Under 17 Elite/ Fase Finale 2° Turno Gara 3, gli Stucogiocatori dello Scauri centrano la finale regionale

20 maggio 2012 0 Di redazione

Basket Scauri – Pass Roma 54-50
I ragazzi dell’Under 17 Élite, magistralmente diretti, in gara 2 e 3, dai coach Stucovitz e Pantalei, dopo 1ora e 35 minuti di battaglia agonistica, sempre estremamente corretta ed agguerrita, conquistano la meritata ed agognata finale regionale regolando il Pass Roma.
I ragazzi scauresi partono bene con Di Rocco, Trimmer e Tardivi che trascinano la compagine riuscendo sempre a tenere a distanza gli avversari. Positivo l’inserimento di Conte che fa sentire il peso dei suoi centimetri e infligge due canestri agli avversari.

Nel secondo periodo apre le segnature Sfavillante con un tiro dalla distanza, il giocatore scauresi si sacrifica con Pensiero, impagabili, alla marcatura asfissiante su Fowler, con il risultato di imbrigliare ed annullare il pericoloso tiratore avversario.

Dopo il riposo lungo, le strigliate per motivare degli allenatori e la pausa rigenerante l’avvio e’ incerto e alla pari, per molto tempo la tensione, gli errori e la paura di commetterli fanno della palla a spicchi qualcosa di cui liberarsi subito, il pubblico e’ in apprensione e quando Tardivi, in post alto si gira ed a memoria brucia la retina avversaria, esplode il palazzetto, i ragazzi scauresi tengono comunque bene i tentativi di rimonta degli avversari con Trimmer e Di Rocco sugli scudi.

Il terzo periodo e’ il migliore per gli ospiti, la stanchezza frena i ragazzi scauresi, giustamente, vista la mole di lavoro difensivo, e sembrano dare comunque fondo alle forze residue, riescono comunque a ribattere canestro su canestro, ma le apparenze ingannano perché amministrano il vantaggio preservando le risorse per l’ultimo periodo.Nel contempo il terzo quarto si chiude con la coppia Montesano-Tardivi a segno.

Il quarto periodo parte con i padroni di casa che si limitano, seppur con sofferenza, a contenere gli attacchi avversari, restituendo ogni canestro, il duo Montesano- Tardivi capisce che il difensore del play scaurese rimane fermo sui blocchi di questultimo, portati con cattiveria agonistica, e non vi e’ cambio di marcatura ed e’ la parola fine alla partita, infatti si assiste ad una successione i tiri in assoluta libertà, Montesano arricchisce di ben 8 punti il bottino personale nel frangente.

Altra nota in evidenza e’ stato il dominio nei rimbalzi, nel periodo di gioco in oggetto, di Trimmer e Tardivi, ne conquistano e strappano sia in attacco che difensivi, che permettono al cronometro di scorrere e di riniziare la manovra d’attacco. Di Rocco approfitta nei periodi di caos e mette a frutto tutta la sua esperienza e competenza nel divincolarsi dai tentativi degli ospiti di fare fallo per riprendere il possesso del pallone dopo i liberi per il “bonus”.
Ad 8 centesimi dalla fine del match, con lo Scauri a piu’ 4, il primo arbitro punisce con un tecnico la panchina di Stucovitz per i festeggiamenti anticipati, opinabile o no, non sta a noi deciderlo, poteva riaprire la partita e rimettere tutto in discussione ma Fowler, infallibile ai tiri liberi per tutte e tre le partite commette due errori che chiudono la partita ma di fatto non fanno cambiare il giudizio sul giocatore del Pass Roma positivo e davvero di rara bravura.

Analizzando la partita, lo Scauri al completo e’ per certo più squadra, dove le individualità si sacrificano al servizio del collettivo, dove l’interesse e’ del collettivo e si preferisce liberare e dare la palla al compagno e metterlo nelle condizioni di segnare, non c’e egoismo, non esistono entità prevaricanti.
Nei momenti clou il collettivo sopperisce alle individualità in affanno, consapevoli che se non si gioca di squadra non ci sarà risultato positivo, questo e’ il pensiero ed il credo di tutti!
I ragazzi danno sempre il massimo, non lesinano energie, i coach motivano e supportano, sanno su quali punti insistere per far si che ogni giocatore dia il massimo che può.
In panchina ci sono ragazzi che non hanno calcato il parquet neanche per un minuto o sono stati utilizzati per pochi istanti per dar fiato ai loro compagni, non se ne lagnano, anzi, sono proprio loro che cercano di sollevare dallo sconforto un compagno che ha sbagliato il tiro o esultano all’inverosimile, tanto da beccarsi un tecnico quando la loro squadra, loro stessi, stanno per vincere. Sono loro la forza di tutti, loro lo sprono, loro partecipi attivi alle vittorie dello Scauri! Che dire bravi davvero, fondamentali al pari di tutti.
Dopo la sirena l’urlo liberatorio, il grido di squadra al centro del campo e il saluto battendo il “cinque” al caloroso e competente pubblico, negli spogliatoi la doccia al coach Stucovitz, che l’ha gradita e forse se l’augurava all’inizio dell’avventura di questo manipolo di canaglie, sempre cestisticamente parlando.
Un grazie rinnovato a Nicola Santoro che ha messo insieme questo gruppo di giocatori e che segue sempre con passione, non mostrando comunque mai un emozione, come nel suo stile “germanico” ma che in cuor suo ha sofferto e gioito come non mai, ne e’ assoluta dimostrazione il sorriso e la fierezza con il quale e’ uscito dal Palaborrelli domenica sera.
Per dovere di cronaca riporto di sana pianta il messaggio giunto ai ragazzi da parte del grande giocatore internazionale Federico PIERI ” Grandi ragazzi, complimenti a voi e a chi vi sta vicino e vi sostengono. Ora sotto con la finale, e’ ben meritata e ve la dovete godere fino in fondo e fare la storia delle giovanili dello Scauri, VINCENDO!, Sarebbe la mia più grande soddisfazione di questa annata. Sono sempre con voi, VINCETE ANCHE PER ME”.
Si va alla finale regionale, si affronta una compagine estremamente forte, si lotterà sino al suono della sirena, i ragazzi porteranno i colori dello Scauri, nonostante la tempesta societaria, dove mai nessuna compagine giovanile era mai giunta, FORZA RAGAZZI,

Parziali: 17-6, 31-19, 42-39
Arbitri: Diamanti (Veroli), Trulli (Anagni)
Bk Scauri: Montesano 16, Di Rocco 10, Conte 4, Fiaschini ne, Sfavillante 2, Malfettone ne, Verardi ne, Pensiero 2, Tardivi 9, Trimmer 11, D’Acunto A. ne, D’Acunto C. ne.
Pass Roma: Passaretti 8, Fowler 15, Redivo 1, Montebianco 2, Carboni 14, De Franchis G., Lo Conte 2, Crollalanza 2, De Franchis F. 6, Cacioppi.