Giorno: 10 giugno 2012

10 giugno 2012 0

Tenta di estorcere il laboratorio di famiglia minacciando la madre con una pistola, 32enne in manette

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ieri sera, i Carabinieri della Stazione di Casalbordino, hanno arrestato R. D. S., analista di laboratorio, 32enne del posto, in quanto, armato di pistola regolarmente detenuta dalla madre nella propria abitazione, la minacciava di morte qualora non avesse aderito alla sua richiesta di intestargli il laboratorio di analisi di proprietà della famiglia. L’uomo ha desistito solo dopo che la donna ha finto di assecondarlo. I Carabinieri agli ordini del capitano Gianfilippo Manconi, immediatamente intervenuti lo hanno intercettato in una via del centro e, a seguito di perquisizione, hanno ritrovato l’arma ancora carica occultata sotto il sedile della macchina. La pistola è stata sottoposta a sequestro unitamente a sei cartucce. L’arrestato, assolte le formalità di rito, su disposizione del Sostituto Procuratore di Vasto, Dott. Giancarlo CIANI, è stato associato presso la Casa Circondariale di Vasto, con l’accusa di tentata estorsione aggravata e porto abusivo di armi.

10 giugno 2012 0

Pullman in fiamme in via per Treglio a Lanciano. Paura tra i passeggeri

Di redazione

Pullman in fiamme, oggi pomeriggio in via per Treglio a Lanciano.Il mezzo di proprietà di Di Fonzo, in servizio sulla linea Pescara Lancionao, poco dopo le 18, è stato avvolto dalle fiamme sprigionate dal motore . Attimi di terrore per i circa 20 viaggiatori a bordo ma in pochi secondi, l’autista ha fermato il mezzo permettendo a tutti di evacuarlo. Immediato l’intervento dei vigili del fuoco di Lanciano che hanno domato le fiamme mentre gli agenti di polizia veicolavano il traffico per permettere le operazioni di spegnimento in tutta sicurezza. Er.Am.

10 giugno 2012 0

Lanciano Calcio, il sogno della serie B si concretiuzza a Trapani

Di redazione

Tre a uno e il sogno della serie B si concretizza per il Lanciano a Trapani. Giocando in dieci, la squadra abruzzese all’ultima chiamata per la serie cadetta, aveva un solo risultato utile: la vittoria. I novanta minuti cominciano male quando al 12esimo del primo tempo i rossoneri si trovano sotto di un gol e in dieci uomini. La squadra rimane compatta e riesce prima a trovare il pareggio con Pavoletti al 28′ e poi nel secondo tempo le reti della storia grazie a Sarno al 21′ e Margarita al 38′. Intanto in città è cominciata la festa con i le auto in corteo.

10 giugno 2012 0

Pillola del giorno dopo: abortiva o contraccettiva? Per il New York Times e l’Ema “Non è abortiva”

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo:

Negli Usa continua a infiammarsi il dibattito sulla pillola del giorno dopo, acceso dalle informazioni contenute nel “foglietto illustrativo” che indicano come possibile un’azione di contrasto verso le uova già fecondate per impedire l’impianto nell’utero della donna. Il bugiardino cartaceo del farmaco ha provocato la contestazioni da parte di alcuni gruppi religiosi e politici conservatori.

Tale polemica si basa sulla convinzione che un uovo fecondato è una persona ed arrestarne la capacità di impiantarsi nell’utero di una donna non è più contraccezione, ma è aborto.

Secondo, però, quanto riportato da una recensione scientifica realizzata dal New York Times i foglietti illustrativi non riportano quello che la scienza dimostra. Secondo gli studi, di alcuni scienziati di spessore del settore, non è scientificamente provato che le pillole contraccettive di emergenza impediscono alle uova fecondate di impiantarsi nell’utero, bensì che le pillole ritardano l’ovulazione, riducendo la possibilità di incontro dell’ovulo e degli spermatozoi, ed alcune pillole addirittura ispessiscono il muco cervicale in modo che lo sperma nuoti con difficoltà. E quindi, dal momento che queste agiscono bloccando l’ovulazione, verrebbe meno la definizione della pillola contraccettiva d’emergenza, data dagli anti-abortisti, come farmaco che induce l’aborto.

Per gli scienziati, quindi, anche le pillole che agiscono fino a cinque giorni dopo il rapporto sessuale, ritardano il rilascio dell’ovulo fino a che lo sperma non lo può più fecondare. Infatti, sebbene molte persone pensino che sperma e uovo si uniscano subito dopo il rapporto sessuale, gli spermatozoi hanno bisogno di tempo per raggiungere il loro obiettivo.

Tant’è che le autorità mediche europee non hanno citato nei bugiardini di ellaOne, la pillola dei cinque giorni dopo la cui vendita è stata recentemente approvata anche in Italia, effetti sull’impianto di ovuli.

Alcuni anti-abortisti, però, continuano a dubitare sul fatto che gli scienziati possano escludere con certezza la possibilità di effetti sull’impianto.

Secondo Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” il dibattito che sta coinvolgendo anche il mondo religioso e politico si sta probabilmente basando su speculazioni scientifiche datate o non corrette sul funzionamento delle pillole stesse.