Chiude il Tribunale di Cassino, la Cgil chiama alla “piazza”

11 giugno 2012 0 Di redazione

La notizia della prevista chiusura del tribunale di Cassino fa scendere in campo anche la Cgil che con un documento congiunto a firma di Benedetto Truppa e Antonio Sessa, dichiarano: “La CGIL la settimana scorsa aveva lanciato un appello al Sindaco Petrarcone per organizzare una grande manifestazione per salvare il tribunale di Cassino.
Le notizie apparse stamani sulla stampa parlano del piano Birritteri, Capo Dipartimento del Ministero della Giustizia, dove è prevista la chiusura del tribunale di Cassino, l’unico soppresso nel Lazio.
Tale piano sarà discusso nei prossimi giorni dal Consiglio dei Ministri e la soppressione prevista rende non più procrastinabile la mobilitazione di massa del territorio proposta dalla nostra O.S.
Le motivazioni che sono state messe in campo per salvare il nostro tribunale noi riteniamo essere quantomeno importanti alla pari di quelle dei tribunali di Civitavecchia e Tivoli che guarda caso sono stati salvati.
In questi mesi i tentativi dei rappresentanti istituzionali a tutti i livelli non hanno ottenuto il risultato sperato, forse il peso politico del nostro territorio è oggi meno importante o quanto meno non in grado di condizionare le scelte della politica nazionale.
E’ evidente che le iniziative intraprese, molte individuali senza che vi fosse un’organica regia, non hanno permesso di mettere al centro le forti motivazioni che rendono invece indispensabile la permanenza del tribunale a Cassino.
SE NON ORA QUANDO?. La CGIL ribadisce la necessità di mettere in campo tutte le forze Istituzionali, politiche e sociali del nostro territorio. Pertanto si fa promotrice di un incontro da tenersi giovedì 14 giugno alle ore 9,00 presso la Biblioteca Comunale di Cassino, stabile ex Teatro Arcobaleno, con un solo obiettivo organizzare una grande manifestazione per salvarlo”.