Giorno: 10 luglio 2012

10 luglio 2012 0

Incendi boschivi, canadair ed elicotteri in azione oggi su 17 roghi

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

I Canadair e gli elicotteri della Flotta aerea anti-incendio boschivo sono intervenuti, fino ad ora, a supporto delle squadre di terra su 17 incendi. E’ la Calabria, con cinque roghi di cui uno già sotto controllo, la regione che ha inviato al Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento della Protezione Civile nazionale il maggior numero di richieste di intervento.

Al momento 8 incendi ancora attivi, distribuiti tra Calabria, Sicilia, Lazio e Umbria stanno impegnando i piloti dei velivoli antincendio. L’intenso lavoro svolto dagli equipaggi dei mezzi aerei ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere, fino a ora, 9 roghi, divampati anche in Sardegna, Campania, Molise e Marche. Sulle fiamme ancora attive stanno operando al momento 9 canadair, 4 fire-boss e due elicotteri, un AB205 e un CH47: il lancio di acqua e liquido ritardante e estinguente proseguirà finché le condizioni di luce consentiranno di effettuare le operazioni in sicurezza.

E’ utile ricordare che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da mano umana, a causa di comportamenti superficiali o, spesso purtroppo, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente ai numeri di telefono d’emergenza 1515 o 115 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo.

10 luglio 2012 0

Rissa notturna davanti ad un bar, arrestate dai Carabinieri sette persone

Di redazionecassino1

La corsa notte, a Piedimonte San Germano, nei pressi di un Bar del centro, i militari della locale Stazione arrestavano sette persone del posto, tre uomini e quattro donne, responsabili a vario titolo di rissa aggravata in concorso, lesioni personali, porto abusivo di coltello e resistenza a P.U. in concorso.

Le stesse, a seguito di accesa discussione nata per motivi passionali, iniziavano a litigare violentemente tra loro e colpirsi con pugni, calci e gomitate. La rissa veniva sedata dai militari dell’Arma intervenuti sul posto e, sebbene strattonati e spintonati, riuscivano a separare e bloccare i contendenti.

Nella circostanza tre di loro, a seguito delle ferite riportate, venivano medicati presso l’Ospedale civile di Cassino e giudicati guaribili in quattro giorni mentre altri due  “per contusioni ed escoriazioni”.

A seguito di perquisizione personale, uno di loro veniva trovato in possesso di un coltello a serramanico, sottoposto a sequestro.

Gli arrestati venivano accompagnati presso le proprie abitazioni in regime degli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

10 luglio 2012 0

Ex VDC, Scalia al tavolo di unità di crisi: “La Regione rilevi il sito”

Di redazionecassino1

“Ho partecipato questa mattina al tavolo di crisi convocato dall’Assessore Zezza, che ringrazio per l’impegno dimostrato e per la volontà di mantenere gli ammortizzatori sociali”. Così il consigliere regionale del PD, Francesco Scalia, dopo l’unità di crisi per la ex Videocon. “Al tavolo – continua Scalia – ho detto che dobbiamo chiudere il prima possibile la procedura fallimentare, scongiurando una lottizzazione indiscriminata delle strutture e del know-how della ex VDC Technologies che mira solo ed esclusivamente alla massimizzazione dei ricavi necessari al soddisfacimento delle esigenze dei creditori, senza tenere in alcuna considerazione le future politiche economiche di riconversione del sito ed il conseguente reintegro dei lavoratori. L’unico modo – continua – è che la Regione Lazio acquisisca direttamente, o tramite il consorzio Asi, il sito industriale concentrando gli strumenti finanziari e normativi attualmente operativi per attrarre nuove imprese nel settore della componentistica per le energie alternative. Sarebbe un distretto di rilevanza nazionale che potrebbe essere costruito mettendo a bando l’opportunità di insediarsi avendo a disposizione locali, sgravi fiscali per un periodo determinato e risorse finanziarie per lo start-up, la ricerca, l’innovazione, il trasferimento tecnologico, l’internazionalizzazione e la formazione del personale, con il vincolo per le nuove imprese che si insediano, di assumere personale ex VDC. Tutto questo in un settore nel quale in Italia c’è una domanda importante non corrisposta da un’adeguata offerta”.

10 luglio 2012 0

D’Annibale (PD): “Trasporto ferroviario indegno. Giunta Polverini intervenga”

Di redazionecassino1

“I pendolari le definiscono le ‘carrette’ dei binari. Sono i treni che percorrono ogni giorno i nostri territori. Vagoni lenti, stipati all’inverosimile e con una climatizzazione insufficiente o del tutto assente. Ho presentato un’interrogazione alla Polverini e all’assessore Lollobrigida perché questo calvario a cui vengono sottoposti i cittadini finisca al più presto. Non si contano più le corse soppresse, i ritardi e i disservizi su treni sui quali non viene neanche svolta un minimo di ordinaria manutenzione. Tutto questo accade sulla FR3, ma anche sulle altre linee regionali, sulla Roma-Nettuno che ha un bacino d’utenza di circa 40mila persone e che vede vagoni senz’acqua, maleodoranti, insufficienti e per lo più a un unico piano. Il materiale rotabile obsoleto completa il quadro dettagliato e desolante di un servizio più consono al trasporto del bestiame che a quello dei passeggeri. Eppure il servizio si paga e anche parecchio. Compreso nel prezzo offre anche stazioni degradate e assenti di sorveglianza. Non si può continuare così. Chiedo alla Presidente della Regione e all’assessore competente di intervenire presso Trenitalia S.p.A. per chiedere il pagamento delle penali previste dal Contratto di servizio a fronte del mancato rispetto degli standard di qualità necessari a soddisfare i bisogni della collettività. Chiedo anche quali azioni intendano promuovere al fine di garantire il servizio sostitutivo ai pendolari. È intollerabile che Trenitalia, nella maggior parte dei casi, non fornisca all’utenza il servizio sostitutivo (come previsto dal contratto di servizio) e prevede semplicemente di far salire i viaggiatori sul treno successivo a quello soppresso determinando ritardi e situazioni di sovraffollamento ingestibili e rischiose. C’è bisogno di rivoluzionare l’intero sistema del trasporto su ferro. Così com’è rischia di collassare con conseguenze che, a settembre, con l’apertura delle scuole e con l’afflusso degli studenti sui vagoni, è facilmente immaginabile”.

 

10 luglio 2012 0

Spending Review; Abbruzzese: “Possibile coniugare efficienza amministrativa con esigenze di crescita”

Di redazionecassino1

“Mi auguro che l’incontro di domani tra il Presidente del Consiglio Mario Monti ed i Presidenti delle Regioni italiane possa essere un’occasione proficua per riconsiderare alcune decisioni di spesa contenute nella Spending Review. Decisioni il cui contenuto non è chiaramente neutro e che hanno in se, accanto al momentaneo effetto lenitivo dovuto al risparmio nel breve periodo, un pericoloso potenziale recessivo che può essere neutralizzato solo tenendo conto dei giusti correttivi e delle modifiche provenienti da chi ha piena conoscenza dal territorio su cui i tagli incidono”. Lo ha, affermato oggi il Presidente del Consiglio Regionale Mario Abbruzzese.

“E’ per questo che – ha affermato Abbruzzese – in piena sintonia con le parole del Presidente della Banca Centrale Europea Mario Draghi, sono fermamente convinto della necessità di un coraggioso passo in avanti politico, che mostri come sia possibile coniugare un aumento della competitività nazionale con una riduzione sensibile del debito pubblico senza mortificare la crescita. Una crescita che non può non essere il criterio guida di chi lavora al rilancio del nostro paese: i dati pervenuti oggi dall’ Ocse nel suo ultimo rapporto sulle prospettive dell’occupazione relative al 2013 ci illustrano chiaramente la necessità di agire su questo fronte. Se dopo la riforma delle pensioni e quella del lavoro nulla venisse fatto per sostenere lo sviluppo, il tasso dei senza lavoro crescerebbe di mezzo punto raggiungendo il picco del 9,9%, quota che strangolerebbe di certo ogni tentativo di raggiungere il pareggio di bilancio nel corso del 2013 e che sicuramente contribuirebbe all’aggravarsi della nostra posizione debitoria sui mercati internazionali”.

“Voglio dunque far mio il richiamo del Vice-Presidente della Commissione Europea Antonio Tajani –ha concluso il presidente – ad un maggior attivismo nel contrastare la crisi economica. Servono scelte coraggiose, che svincolino i destini del debito sovrano dal rischio bancario e che diano maggiore capacità d’azione ad una BCE sempre più simile alla Federal Reserve. Tanto si può fare a livello europeo con la proposta di project-bond ed euro-bond, tanto altro ancora si può fare a livello nazionale e regionale ad esempio migliorando l’efficienza allocativa dei fondi europei, continuando sulla strada di una semplificazione della normativa d’impresa o fornendo alle aziende una dotazione infrastrutturale moderna e competitiva che le aiuti a ripartire.

10 luglio 2012 0

Allarme bolle di sapone pericolose. I Nas ne sequestrano 35mila confezioni

Di redazionecassino1

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo.

Allarme bolle di sapone pericolose. Nas sequestrano 35 mila confezioni. I flaconi, provenienti dalla Cina, erano privi di certificazione sanitaria. Gli accertamenti analitici hanno evidenziato una presenza di microrganismi in concentrazione tale da costituire un pericolo per la salute pubblica.

Nell’ambito dell’attività di contrasto ai traffici commerciali illeciti provenienti dall’Estremo Oriente, i funzionari dell’Ufficio delle dogane di La Spezia, congiuntamente ai Carabinieri del N.A.S. di Genova, hanno individuato e sequestrato 35.000 confezioni di giocattoli denominati “Bubble Ice Bullying” e “Bubble Stick” (bolle di sapone), abitualmente utilizzati dai bambini in particolare nel periodo estivo. L’acqua saponata presente all’interno dei giocattoli, sottoposta ad analisi chimiche da parte dell’A.R.P.A.L. di Genova, è risultata contenere micro organismi in concentrazioni tali da costituire concreto pericolo per la salute pubblica. I carabinieri del Nas ligure e il personale dell’Agenzia delle Dogane hanno pertanto provveduto a sequestrare la merce mentre l’importatore è stato segnalato alla locale autorità Giudiziaria per violazione dell’art. 31 c.1 del D. Lgs 54/2011 Inoltre l’autorità ha avviato la procedura di allerta comunitaria, con l’invio di una segnalazione al ministero della Salute che provvederà ad informare di quanto accertato gli altri Stati membri.

Per Giovanni D’Agata presidente e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, il risultato raggiunto con questa operazione, a tutela della salute pubblica, ha dimostrato ancora una volta l’importanza delle azioni intraprese in sinergia tra l’Autorità doganale e le forze di Polizia. Il batterio incriminato è lo pseudomonas aeruginosis, detto batterio ‘opportunista’. E’ un batterio molto virulento ed ubiquitario, ma non riesce a sostenere seri quadri patologici in soggetti immunocompetenti. A volte tuttavia se infetta il meato urinario può provocare infezioni estese, che possono causare la morte dei tessuti e il decesso per setticemia, come è stato per la modella brasiliana Mariana Bridi, candidata a Miss Mondo.

10 luglio 2012 0

La loro auto esce di strada, muore anziana coppia di Carunchio

Di redazione

La loro Fiat Palio ha sfondato il guardrail uscendo di strada e per loro, una anziana coppia di Carunchio, non c’è stato nulla da fare. Sono così morti Vittorio Turdò, 79 anni e Lucia Farina 74 anni. L’incidente è avvenuto nella tarda di mattinata di oggi in via Cimitero, lungo un tratto in discesa. Non è chiaro perché l’uomo ha perso il controllo della vettura, non si esclude però il malore. Inutile l’intervento dei mezzi di soccorso.

10 luglio 2012 0

Via alla VI edizione del “Festival Internazionale di Chitarra”

Di redazionecassino1

Il Festival Internazionale di Chitarra di Castrocielo giunge alla sua sesta  edizione, sulla scia dell’entusiasmo nato dal successo degli scorsi anni, sia in termini di pubblico intervenuto, sia per le importanti presenze artistiche che hanno saputo catalizzare l’interesse degli appassionati ascoltatori, provenienti dalla nostra provincia ma anche da tutto il territorio regionale:  basti ricordare qui i concerti dei maestri Jorge Cardoso, Juan Falù e Irio de Paula, che hanno distinto questa manifestazione per l’alto profilo artistico e per il respiro internazionale. In questa edizione si è cercato di proseguire nella traccia delle scorse edizioni, con la presenza di Cristobal Pazmiño con il suo trio, formato da prestigiosi artisti sudamericani di livello internazionale. Altre interessanti presenze quelle di Beppe Gambetta, in un concerto per  chitarra fingerstyle, e del Real Duo, chitarra e mandolino, a denotare l’apertura della manifestazione ai più diversi generi pur mantenendo un livello artistico straordinariamente alto. Il festival proseguirà inoltre l’opera di valorizzazione dei talenti musicali locali, che avranno un loro spazio come introduzione al concerto serale.

CONCERTI:

Venerdì 13 luglio

Ore 21.00 EKO ORCHESTRA

Ore 21.30 Cristobal Pazmiño Trio

Sabato 14 luglio

Ore 21.00 EKO ORCHESTRA

Ore 21.30 Beppe Gambetta

Domenica 15 luglio

Ore 21.00 Allievi del corso d’interpretazione

Ore 21.30 Real Duo

Luciano Damiani (mandolino)

e Michele Libraro (chitarra)

CORSI CHITARRA

Eugenio Becherucci “VIII CORSO DI INTERPRETAZIONE CHITARRISTICA”

Pompeo Vernile “IV CORSO ANALISI E COMPOSIZIONE” all’interno del corso sono previsti i seguenti laboratori:

– IMPROVVISAZIONE E COMPOSIZIONE PER CHITARRISTI

– INFORMATICA MUSICALE

IV° CORSO DI INIZIAZIONE CHITARRISTICA (GRATUITO) tenuto da Angelo Mirante

Programma corsi:

Martedì 10 luglio

Mattino: Definizione calendario lezioni

Pomeriggio: Dalle ore 15 alle 19 lezioni

Da Mercoledì 11 a Sabato 14 luglio

Mattino: Dalle ore 9 alle 13 lezioni

10 luglio 2012 0

Presentato il cartellone estivo di Pontecorvo

Di redazione

L’annuncia del ricco cartellone di eventi disseminati sul territorio, stilato a quattro mani con la Proloco cittadina, presieduta da Nino Caramadre, è stato annunciato dall’assessore allo Spettacolo, Stefano Longo. “Il 13 luglio alle 21 nella frazione S. Oliva ci sarà la proiezione di film per bambini, evento che sarà ripetuto ogni venerdì del mese di luglio. Il 15 luglio in piazza IV Novembre ci sarà l’evento in favore dei terremotati dell’Emilia con l’esibizione dei gruppi: THE DUKE”-“POLICROMATIC MINDS”-“NEVER LATE” -“N.I.A PROJET” SPECIAL GUEST ” WANDER LUST” – “LA BANDA DEL BLUES ” e direttamente dal programma “ La sai l’ultima” Laura Leo. Tutto a scopo benefico.. Il 18 alle 21 la consueta manifestazione al Museo delle Battaglie con “Musiche al Museo”. Dal 24 al 30 “Un Ponte In festa” con la festa della birra in piazza Giovanni Paolo II. Il 29 pomeriggio ci sarà la caccia al tesoro in piazza De Gasperi organizzata dall’associazione La Taverna del Drago. Altre due giornate saranno dedicate ai bambini con il teatro e i gonfiabili dove poter trascorrere momenti di allegria e divertimento. Queste sono le manifestazioni già programmate per il mese di luglio sono solo l’assaggio di una grande estate pontecorvese. Le manifestazioni del mesi agosto, momento clou della stagione estiva, saranno annunciate l’ultima settimana di luglio, con una brochure illustrativa. Trentuno eventi, quanti i giorni del mese, in collaborazione con le associazione pontecorvesi”, conclude Longo.

10 luglio 2012 0

Equitalia condannata per “ Danno da pignoramento illegittimo”

Di redazionecassino1

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo.

Equitalia nuovamente nel ciclone dopo l’importante e recente sentenza della terza sezione della Cassazione la n. 9445 dell’11.06.2012 che ha visto la condanna dell’agente della riscossione per “Danno da pignoramento illegittimo” che per Giovanni D’Agata presidente e fondatore dello “Sportello dei Diritti” rappresenta una speranza per molti cittadini vittima di comportamenti anche illegittimi e che di fatto impone maggiore attenzione nelle procedure di riscossione da parte della stessa società.

La vicenda nasce dal ricorso di un avvocato che aveva vinto un opposizione ad una cartella di pagamento riferita a sanzioni amministrative, e che nonostante ciò si era visto notificare un avviso di mora da parte dell’ente creditore e dell’agente riscossore.

Sebbene avesse provveduto immediatamente a proporre un’istanza in autotutela a seguito dell’indebito avviso di mora, chiedendone il contestuale annullamento con diffida ad astenersi dal compiere atti di esecuzione forzata, trasmettendo al contempo copia della sentenza attestante l’annullamento della cartella, Equitalia procedeva comunque con l’esecuzione forzata nei confronti del professionista che subiva pignoramento mobiliare presso il proprio studio legale.

Per tale grave errore, il malcapitato avvocato citava in giudizio sia l’ente creditore che l’agente della riscossione per il risarcimento del danno non patrimoniale causato in conseguenza della procedura di pignoramento, avvenuto peraltro davanti alla figlia, ad una collega ed alla segretaria.

Nella fattispecie il pregiudizio di natura non patrimoniale ai fini della domanda di risarcimento è rappresentato dal danno morale prodotto da un fatto di reato astrattamente configurabile, ai sensi del combinato disposto degli artt. 2059 c.c. e 185 c.p. ossia il danno non patrimoniale derivante da un fatto illecito astrattamente configurabile come reato: in particolare il danno morale prodotto dall’omissione d’atti d’ufficio.

Secondo la tesi posta a fondamento della richiesta danni del ricorrente, invero, la condotta penalmente rilevante, almeno in astratto da parte dei due soggetti convenuti, sarebbe da ricercarsi nell’inerzia tenuta a fronte dell’istanza di annullamento dell’ingiustificato avviso di mora, la quale integrerebbe gli estremi del reato di omissione d’atti d’ufficio stabilito dal secondo comma dell’art. 328 c.p..

Il codice penale, relativamente al reato in questione statuisce, infatti che risponde del reato di omissione d’atti d’ufficio il pubblico ufficiale o l’incaricato di un pubblico servizio, che entro trenta giorni dalla richiesta di chi vi abbia interesse non compie l’atto del suo ufficio e non risponde per esporre le ragioni del ritardo.

La Suprema Corte che ha ribaltato le precedenti pronunzie relative al caso in questione da parte delle due corti di merito chiamate a giudicarlo e che avevano escluso la risarcibilità del danno non patrimoniale (sub specie di danno morale) ritenendo non sussistente – alla luce delle prove raccolte – la lesione di un diritto della personalità costituzionalmente rilevante (diritto all’immagine), con conseguente esclusione del danno, ha rilevato come in particolare nel secondo grado di giudizio la corte territoriale non aveva effettuato il doveroso preliminare accertamento circa l’astratta configurabilità della fattispecie di reato nella condotta dell’ente creditore e dell’agente riscossore.

Al contrario, affermano gli ermellini che “quando il fatto illecito sia astrattamente configurabile come reato, la vittima avrà astrattamente diritto al risarcimento del danno non patrimoniale scaturente dalla lesione di qualsiasi interesse della persona tutelato dall’ordinamento, ancorché privo di rilevanza costituzionale, costituendo la tutela penale sicuro indice di rilevanza dell’interesse leso”.