro il tempo le ottime prestazioni degli atleti americani, con Marianna Davis prima assoluta nella categoria H2 davanti all’azzurra Francesca Fenocchio, e Allison Jones nella C2, oltre che le conferme dei rappresentanti tedeschi, olandesi e canadesi.