“Vogliamo un mondo Migliore”, a centinaia in strada a Ferentino per ricordare Melissa

23 maggio 2012 0 Di redazione

Un grande segnale di solidarietà è arrivato dalla città di Ferentino, a seguito dell’uccisione ingiusta e straziante della 16enne Melissa Bassi di Brindisi. Alto si è levato da Ferentino il grido: “vogliamo un mondo migliore!”. Erano centinaia i cittadini che, visibilmente commossi e con grande compostezza e silenzio, hanno partecipato ieri sera al corteo di solidarietà che ha sfilato per le vie di Ferentino. In apertura un grande striscione bianco sorretto da alcuni ragazzi su cui campeggiava: “Melissa con Te per un Mondo migliore”. Subito dietro lo slogan il sindaco Piergianni Fiorletta, il vicesindaco Luigi Vittori e tutto l’esecutivo municipale, inoltre tanti altri amministratori comunali e molti parroci della città. Tantissimi cittadini tra cui molti giovani hanno voluto manifestare la propria vicinanza alla città di Brindisi e ai familiari della giovane Melissa strappata alla vita prematuramente e ingiustamente, mentre era in procinto di entrare a scuola. Ma anche sgomento e rabbia serpeggiavano tra la gente di Ferentino che condanna fermamente l’azione terroristica. Il serpentone di gente scortato dai carabinieri e dai volontari della locale protezione civile, dopo aver percorso da Collepero, Viale Marconi, il corso del Vascello e via XX Settembre, è giunto nella centralissima piazza Giacomo Matteotti. Qui è stata formata una catena umana, in un momento di profonda commozione e riflessione sull’inquietante attentato. Hanno preso la parola il sindaco Fiorletta e don Angelo Conti. In chiusura i tanti presenti, tutti mano nella mano, hanno pregato per Melissa e le ragazze ferite. “Una grande risposta della nostra città – ha sostenuto il sindaco Fiorletta –. Abbiamo ricordato degnamente Melissa e preghiamo per lei, la sua famiglia e le altre ragazze colpite, siamo vicini alla città di Brindisi. Difficile capire il perché di tanta ferocia e vigliaccheria”.
Aldo Affinati