Anpas: avvicendamento volontari in Emilia e ricerca di insegnanti e animatori per le strutture protette per l’infanzia

2 giugno 2012 0 Di admin

Prima rotazione dei volontari di protezione civile ai campi Anpas e partenza per Novi di Modena del secondo modulo della struttura protetta per l’infanzia.
Sono infatti rientrati alla base di Grugliasco i volontari partiti il 22 maggio per l’Emilia. Nella prima mattinata del 2 giugno partiranno altri 10 volontari divisi in due squadre.
La prima – diretta al campo di Novi di Modena che ospita 360 sfollati – è composta da volontari provenienti dalle Pubbliche Assistenze Anpas Croce Verde Torino e Gruppo Volontari Ambulanza Verolengo (To), mentre il secondo equipaggio, diretto al campo di piazzale Andrea Costa a Mirandola, è formato da personale volontario proveniente dalla Pubblica Assistenza Sauze d’Oulx (To) e Croce Bianca Volpianese (To). La turnazione ai campi sarà settimanale.

L’ambulanza e la squadra di volontari della Croce Verde Pinerolo (To), in supporto all’equipe di sanitari del 118 del Piemonte al campo Protezione civile Regione Piemonte di San Giacomo di Mirandola, proseguirà la sua missione per un’ulteriore settimana.
Alla colonna mobile di Protezione civile Anpas, in partenza nelle prossime ore, si aggiungerà il secondo modulo della struttura protetta per l’infanzia trasportata da un nucleo logistico di volontari di Anpas Sociale di Grugliasco (To). Il primo modulo della struttura Anpas è stato assegnato al campo della Regione Piemonte a San Giacomo di Mirandola.

Anpas Comitato regionale del Piemonte ricerca insegnati di scuola materna in servizio attivo e volontari animatori da destinare all’attività formativa e di gioco all’interno delle strutture protette per l’infanzia stanziate nei campi di protezione civile Anpas. Gli interessati a prestare servizio in Emilia possono rivolgersi direttamente alla Sala operativa regionale di Protezione civile Anpas, in via Sabaudia 164 a Grugliasco (To), telefono 011-4038090, fax 011-4114599; email centraleoperativa@anpas.piemonte.it.

Il capo del Dipartimento della Protezione civile, Franco Gabrielli, nel visitare il campo Anpas di Mirandola che al momento ospita 284 persone ed è supportato da 65 volontari provenienti da varie regioni d’Italia, ha dichiarato: «Consentitemi di fare un plauso allo straordinario mondo del volontariato di Protezione civile di questo Paese. Posso assicurare che il problema è tenerli i volontari, perché quando si dà loro il via dimostrano quello che sanno fare. Lo fanno con passione, con dedizione e ora anche con altissima professionalità. Il volontariato si sta professionalizzando e si sta specializzando pur mantenendo quel carattere di libertà e di volontarietà. È il mondo della gratuità, della generosità e della passione».