Giorno: 11 giugno 2012

11 giugno 2012 0

Sicuri sul sentiero, prevenzione degli incidenti in montagna nella stagione estiva

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Come da consuetudine, nell’ambito del progetto SICURI in MONTAGNA, domenica 17 giugno 2012, il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico, in collaborazione con il Club Alpino, presenta la giornata nazionale di prevenzione degli incidenti propri della stagione estiva; sentieri, ferrate, falesie e vie alpinistiche, grotte e canyoning, ma anche la ricerca dei funghi, saranno temi d’interesse per parlare di prevenzione a 360°. Lo scopo principale dell’iniziativa è quello di creare sensibilità, ovvero, accrescere la consapevolezza dei rischi e dei limiti personali accettabili nella frequentazione dell’ambiente montano ed ipogeo, soprattutto in quanti, lontani dal mondo del CAI o senza l’ausilio sicuro di una Guida Alpina, si avvicinano alla montagna in modo superficiale. Così, anche nel Molise, domenica 17 giugno, il Servizio Regionale Molisano del CNSAS, con l’ausilio delle sezioni CAI di Campobasso ed Isernia e della sottosezione CAI di Bojano, daranno vita ad una manifestazione presso l’Oasi Regionale WWF – Centro Visite – di Guardiaregia/ Campochiaro (CB), a partire dalle ore 9, dal titolo significativo SICURI sul SENTIERO, che si spera possa raccogliere l’interesse e la partecipazione dimostrata dalla scorsa edizione di SICURI sulla NEVE, organizzata dal CNSAS Regionale il 15 gennaio 2012 a Campitello Matese (CB). I Tecnici del Soccorso Alpino, assieme agli Istruttori ed Accompagnatori del CAI, dispenseranno utili consigli, imprescindibili per la frequentazione di sentieri, ferrate, falesie ed altro. Nella stagione estiva si concentra la maggior parte degli interventi di soccorso, molti dei quali mettono in evidenza la difficile percezione dei rischi in chi ha poca esperienza della montagna, anche su terreno relativamente facile. L’escursionismo occupa sempre i primi posti nelle statistiche degli interventi del Soccorso Alpino. Emblematica risulta essere anche la casistica dei cercatori di funghi, che lo scorso anno ha fatto registrare innumerevoli interventi a livello nazionale, con una cinquantina di vittime determinate, nella stragrande maggioranza dei casi, da scivolata. Oltre alle lezioni teoriche previste fin dal mattino su come effettuare un’escursione in montagna e su quanto può contribuire alla sua buona riuscita, saranno allestiti alcuni stands informativi sull’orientamento, sull’equipaggiamento e l’alimentazione, sull’allenamento e la preparazione fisica, sui pericoli in montagna. L’arrampicata sportiva e le ferrate, in particolare, rappresentano dei percorsi di salita al limite dell’escursionismo classico: esse richiedono una preparazione specifica nell’utilizzo dell’attrezzatura alpinistica (set di dissipazione dell’energia di caduta) e nelle non facili tecniche di progressione in sicurezza. Il tutto finalizzato ad una frequentazione della montagna più consapevole ed alla prevenzione dei rischi. Il termine della manifestazione è previsto per le ore 16.

11 giugno 2012 0

Maltempo, in arrivo temporali al nord

Di admin

Il transito di una vasta perturbazione di origine nord-atlantica associata ad un massimo del getto polare, determinerà un nuovo peggioramento delle condizioni meteorologiche sulle regioni settentrionali con precipitazioni più significative sui settori prealpini centro-orientali.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche che prevede, dalla serata di oggi, lunedì 11 giugno 2012, precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Piemonte e Lombardia, in estensione a Veneto e Friuli-Venezia Giulia.

I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

11 giugno 2012 0

Tutto pronto per inaugurare la palestra del Campus Folcara

Di redazionecassino1

Tutto pronto per l’inaugurazione della palestra al Campus Folcara. Giovedì alle ore 10 il taglio inaugurale del nastro della prima opera che, tra le altre cose, ospiterà i Campionati Nazionali Universitari che dal 16 al 26 maggio del prossimo anno, dopo 15 anni esatti, tornano a Cassino. Come promesso dal rettore Ciro Attaianese e dal professor Carmine Calce la scorsa settimana in conferenza stampa – in occasione della presentazione della mascotte “Solana” – l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale e il Cus Cassino, lavorano in sinergia per organizzare al meglio l’evento sportivo. L’inaugurazione della palestra di 1480 metri quadri (la più grande del Lazio Meridionale) nel Campus Universitario,  è solo la prima delle tante opere che saranno inaugurate nel corso di questi 12 mesi che precedono i campionati. Al taglio inaugurale del nastro, oltre ai padroni di casa – il rettore Ciro Attaianese e il direttore generale Ascenzo Farenti – sarà ovviamente presente il presidente Carmine Calce con una delegazione del Cus Cassino, che  gestirà l’impianto nel quale saranno poi inseriti anche studenti e laureati di Scienze Motorie; la professoressa Fiorenza Taricone in qualità di presidente del Cudari (Centro Universitario Diversamente Abili Ricerca e Innovazione); la professoressa, nonché presidente del comitato organizzatore dei C.N.U. Alessandra Zanon; il delegato alle politiche sportive Giovanni Capelli e il ricercatore Angelo Rodio. Invitati anche i rappresentanti delle Istituzioni politiche che lavorano in sinergia con il Cus e con l’Università.  Il sindaco Giuseppe Golini Petrarcone e l’assessore allo sport Danilo Grossi  in rappresentanza del Comune di Cassino; il presidente Antonello Iannarilli porterà la testimonianza e la vicinanza della Provincia al grande evento, così come porteranno il loro contributo e la loro testimonianza di vicinanza e fattiva collaborazione l’onorevole Anna Teresa Formisano, il consigliere regionale Annalisa D’Aguanno, la sua collega Annamaria Tedeschi, il presidente del consiglio regionale Mario Abbruzzese, il presidente dell’assise civica Marino Fardelli e il presidente provinciale del Coni Luigi Conte.

 

11 giugno 2012 0

Grossi incontra in comune le associazioni di categoria per gli eventi estivi

Di redazionecassino1

“Questa mattina abbiamo avuto modo di affrontare, nel corso di un incontro con le varie associazioni di categoria, diversi aspetti legati all’organizzazione dei numerosi eventi in programma per l’estate a Cassino.” A riferirlo, a margine della riunione a cui era invitata oltre all’Amministrazione, la Confindustria Cassino, Confcommercio Cassino, Confesercenti Cassino, Confartigianato e Pro Loco Cassino, è l’assessore alla cultura del Comune di Cassino, Danilo Grossi. “Voglio ringraziare – ha sostenuto Grossi – Bruno Vacca, presidente della Confcommercio Cassino, Roberta Mollo, rappresentante della Confindustria Cassino, Andrea Incagnoli, presidente della Pro Loco e Michele Di Lonardo del direttivo della Pro Loco, per aver risposto alla nostra convocazione e per essersi dimostrati diponibili ad una collaborazione importante che, sono convinto, sarà alla base del successo di ogni manifestazione che si svolgerà nella nostra città. Nel corso dell’incontro, a cui era presente anche l’assessore al Commercio Mario Costa, ho illustrato il programma culturale estivo della città di Cassino a partire dal summer festival, dalla festa della birra, passando per gli Archi Village, fino al grande appuntamento di Cassino Arte, la rassegna culturale organizzata dal Comune all’interno dello splendido Teatro Romano. L’obiettivo di questa riunione era quello, in un momento così difficile dal punto di vista economico, di unire le forze del pubblico e del privato nell’organizzazione di eventi in grado di portare introiti economici importanti alla città di Cassino. Un punto questo, sul quale intendiamo lavorare in sinergia con le varie associazioni di categoria, attraverso una serie di proposte da sottoporre a quanti operano nel settore. Da questo punto di vista ottima è stata la risposta di Confindustria che si è impegnata a coinvolgere gli albergatori nella formulazione di una serie di pacchetti che verranno poi pubblicizzati sia sul sito del Comune di Cassino che su delle brochures promozionali che verranno stampate. La Confesercenti, inparticolare, ha formulato una proposta interessante che consiste in una serie di menu (sia tipici del nostro territorio che etnici), a costi contenuti, da associare ai singoli eventi che sono in programma per questa Estate. Tutto questo a dimostrazione di come sia da parte nostra che da parte delle associazioni di categoria ci sia l’intenzione di offrire alla città di Cassino un calendario di primissimo piano che sia in grado di coniugare la qualità del prodotto proposto alle esigenze economiche dettate dal momento che l’intero Paese sta vivendo. Fondamentale, infine, sarà l’apporto della Pro Loco di Cassino che si è impegnata nella pubblicizzazione degli eventi all’interno del circuito delle Pro Loco in modo da riuscire a convogliare nella nostra città il maggior numero possibile di persone.”

 

 

11 giugno 2012 1

“1° Trofeo Città di Cassino”: Atletic Mignano e Rocca D’Evandro guidano il girone ‘A’. S. Giorgio e Real Foresta in testa nel girone ‘B’

Di redazionecassino1

Si sono svolte sabato scorso le altre gare della “Golden Cup 2012” per il passaggio alla seconda fase del torneo. Erano impegnate Villa Latina contro Ristorante Bianco Noir, passa alla seconda fase Villa Latina che si è imposto per 1 a 0. Negli altri incontri in programma, passano alla seconda fase del torneo Cassino Doc, che si impone grazie al  3 a 0 ‘a tavolino’ per rinuncia del  Niemoslive. Ci son voluti, invece, i calci di rigore, finiti 6 a 2, per decretare il passaggio di Amatori Lenola alla seconda fase, impegnato contro il Real S. Andrea. Amatori Piedimonte che si impone 4 a 0 su Amatori Vallemaio e Beghelli Point che batte 3 a 1 Amatori Aquino. Nel “1° Trofeo Città di Cassino” guidano la classifica del girone ‘A’, dopo i primi incontri, le due formazioni campane, Atletic Mignano e Rocca D’Evandro 2011. La prima ha avuto ragione della Longobarda Pontecorvo per 3 a 1, mentre Rocca D’Evandro si è imposta 3 a 2 su Tecnocasa. Il prossimo turno vedrà di fronte le due squadre sconfitte nella prima giornata, Longobarda e Tecnocasa. Una delle due capolista, Atletic Mignano, dovrà affrontare Terelle e potrebbe aumentare il proprio vantaggio sfruttando il turno di riposo di Rocca D’Evandro. Nel girone ‘B’ sono San Giorgio 1996 e  Real Foresta a guidare la classifica del torneo. La prima si impone, 4 a 0, su Acquafondata 2008, mentre la seconda, Real Foresta, ha la meglio per 2 a 1 su La Bottega del Vino.

11 giugno 2012 0

Il circolo Italia dei Valori inaugura la sede cittadina in via Arigni

Di redazionecassino1

Giovedi 14 alle ore 20,30 sarà inaugurato in via Arigni 117 il Circolo dell’Italia dei Valori. Ad inaugurare la nuova sede dell’IDV, oltre ai simpatizzanti, gli iscritti e gli amministratori comunali del partito, interverranno il sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone, il consigliere regionale Anna Maria Tedeschi e il segretario regionale Vincenzo Maruccio.

Tutti i cittadini devono sentirsi coinvolti ed interessati alla Politica, perché è  la POLITICA  che decide della nostra vita : la voglia della gente di riappropriarsene e di partecipare ad essa sono stati gli elementi trascinanti  che con tanto entusiasmo hanno portato anche nella Nostra Città la nascita del Circolo dell’Italia   dei Valori che  si propone di non far spegnere la voglia e l’entusiasmo nella città, affinché avvenga un cambiamento vero del tempo che stiamo vivendo.

E’ con questo entusiasmo che  si è costituito il Circolo “Italia dei Valori di Cassino”  e sono state oltre 100 le persone che hanno aderito alla sua nascita individuando come  Coordinatore e responsabile del Circolo il Sig. Luigi Di Marco.

Il Circolo sarà autonomo ed indipendente, ispirandosi in modo chiaro ed inequivocabile alle finalità del  Partito ed  in grado di offrirsi come luogo di partecipazione, di proposta, di elaborazione e  di confronto democratico.

L’IDV di Cassino sarà aperto non solo, ovviamente, ai partiti di centrosinistra,  ma soprattutto a tutta quella gente,  per bene, a quella parte della società civile che è stanca della solita vecchia politica  e che vuole un vero e concreto  rinnovamento e ricambio generazionale dell’intero sistema politico.

Quella di aprire un Circolo dell’Italia dei Valori a Cassino, è stata una scommessa vinta,  dopo l’entusiasmante vittoria elettorale alle amministrative Comunali del maggio 2011 che ha portato all’elezione a Sindaco dell’Avv. Giuseppe Golini Petrarcone, , che insieme al Coordinatore Luigi Di Marco (primo dei non eletti al Consiglio Comunale di Cassino),  ai Consiglieri Comunali Igor Fonte e Rosario Iemma e all’Assessore Danilo Grossi  hanno coinvolto in questo progetto diversi giovani che vogliono essere interpreti di un vero cambiamento e al tempo stesso vigilare sull’attuazione del programma elettorale di “BENE COMUNE”,  riconosciuto valido e vincente nelle ultime elezioni comunali.

Ma l’esperienza dell’ IDV a Cassino non parte da zero. Già nel 2010 l’Italia dei Valori avviò un progetto di radicamento nel territorio del Cassinate con la candidatura alle elezioni regionali di Anna Maria Tedeschi di cui si fece promotore anche l’avv. Golini Petrarcone e che portò l’On. Tedeschi ad essere eletta con circa 3000 voti grazie al suo impegno concreto sul territorio e a quello di tanti cittadini, giovani e donne che con il loro lavoro ed entusiasmo resero possibile quel successo elettorale. Sull’onda di quel successo grazie al contributo dell’IDV provinciale e regionale e all’incredibile successo personale di Giuseppe Golini Petrarcone il quale ha saputo mobilitare le forze più vive e sane della città, Cassino è stata strappata al Centro-destra che l’aveva portata sull’ orlo del dissesto finanziario ed al degrado socio-culturale più profondo della sua storia. Ora una nuova decisiva tappa per la rinascita democratica della città: l’ apertura di una sede dell’ IDV, una  forza che vuole esaltare il ruolo attivo dei cittadini, delle associazioni e di quanti vogliono essere protagonisti liberi del proprio destino.

Al nostro Circolo possono aderire tutti coloro che intendono sperimentare un nuovo modo di fare politica, ed a quanti sono mossi  dal comune obiettivo di risolvere i veri problemi del nostro territorio e del nostro paese , ponendo attenzione sull’operato delle classi dirigenti istituzionali  e politiche che governano il nostro territorio.  La nostra società sta vivendo un periodo di grave impoverimento economico e culturale. Ci si avvicina pericolosamente alla soglia dell’imbarbarimento del vivere civile, mettendo a rischio importanti conquiste sulle libertà dei cittadini e sulle garanzie costituzionali, quali il diritto al lavoro, politiche sociali, servizi pubblici essenziali, moralità della vita pubblica e sulla credibilità delle istituzioni”.  E’ tempo di rispondere con l’impegno civile e politico di quanti credono nei principi della legalità, moralità e democrazia per lo sviluppo civile ed economico del nostro territorio.   .

Infine, tutti gli iscritti si riconoscono fedelmente in quello che è menzionato anche nello statuto nazionale del partito e cioè, nella cultura del lavoro e della giustizia sociale,  del buon governo e della questione morale e dei nuovi diritti di cittadinanza alle quali i grandi movimenti ambientalisti, delle donne e dei giovani hanno dato un contributo essenziale.

Cassino è la nostra città: una città ricca di storia e di risorse che noi dobbiamo valorizzare e riportare alla dignità che merita.

11 giugno 2012 0

Soppressione del tribunale di Cassino, il sindaco pronto a restituire la Medaglia d’Oro al Valor Militare

Di redazione

Il fantasma della soppressione che aleggia minaccioso sul tribunale di Cassino sembra concretizzarsi con una proposta di Legge che indica il presidio di giustizia della città martire quale unico nel Lazio destinato alla chiusura. Contro quella che sta diventando sempre meno ipotesi, e sempre più realtà, si è schierato stamattina il sindaco Giuseppe Golini Petrarcone che, con modi garbati ma decisi, ha scritto al presidente della repubblica Giorgio Napolitano chieendogli di intervenire personalmente sulla vicenda altrimenti la città è pronta a restituire la medaglia d’oro al valor militare. “Illustre Presidente della Repubblica, On. Giorgio Napolitano – scrive nella missiva Petrarcone – la città di Cassino, che Lei ha visitato in qualità di Presidente della Camera dei Deputati nel 1993 quando ebbi l’onore di accoglierLa agli inizi del mio primo mandato da sindaco, vive un momento difficile a causa della paventata ipotesi di soppressione del nostro storico Tribunale. Ricordo le Sue parole commosse e di vicinanza al nostro popolo ed alla nostra città, che Lei stesso ha definito “un esempio di ricostruzione civile e morale” e spero, con questa missiva, in un Suo vivo interessamento sulle sorti del Tribunale di Cassino. La nostra città, unica nel Lazio insieme a Roma, si pregia di avere ricevuto la medaglia d’oro al valore militare, massimo riconoscimento per il tributo di uomini e di sangue pagato per la nostra Patria nel corso della seconda guerra mondiale, quando anche la nostra Abbazia è stata distrutta. L’Abbazia di Montecassino, culla del Cristianesimo che, con il suo fondatore e Patrono della nostra città e d’Europa, San Benedetto, universalmente conosciuta come Faro d’Europa, ha sicuramente ricoperto un ruolo di primissimo piano nel raggiungimento dell’Unità Europea. Dalla sua ricostruzione è partita la rinascita della nostra città. Il nostro popolo ha dimostrato, nel periodo post bellico, un coraggio che solo chi si vede completamente privato di ogni riferimento è in grado di tirare fuori. Quel coraggio di non arrendersi, di reagire fino a rendere Cassino di nuovo una città importante e strategica per l’intero panorama regionale e nazionale. Se Cassino oggi è un punto di riferimento per l’intero territorio lo si deve a diverse componenti ed il Tribunale, baluardo di legalità soprattutto in un territorio di frontiera come il nostro, non può e non deve subire ridimensionamenti o soppressioni. Non dobbiamo dimenticare, infatti, che il Tribunale di Cassino ha il vanto di essere stato istituito nello stesso anno in cui si è raggiunta l’Unità d’Italia e ha compiuto pertanto nel 2012 i suoi 151 anni. Cassino non può fare a meno del suo Tribunale, che fa parte della storia della nostra città e riferimento di un vasto territorio che valica anche i confini regionali, con 19 magistrati, 1000 avvocati, un bacino d’utenza di 220.000 abitanti e un carico di lavoro per ogni magistrato che supera i livelli di molti tribunali capoluogo di provincia. Non dobbiamo dimenticare inoltre la presenza nella nostra città della Casa Circondariale più grande della provincia. La presenza dell’Università degli Studi Cassino e del Lazio Meridionale, che per quanto giovane, è ormai una realtà consolidata che ogni anno forma centinaia di giovani giuristi grazie alla facoltà di Scienza Giuridiche. A ciò si aggiunga la importante presenza nella città dell’80° Reggimento Scuola Allievi Sergenti Roma, nonché uno degli stabilimenti più efficienti del gruppo Fiat. Sig. Presidente, la perdita del Tribunale rischia di mettere in crisi l’intero sistema. Come Primo Cittadino non posso permettere che ciò accada per logiche ragionieristiche cui si aggiungerebbero anche inspiegabili logiche politiche, qualora alcuni Tribunali di minor blasone e con numeri inferiori al nostro venissero salvati. Inoltre anche a livello economico la soppressione del nostro Tribunale non comporterebbe vantaggio alcuno, anzi lo Stato si troverebbe a dover sopportare costi elevatissimi per l’eventuale accorpamento del Tribunale a Frosinone, la cui struttura è assolutamente insufficiente ad accogliere gli uffici di Cassino. Abbiamo tutti una grande responsabilità verso chi, prima di noi, ha lottato per la nostra città. Siamo delusi dalla poca considerazione per Cassino e per il nostro Tribunale e siamo pronti a fare un gesto eclatante: restituire la medaglia d’oro al valore militare. Un gesto che non è solo simbolico, ma rappresenta la volontà di non arrendersi a scelte ingiuste ed immotivate. Il tribunale è una costola di Cassino e di tutti i valori che hanno ispirato il nostro popolo. Per queste ragioni non avrebbe più senso avere una medaglia d’oro in una città che si vedrebbe privata di un’istituzione fondamentale. Nella speranza che la città di Cassino possa continuare ad avere il suo Tribunale e nella certezza di un Suo vivo sostegno, porgo i più cordiali saluti da parte mia e dell’intera Amministrazione del Comune di Cassino”.

11 giugno 2012 0

Rientra in casa e trova i ladri. Aggredito 20enne di Cassino e il furto diventa rapina

Di redazione

Rientra prima del previsto e trova in casa due ladri. E’ accaduto questa mattina a Cassino in una casa nella frazione di Caira dove un 20enne del posto ha sorpreso due adulti, forse stranieri, impegnati a frugare nell’abitazione in cui vive con la famiglia. I due si erano già armati di una pistola regolarmente detenuta dal padre del 20enne e con il calcio della stesso lo avrebbero colpito prima di darsi alla fuga. Il semplice furto, dopo l’aggressione, quindi, è diventata rapina. Immediatamente sul posto sono arrivati i carabinieri che hanno iniziato le ricerche ma dei due ladri, pare che fossero di mezza età e stranieri, nessuna traccia. Intanto il ragazzo è stato trasportato in ospedale e per curare le lievi ferite. Er. Am.

11 giugno 2012 0

Giovedi 14 inaugurazione del Circolo dell’Italia dei valori

Di admin

Giovedi 14 alle ore 20,30 sarà inaugurato in via Arigni 117 il Circolo dell’Italia dei valori. Ad inaugurare la nuova sede dell’IDV, oltre ai simpatizzanti, gli iscritti e gli amministratori comunali del partito, interverranno il sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone, il consigliere regionale Anna Maria Tedeschi e il segretario regionale Vincenzo Maruccio. Tutti i cittadini devono sentirsi coinvolti ed interessati alla Politica, perché è la POLITICA che decide della nostra vita : la voglia della gente di riappropriarsene e di partecipare ad essa sono stati gli elementi trascinanti che con tanto entusiasmo hanno portato anche nella Nostra Città la nascita del Circolo dell’Italia dei Valori che si propone di non far spegnere la voglia e l’entusiasmo nella città, affinché avvenga un cambiamento vero del tempo che stiamo vivendo. E’ con questo entusiasmo che si è costituito il Circolo “Italia dei Valori di Cassino” e sono state oltre 100 le persone che hanno aderito alla sua nascita individuando come Coordinatore e responsabile del Circolo il Sig. Luigi Di Marco. Il Circolo sarà autonomo ed indipendente, ispirandosi in modo chiaro ed inequivocabile alle finalità del Partito ed in grado di offrirsi come luogo di partecipazione, di proposta, di elaborazione e di confronto democratico. L’IDV di Cassino sarà aperto non solo, ovviamente, ai partiti di centrosinistra, ma soprattutto a tutta quella gente, per bene, a quella parte della società civile che è stanca della solita vecchia politica e che vuole un vero e concreto rinnovamento e ricambio generazionale dell’intero sistema politico. Quella di aprire un Circolo dell’Italia dei Valori a Cassino, è stata una scommessa vinta, dopo l’entusiasmante vittoria elettorale alle amministrative Comunali del maggio 2011 che ha portato all’elezione a Sindaco dell’Avv. Giuseppe Golini Petrarcone, , che insieme al Coordinatore Luigi Di Marco (primo dei non eletti al Consiglio Comunale di Cassino), ai Consiglieri Comunali Igor Fonte e Rosario Iemma e all’Assessore Danilo Grossi hanno coinvolto in questo progetto diversi giovani che vogliono essere interpreti di un vero cambiamento e al tempo stesso vigilare sull’attuazione del programma elettorale di “BENE COMUNE”, riconosciuto valido e vincente nelle ultime elezioni comunali. Ma l’esperienza dell’ IDV a Cassino non parte da zero. Già nel 2010 l’Italia dei Valori avviò un progetto di radicamento nel territorio del Cassinate con la candidatura alle elezioni regionali di Anna Maria Tedeschi di cui si fece promotore anche l’avv. Golini Petrarcone e che portò l’On. Tedeschi ad essere eletta con circa 3000 voti grazie al suo impegno concreto sul territorio e a quello di tanti cittadini, giovani e donne che con il loro lavoro ed entusiasmo resero possibile quel successo elettorale. Sull’onda di quel successo grazie al contributo dell’IDV provinciale e regionale e all’incredibile successo personale di Giuseppe Golini Petrarcone il quale ha saputo mobilitare le forze più vive e sane della città, Cassino è stata strappata al Centro-destra che l’aveva portata sull’ orlo del dissesto finanziario ed al degrado socio-culturale più profondo della sua storia. Ora una nuova decisiva tappa per la rinascita democratica della città: l’ apertura di una sede dell’ IDV, una forza che vuole esaltare il ruolo attivo dei cittadini, delle associazioni e di quanti vogliono essere protagonisti liberi del proprio destino. Al nostro Circolo possono aderire tutti coloro che intendono sperimentare un nuovo modo di fare politica, ed a quanti sono mossi dal comune obiettivo di risolvere i veri problemi del nostro territorio e del nostro paese , ponendo attenzione sull’operato delle classi dirigenti istituzionali e politiche che governano il nostro territorio. La nostra società sta vivendo un periodo di grave impoverimento economico e culturale. Ci si avvicina pericolosamente alla soglia dell’imbarbarimento del vivere civile, mettendo a rischio importanti conquiste sulle libertà dei cittadini e sulle garanzie costituzionali, quali il diritto al lavoro, politiche sociali, servizi pubblici essenziali, moralità della vita pubblica e sulla credibilità delle istituzioni”. E’ tempo di rispondere con l’impegno civile e politico di quanti credono nei principi della legalità, moralità e democrazia per lo sviluppo civile ed economico del nostro territorio. . Infine, tutti gli iscritti si riconoscono fedelmente in quello che è menzionato anche nello statuto nazionale del partito e cioè, nella cultura del lavoro e della giustizia sociale, del buon governo e della questione morale e dei nuovi diritti di cittadinanza alle quali i grandi movimenti ambientalisti, delle donne e dei giovani hanno dato un contributo essenziale. Cassino è la nostra città: una città ricca di storia e di risorse che noi dobbiamo valorizzare e riportare alla dignità che merita.

11 giugno 2012 0

Ore 10.37, scossa di magnitudo 3.0 in provincia di Modena

Di admin

Una scossa di terremoto è stata avvertita dalla popolazione in provincia di Modena. Le località prossime all’epicentro sono Novi di Modena, Rolo e Concordia.

Sono in corso le verifiche da parte della Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile.

Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico è stato registrato alle ore 10,37 con magnitudo 3.0.