Roccasecca, anche l’ex assessore Bernardo Forte interviene sulla vicenda piscina comunale

18 giugno 2012 0 Di admin

Dalla Destra Roccasecca riceviamo e pubblichiamo:
Anche l’ex assessore Bernardo Forte interviene sulla vicenda piscina comunale, il caso che sta infiammando ancor di più a Roccasecca l’afoso avvio della stagione estiva.
“Vorrei spiegare al signor sindaco – dichiara l’esponente del Pdl – che in piscina non ci si va per mettersi sotto un ombrellone, bensì per usufruire della vasca e dell’acqua. Quindi è patetico dire che la piscina è chiusa anche per colpa della neve che ha messo ko il gazebo. Intervento di semplice manutenzione tra l’altro, cui sarebbe bastato un’ora di lavoro per sistemarlo”.
Ma non si ferma a questa sollecitazione Forte e rincara la dose: “Lascia basiti ancora una volta il comportamento dell’amministrazione comunale sulla piscina anche per un ulteriore misfatto: perché accordare un contratto oneroso con la ditta incaricata della gestione dell’impianto e con scadenza giugno quando la piscina scoperta non funziona nel periodo invernale?
Non si tratta di soldi pubblici sciupati e sperperati?
Ancora, mi piacerebbe sapere, e con me tutti i cittadini contribuenti vessati da Imu e tassa sui rifiuti, se il Comune stia pagando, per esempio, le spese vive della piscina come la luce elettrica, senza avere un servizio. Ce lo dica il sindaco, con carte alla mano però.
A questo “catastrofico” modo di gestire l’impianto, contrappongo con orgoglio il modo di gestire di anni migliori, di modelli amministrativi virtuosi, in cui la piscina veniva guidata in proprio dall’amministrazione comunale. Certo, bisognava lavorarci, bisognava impegnarsi e noi lo facevamo a partire dal mese di aprile con lavori e ricognizioni giornaliere.
E poi facevamo lavorare ragazzi di Roccasecca e tantissimi erano i frequentatori, con un ritorno di incassi notevole, dando un servizio che era un vero e proprio fiore all’occhiello per il Comune. Gestivamo in proprio sia la piscina all’aperto che quella coperta, servizio quest’ultimo per il quale dovevamo smaltire le file, tanta era l’affluenza.
A questi incapaci amministratori, il cui fallimento è sotto gli occhi di tutti, dico solo una cosa: vadano a casa, stanno facendo cadere Roccasecca a pezzi”.