Terremoto in Emilia, scosse anche nel giorno del dolore. Si guarda alla ricostruzione

4 giugno 2012 0 Di redazione

La terra, in Emilia, continua a tremare anche nel giorno del dolore. Oggi, giorno di lutto nazionale per le 17 vittime causare dai crolli del sisma, sono state registrate altre due scosse; la prima tra le province di Modena e Mantova con epicentro nella tristemente famosa Concordia, San Possidonio (MO) e Moglia (MN) alle 8,55 con magnitudo 3.9 e la seconda, nella stessa zona alle ore 9,04 con magnitudo 3.4. anche in questo caso sono stati registrati crolli in quelle zone definite rosse, cioè dove le precedenti scosse avevano creato i danni maggiori rendendo instabili quelle strutture che, comunque erano rimaste in piedi. Per fortuna, almeno in questo caso non sono state registrate vittime, ma le cattive notizie non sono finite. Le previsioni meteo prevedono un brutto peggioramento delle condizioni a partire da oggi e ciò arrecherà enormi disagi a coloro che sono costretti a vivere nelle tende. Eppure con orgoglio già si pensa alla ricostruzione e per aiutarla l’Unione Europea ha annunciato 200 milioni tratti dal fondo di solidarietà europeo, a cui si dovrebbero sommare altri 100 milioni derivati dal fondo per lo sviluppo rurale. 500mila euro sono stati invece stanziati dal Vaticano. Meglio che niente.
Ermanno Amedei