Arriva l’estate, 100 mila tra gatti e cani a rischio abbandono

12 giugno 2012 0 Di redazione

Con l’approssimarsi dell’estate si torna a parlare di rischio di abbandono di animali ed in particolare dell’abbandono di cani e gatti.
L’associazione animalista Aidaa temne il rischio più volte paventato di un ritorno all’abbandono di massa di fido e micio in occasione dei mesi estivi dovuto sia alle problematiche economiche, sia all’italico vizio di abbandonare gli animali prima di andare in vacanza è dietro l’angolo.
“Se negli ultimi anni – si legge in una nota stampa dell’associazione animalista – si è registrata una sensibile diminuzione dell’abbandono dei cani nei mesi estivi (-30% sulle segnalazioni negli ultimi 5 anni) anche grazie alle campagne di sensibilizzazione, cosi non è stato per i gatti che secondo le stime delle maggiori associazioni animaliste hanno visto invece aumentare seppure di poco il fenomeno dell’abbandono.

Nei primi cinque mesi del 2012 al telefono amico di AIDAA le segnalazioni di avvistamenti di cani abbandonati sono aumentate del 7% rispetto allo stesso periodo del 2011.

Tenendo conto di questi dati, e dell’aumento di circa 8 punti percentuali dei cani entrati nei canili monitorati da AIDAA nel corso dei primi mesi del 2012 rispetto allo stesso periodo del 2011, e tenendo altresì conto delle stime degli abbandoni estivi degli scorsi non solo di AIDAA ma anche delle maggiori associazioni animaliste, si stima che siano circa 40.000 i cani a rischio abbandono nel periodo compreso tra giugno e settembre, e almeno 60.000 i gatti a cui toccherebbe la stessa sorte.

Attualmente in Italia vi sono circa 750.000 cani che vivono allo stato brado ed un milione di gatti randagi”.