Basket: Virtus TSB: addio Biello, attesa per il nuovo coach, società al lavoro per la nuova stagione

29 giugno 2012 0 Di redazionecassino1

La Virtus Terra di San Benedetto Cassino è pronta per ripartire. Dopo la positiva stagione appena trascorsa, i vertici del sodalizio cestistico della Città Martire sono già all’opera per delineare l’ossatura della squadra che prenderà parte per la seconda stagione consecutiva al campionato di serie D. Parola d’ordine: crescere, imparando dal passato. Ne parliamo con il presidente della Virtus Leonardo Manzari.

Quali sono le linee guida che state seguendo per allestire la rosa del prossimo anno? 

«La scorsa stagione, dopo l’entusiasmo suscitato dall’impresa della rimonta in regular season, abbiamo atteso i play-off per verificare la nostra tenuta mentale, ma soprattutto volevamo delle risposte caratteriali da parte dello staff e della rosa che avevamo messo a disposizione dei coach. Le risposte sono state molto ma molto chiare. Purtroppo l’emotività dei play-off e la carica agonistica che essi richiedono, hanno giocato un brutto scherzo al nostro team, mi riferisco soprattutto alla gara di ritorno del match con Santa Rosa. A Viterbo avevamo fatto molto bene ma purtroppo ad Atina tutto è stato rovinato da atteggiamenti che ci hanno costretto a imporre una sterzata decisa nelle nostre scelte tecniche per quanto riguarda il roster. Le linee guida che stiamo perseguendo sono chiare, vogliamo completare il roster a disposizione del nuovo allenatore con atleti di provata stabilità mentale e soprattutto che condividano  il nostro ideale di sport: costruire qualcosa di duraturo nel tempo che possa portare al palazzo dello sport famiglie ed appassionati. Ci riusciremo ne sono certo».

In questi giorni, intanto, è arrivato il divorzio da coach Biello. Da cosa è scaturita questa decisione?

«Con Biello siamo stati in grado di risalire in modo entusiasmante la china della classifica ed abbiamo raggiunto i play- off. Io e Leandro Zapparato, il nostro direttore sportivo e general manager, eravamo assolutamente intenzionati a proseguire con lui, ma purtroppo divergenze di carattere economico e di costruzione del roster per il prossimo anno ci hanno costretto a dividerci da un professionista che molto bene ha fatto per la nostra società. Biello è sicuramente allenatore di categoria superiore e giustamente persegue obiettivi consoni al profilo culturale e professionale che rappresenta. Noi invece dobbiamo stare con i piedi saldi al suolo soprattutto in periodi come questo che stiamo vivendo, non sono ammessi voli pindarici in termini economici. A Biello vanno i nostri più sentiti ringraziamenti e gli auguri per un brillante prosieguo di carriera».

Avete già qualche idea per il nuovo coach?

«Sì, siamo già in fase di definizione dell’accordo con il nuovo coach. A breve potremo dare la notizia. Intanto traccio un breve identikit: giovane, entusiasta del progetto e soprattutto di lavorare con un team giovane, che vuole ben figurare nel prossimo campionato. Con lui stiamo delineando la prossima definizione del roster e siamo sicuri che potrà servire egregiamente la causa della Virtus».

Quali saranno gli obiettivi su cui punterete nella prossima stagione? Ci sono le possibilità per tentare il salto di categoria?

«Definire gli obiettivi a priori di una stagione non è mai semplice. Lo scorso anno eravamo convinti di avere allestito un buon team, poi la dura realtà di un campionato altamente competitivo ci ha fatto sperimentare un brusco risveglio. Oggi, a bocce ferme, dico che il nostro obiettivo sono i play-off. Consolidare la nostra realtà è quanto ci prefiggiamo e, soprattutto ora, siamo impegnati nella definizione del passaggio del titolo da Città Futura, la nostra consorella, a Virtus Terra di San Benedetto. Per il salto di categoria vogliamo fare un discorso chiaro: sin da quest’anno avremmo potuto fare domanda per iscriverci ad un campionato di serie superiore, ma noi questo diritto lo vogliamo conquistare sul campo. E’ una politica sportiva chiara che mira prima di tutto a rafforzare la struttura societaria dalle fondamenta. Certo, se strada facendo dovessimo accorgerci che con un piccolo sforzo si può fare qualcosa d’importante, bisogna starne certi, non ci tireremo indietro».

Nel frattempo avete già definito le tappe di avvicinamento al campionato? Quali saranno i prossimi appuntamenti per la Virtus?

«Appena ufficializzeremo il nome del nuovo allenatore, renderemo noti tutti gli appuntamenti sportivi della nostra compagine. Fisseremo le date per l’inizio della preparazione, e definiremo le tappe di avvicinamento al nuovo campionato. La prossima settimana, intanto, saremo in piazza Labriola con un torneo di 3 vs 3 dedicato a tutti gli amanti della pallacanestro.

Dobbiamo la realizzazione di questo evento a Davide Mastrangelo, che annuncio sarà il nostro referente per il settore giovanile ed il nostro assistant coach per la prima squadra. E’ un ragazzo estremamente serio, preparato, disponibile ed incredibilmente attaccato ai nostri colori sociali. Voglio ringraziarlo a nome di tutto lo staff dirigenziale per tutto ciò che ci ha regalato nel corso della scorsa stagione. Infine buone notizie sul fronte del consolidamento societario: la carica di vice presidente, infatti, sarà affidata a Renato Di Carlo, straordinario supporto alla nostra iniziativa, grande imprenditore ed uomo di sport. Siamo consapevoli che anche grazie a lui sapremo portare sempre più in alto i colori della nostra Virtus».