Evasione fiscale internazionale da tre miolini di euro. Denunciati 5 imprenditori di Lanciano

4 giugno 2012 0 Di redazione

La Guardia di Finanza di Lanciano ha scoperto una rilevante evasione fiscale internazionale di cui si sono macchiati i soci di due diverse società operanti nel settore dei servizi.
Le indagini svolte dagli uomini del Tenente Marta Compagnone hanno consentito di accertare che le società erano di fatto residenti nel comprensorio lancianese, nonostante la sede legale fosse formalmente ubicata in Germania.
Il meccanismo fraudolento utilizzato in entrambi i casi è identico.
Le società erano state costituite in modo fittizio all’estero allo scopo di “dirottare” parte dei ricavi delle società operative italiane partecipate verso quei Paesi a fiscalità inferiore, in cui sarebbero stati sottoposti ad un’aliquota d’imposta ridotta rispetto a quella applicata in Italia.
Complessivamente è stato accertato che le società verificate, nel corso degli anni 2006 e 2007, non hanno dichiarato ricavi per un importo di circa 3 milioni di euro.
Sono stati denunciati all’A.G. 5 soggetti per violazione dell’art. 5 del D. Lgs.vo 74/2000.