Un ponte dalla Lombardia all’Abruzzo e al Molise, al via la manifestazione degli emigrati al nord

10 maggio 2012 0 Di redazione

Rullo di tamburi… e si apre il sipario del Teatro degli Arcimboldi di Milano (sì quello che ospita la trasmissione Zelig di Bisio!) con la 4ª edizione di “Abruzzo in Lombardia”.
Musiche, danze ed evoluzioni acrobatiche per festeggiare, con un giorno d’anticipo, la Festa della Mamma. A partire dalle 17, tradizioni e novità si alterneranno sul palco, per la prima volta aperto anche ai “diversamente famosi”.
Con la conduzione di Cesare Cadeo e Simona Arrigoni, trapelano le prime indiscrezioni sugli ospiti: si esibiranno, tra molti altri, Vincenzo Olivieri e la Moma’s Band, la Tequila Band e il cantante Marco Ferradini (con il nuovo lavoro su Herbert Pagani).
Ma i veri protagonisti saranno i talenti in erba, artisti ancora sconosciuti al grande pubblico: il lancianese Maurizio Di Marco che interpreta una poesia – dedicata alla mamma – di Ernesto Valerio, la band vastese “Seven Days Before”, la soprano della Scala di Milano Mildela D’Amico, una scuola di voci bianche, acrobati e tanti altri ancora.
Non solo divertimento, ma una manifestazione di solidarietà, in cui dare il proprio contributo alle persone colpite dal tragico terremoto del 6 aprile 2009. Perché anche loro possano tornare a sorridere, i fondi raccolti saranno destinati alla realizzazione del Parco della Memoria a L’Aquila, un luogo simbolico per riallacciare un rapporto di rispetto con la natura e il passato. L’iniziativa è promossa dall’Associazione Ilaria Rambaldi Onlus.

L’abruzzese Donato Renzetti, uno dei più grandi direttori d’orchestra italiani, riceverà il premio “Sott’ a la Madunina’”.
Nella sera sarà annunciato anche il Concorso Nazionale Giornalistico intitolato ad Ilaria Rambaldi tragicamente deceduta proprio nel terremoto de L’Aquila. E sarà proprio la sorella Alessandra a fare un omaggio ad Ilaria e ai presenti cantando “Beautiful”.
All’evento interverrà anche il presidente della Provincia di Milano, Guido Podestà e il presidente del Consiglio della Regione Abruzzo Nazario Pagano.
“Anche quest’anno siamo riusciti con il contributo di tutti a realizzare un evento. Per noi abruzzesi e molisani, che conserviamo ancora nel cuore la nostra terra, questo appuntamento è ormai irrinunciabile. Torniamo con la memoria tra le nostre terre, tra i nostri valori, tra i nostri ricordi. È un appuntamento unico al mondo perché la gente accorre senza sapere che cosa vedrà ed ascolterà: sorprendiamo sempre il nostro pubblico di abruzzesi e molisani (di adozione lombardi!). Gli anni scorsi con noi ci sono stati l’allenatore Giovanni Trapattoni, i cantanti Al Bano, Giò Di Tonno e Piero Mazzocchetti, l’attore Giuliano Gemma. Quest’anno tanti annunci di presenze e tante sorprese…” così dichiara il lancianese presidente dell’associazione “R. Mattioli” Angelo Dell’Appennino.