Giorno: 15 luglio 2012

15 luglio 2012 0

Cosa fare se incontri un cane abbandonato? I consigli di Aidaa

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Dall’associazione Aidaa riceviamo e pubblichiamo: Estate tempo di abbandono per i cani. Ci siamo domandati molte volte cosa fare se si trova un cane abbandonato magari durante il nostro viaggio verso le vacanze. L’associazione italiana difesa animali ed ambiente – AIDAA ha messo a punto una serie di piccoli ma utili consigli su cosa fare se si incontra un cane abbandonato. 1- Prima cosa occorre capire se si tratta di un cane abbandonato o di proprietà che magari sta solamente facendo un giretto nel quartiere, questo possiamo capirlo dal comportamento del cane, un cane abbandonato si trova a disagio, va a zig zag per strada, è spaventato e non annusa e spesso ha la coda tra le gambe. 2- Avvicinarsi al cane senza mai sbarragli strada, parargli davanti con l’auto o effettuare gesti bruschi, l’animale potrebbe fuggire e fare deviazioni improvvise finendo sotto una macchina o provocare incidenti stradali. 3- Non rincorrete mai il cane si metterebbe a correre anche lui con le conseguenze su riportate, specialmente se il cane si trova in una strada ad alta densità di traffico o su un autostrada 4- Se il cane si avvicina a noi facciamo dei movimenti lenti, mai bruschi, veloci o avventati, se il cane si avvicina ancora di piu proviamo ad abbassarci dandogli le spalle e allungando una mano verso di lui con del cibo. 5- In ogni caso occorre agire con molta prudenza e pazienza ed aspettare che sia lui ad avvicinarsi. 6- In caso non siamo sicuri di cosa possa accadere o non siamo degli esperti è buona cosa chiamare la polizia stradale o i vigili urbani o il piu vicino canile (numero rintracciabile telefonando al numero 892424 che fornirà il numero richiesto -vale anche per il veterinario di zona- e ci metterà in diretta comunicazione con le persone interessate). Aspettare poi l’arrivo del personale preposto seguendo il cane da vicino nei suoi spostamenti tenendo a mente i consigli precedentemente riportati. 7- Il cane recuperato verrà portato in un canile sanitario e dopo le visite di rito il veterinario rileverà se lo stesso cane è provvisto di microchip e da qui si capirà se l’animale è stato abbandonato o è fuggito. 8 – Se sei testimone di un abbandono prendi subito la targa ed il tipo di auto segnando ora e luogo dove tale abbandono è avvenuto. Prima soccorri il cane e poi chiama L’AIDAA che ti sosterrà nella denuncia contro colui che ha abbandonato il cane. Il primo contatto può avvenire anche via sms al numero 3403848654 oppure telefonando al numero 3478883546 9- Se trovi un cucciolo vagante chiama l’associazione di tutela animali più vicina o il rifugio per cani o gatti più vicino che si prenderà cura del cucciolo aiutandolo a trovare una famiglia. 10- Se investi un animale o più semplicemente trovi un animale ferito chiama il 118 e chiedi del veterinario in turno o attraverso il numero 892424 attivo 24 ore su 24 chiedi di essere messo in contatto con il veterinario aperto più vicino che provvederà al recupero ed alla cura dell’animale.

15 luglio 2012 0

Incendi boschivi, canadair ed elicotteri in azione su 33 roghi

Di admin

Nella giornata di oggi i Canadair e gli elicotteri della Flotta aerea anti-incendio boschivo sono stati impegnati su 33 incendi a supporto delle squadre di terra.

Come ormai da diversi giorni, è ancora la Sicilia la regione da cui è arrivato il maggior numero di richieste di intervento al Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento della Protezione Civile nazionale, ben 8. A seguire la Puglia con 5 richieste, Abruzzo e Campania con 4; 3 le schede di concorso aereo pervenute dal Lazio, dalla Sardegna e dalla Basilicata, 2 dalla Calabria, 1 dal Molise.

L’intenso lavoro svolto dagli equipaggi dei mezzi aerei ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere, fino a ora, 16 roghi, tra cui il grosso incendio che da due giorni minacciava la periferia di Palermo, ma sono ancora 5 gli incendi siciliani attivi.

Al momento la situazione più difficoltosa è in Sardegna dove un incendio divampato a San Teodoro, favorito dal vento di Maestrale, ha richiesto l’evacuazione di circa 500 persone da strutture turistiche e alberghi e sta tenendo impegnati 4 canadair e 4 velivoli regionali, oltre alle squadre impegnate nello spegnimento a terra, ma roghi molto significativi stanno interessando anche l’area del Gargano, con un fronte di 2mila metri a S. Marco in Lamis e due fronti di mille metri a Vieste.

Al momento, sui 17 incendi ancora attivi, stanno operando complessivamente quattordici Canadair, sette fire-boss, quattro S64, due AB212, un AB205 e un CH47: il lancio di acqua e liquido ritardante e estinguente da parte dei piloti dei velivoli proseguirà finché le condizioni di luce consentiranno di effettuare le operazioni in sicurezza.

E’ utile ricordare che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da mano umana, a causa di comportamenti superficiali o, spesso purtroppo, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente ai numeri di telefono d’emergenza 1515 o 115 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo.

15 luglio 2012 0

Matempo, venti forti e mareggiate

Di admin

Un nuovo impulso perturbato in transito sull’Europa continentale e diretto verso i Balcaniche determinerà nelle prossime ore un marcato aumento della ventilazione su gran parte del territorio.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche che prevede, dal pomeriggio-sera di oggi, domenica 15 luglio 2012, venti forti dai quadranti settentrionali, con locali raffiche di burrasca. Il fenomeno interesserà dapprima la Sardegna, con venti di Maestrale, e le regioni del nord-est, per poi estendersi a tutte le regioni del versante adriatico e alle estreme meridionali. Probabili mareggiate lungo le coste esposte.

A quanti hanno in programma attività diportistica, soprattutto nel Mare di Sardegna o nei bacini centro-meridionali, si raccomanda di usare particolare attenzione e di mantenersi informati, attraverso i normali canali dedicati, sull’evoluzione delle condizioni meteo-marine.

Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

15 luglio 2012 0

Epidemia di colera a Cuba, rischi potenziali per i viaggiatori europei

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo: Il 3 luglio il Ministero cubano della salute ha confermato un’epidemia di colera nel sud-ovest città di Manzanillo. È la prima volta in quasi 150 anni che un’epidemia di colera è segnalata nell’isola. Pesanti piogge e le temperature elevate durante le settimane precedenti hanno probabilmente influenzato l’insorgenza della malattia. Sono stati ufficialmente confermati a partire dal 3 luglio 53 casi di colera Vibrioe, tra cui tre decessi,. Dal 7 luglio, diverse fonti dei media hanno riportato un numero maggiore di casi e la malattia si è diffusa in altre città tra cui la capitale, Havana. In questa fase non c’è nessuna informazione disponibile circa il ceppo del virus, né l’origine del focolaio. Secondo il Ministero della salute a Cuba, sono state attuate misure di controllo, inclusi campionamento e chiusura di pozzi privati e pubblici contaminati, il trattamento delle acque reflue, la fornitura di acqua clorurata nei tubi delle zone interessate e nello stesso tempo si sensibilizza l’opinione pubblica circa l’importanza delle buone pratiche sanitarie e igieniche. This article appears on FDA’s Consumer Updates19 page, which features the latest on all FDA-regulated products.Per Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti” vi è un potenziale rischio per l’infezione dei cittadini europei che viaggiano a Cuba. Il colera è un’infezione causata dal batterio Vibrio cholerae dei sierogruppi O1 o O139. Il consumo di cibo e acqua contaminato provoca l’infezione. Dopo un periodo breve di incubazione, meno di cinque giorni, potrebbero sviluppare i sintomi tipici, caratterizzati da diarrea acquosa e vomito.

15 luglio 2012 0

Incidente in A14 tra Faenza e bivio diramazione Ravenna: auto esce fuori strada e prende fuoco, un morto

Di admin

Sull’A14 Bologna Taranto al km 60 in un incidente autonomo, in cui un’autovettura è uscita ed ha preso fuoco, una persona perso la vita. Il traffico e’ stato bloccato nel tratto tra Faenza ed il bivio con la diramazione per Ravenna in direzione Bologna, per consentire l’intervento dei Vigili del Fuoco e delle pattuglie della Polizia Stradale, oltre al personale della Direzione 3° Tronco di Bologna. Si sono registrate code per 4 km. Costanti aggiornamenti sulle condizioni di viabilità vengono diramati su RTL 102.5, Isoradio 103.3 FM e sul circuito TV INFOMOVING in area di servizio, oltre che sui pannelli a messaggio variabile. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero 840-04.21.21.

15 luglio 2012 0

Droga per i giovanissimi, arrestati due fratelli per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti

Di admin

Nel pomeriggio di ieri 14 luglio 2012, a Latina, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Latina, al termine di attività info-investigativa, hanno tratto in arresto due fratelli filippini residenti a Latina, uno di venti anni e l’altro 21enne, per i reato di “detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti”. Nei giorni scorsi i militari operanti avevano notato, durante alcuni servizi a piedi (predisposti dal Comando Provinciale) nelle vie del centro, strani movimenti all’interno dei giardini pubblici nei pressi dei campi da tennis, con concentrazione di giovanissimi (di età compresa tra i 12 e i 15 anni) che una volta giunti in quel posto, improvvisamente di corsa si dileguavano. I Carabinieri operanti, mimetizzandosi come giocatori da tennis, alle ore 17.00 circa effettuavano il blitz nel momento in cui notavano un giovane 20enne cedere della sostanza stupefacente tipo hashish pari a grammi due, ad altro giovane (quest’ultimo segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo di Latina). Nel corso della perquisizione personale allo “spacciatore” venivano rinvenuti altri 5,0 grammi di analoga sostanza nonché somma contante pari ad euro 54,00 quale provento di attività delittuosa. La successiva perquisizione domiciliare presso la sua abitazione e del fratello 21enne consentiva di rinvenire nella camera da letto che entrambi condividevano: sostanza stupefacente tipo hashish del peso di grammi 67,6; sostanza stupefacente tipo marijuana del peso di grammi 108,7; ingente somma di danaro contante provento di spaccio; materiale atto al confezionamento ed al peso. I due arrestati sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Latina.

15 luglio 2012 0

Incidente al poligono di tiro di Atessa, muore un 61enne

Di redazione

Gravissimo incidente all’interno del poligono di tiro di Atessa. Erano da poco passate le 10.30, questa mattina quando un gruppo di tiratori civili, avevano appena finoto di esercitarsi nello sparare con il fucile. Uno di loro ha rimesso l’arma nella custodia senza assicurarsi che la stessa fosse scarica. E’ stato allora che, almeno secondo quanto riucostruito dai carabinieri della locale compagnia, il colpo è partito accidentalmente attingendo un uomo di 61 anni del posto. Per lui non c’è st6ato nulla da fare, è morto sul colpo.

15 luglio 2012 0

Minimarket “dell’erba” a Giulianova, 33enne in manette

Di redazione

I Militare del locale Nucleo Operativo e Radiomobile di Giulianova diretti dal M.A.S.UPS Andrea Di Brindisi questa notte nel corso di un mirato servizio per la prevenzione allo spaccio di sostanze stupefacenti lungo la costa della giurisdizione di questa Compagnia ha tratto in arresto Malatesta Domenico, 33enne, disoccupato di Giulianova; Gli operanti per alcuni giorni oltre ad aver seguito gli spostamenti del Malatesta notavano tra l’altro che nei pressi di un casolare di campagna, di sua proprietà, sito nella zona periferica di Colleranesco alcuni giovani del luogo si recavano nell’arco della giornata presso la sua abitazione e dopo essere entrati all’interno, uscivano velocemente con una “fretta sospetta” Nella serata di ieri 14 u.s. i militari bloccavano il MALATESTA mentre lasciava il suo domicilio e gli trovavano in tasca alcune dosi di marijuana, immediatamente entravano in casa iniziando a perquisire rinvenendo un vero e proprio piccolo market dell’”erba” , già suddivise in dosi, nascoste in varie parti della casa, consistenti in: • grammi. quattro sostanza stupefacente tipo hashish; • grammi quattordici marijuana; • sessantacinque semi marijuana; • materiale per il confezionamento e un bilancino. Durante tale operazione veniva notata nella parte posteriore dell’abitazione una serra artigianale al cui interno i militari rinvenivano una importante coltivazione di marijuana con oltre 60 piante già alte oltre un metro, tutto sottoposto a sequestro. Il MALATESTA aveva di fatto creato il primo esempio in zona di coltivazione e commercializzazione di marijuana a “chilometro zero”, dal produttore al consumatore , in tempo di crisi anche gli spacciatori si ingegnano per incrementare gli affari.

15 luglio 2012 0

“7° Freestyle Città di Cassino” in campo Miranda, di scena acrobazie, motori e tanta adrenalina!

Di redazionecassino1

Torna, dopo qualche anno di assenza, in campo Miranda, l’adrenalina del “7° Freestyle Show Città di Cassino” un appuntamento consolidato per il raduno di quad, mini moto e  moto di tutte le cilindrate e potenza. In queste sette edizioni è divenuto un rendez-vous che calamita non solo le attenzioni degli appassionati di questi mezzi, ma anche della gente comune che su un quad o su una moto non è mai salita. Una ‘due giorni’ da ieri, sabato 14 luglio, fino a domenica 15, che ha visto una notevole presenza di pubblico nonostante il caldo torrido. Fitto e concentrato il programma, che prevede oltre al Freestyle Show dei piloti dello Show Action Group anche le evoluzioni di Paolo Patrizi sulla mountain bike, reduce dal programma ‘Italia Got Talent’ di Canale 5. Si inizia con le suggestive performance serali del pescarese Cristian Sperandi  su Honda CBR e del romano Andrea Dotto su Kawasaki Ninja motostuntman dell’Action Group, per passare alle evoluzioni acrobatiche a bordo delle moto da trial di Sergio Canobbio  e a quelle su quad degli altri piloti. Un’ora di spettacolo intenso ed emozionante dei piloti che ha attirato, come sempre, l’attenzione di grandi e piccoli. Performance di valore ed acrobatiche evoluzioni degli espertissimi stuntman dell’Action Group  arricchita dalla suggestiva esibizione serale, in cui hanno offerto al pubblico uno spettacolo emozionante passando da un’evoluzione acrobatica all’altra, in cui grandi e piccoli hanno potuto vivere a fondo e senza interruzioni l’atmosfera eccitante che trasmettono le esibizioni all’aperto. Due giorni di motori, spettacoli, per i più piccoli con attrazioni e giochi, sport, ma anche un momento per fare il punto sul mercato delle “due ruote” che forse ha risentito in misura minore della crisi, ma che comunque non ha brillato come in passato. “Certo la crisi del nostro territorio – spiega Angelo Pacitto, organizzatore dell’evento e titolare della Piemme Motoricambi – pesa non poco sul mercato anche delle due ruote, ma con questa manifestazione vogliamo presentare un ampio quadro di proposte commerciali del settore con cui venire incontro ai nostri clienti e a tutti coloro che preferiscono questi mezzi per gli spostamenti. In particolar modo per tutti coloro che risiedono nei centri come Cassino, ma anche nelle grandi città dove il traffico è più caotico e stressante. Sono molte le presenze di rivenditori di moto – prosegue Pacitto – ma non abbiamo voluto trascurare il fenomeno bike importante e trainante per il settore delle due ruote  non solo per il tempo libero”. Un evento, quello in corso in campo Miranda nel weekend, per promuovere ed incrementare il mondo delle moto, motocicli e delle bici non solo durante il tempo libero…crisi economica permettendo!

F. Pensabene

 

   

15 luglio 2012 0

Vela Giulianova, il circolo Vincenzo Migliori è campione del Centro Europa

Di redazione

Il Circolo Nautico “Vincenzo Migliori” , grazie all’equipaggio dello skipper Sergio Quirino Valente, si è aggiudicato il Mittel Europa Criterium che gli permette di fregiarsi del titolo di Campione del Centro Europa di vela. Tutto questo dopo una settimana di regate, con oltre duecento velisti coinvolti, tre campi di gara tra Italia, Slovenia e Croazia con sole, vento e feste in banchina che hanno fatto da splendida cornice alla importante manifestazione sportiva. Arya 415 di Sergio Quirino Valente, dopo otto prove svolte a partire da lunedì 9 luglio su percorsi a bastone e costieri, si è imposta nel corso della settimana vincendo anche la classifica overall con una prova di anticipo rispetto alla tabella di marcia. Il Criterium, grazie all’eccezionale ruolino di marcia dell’imbarcazione giuliese, si è addirittura concluso un giorno prima. Dunque, il passo giusto e vincente della vela abruzzese è stato sottolineato sin dalle prime prove con tre podi alti nelle regate iniziali. C’è stata, per la verità, anche il tempo per una leggera flessione (inaspettato 4° posto di giovedì) che comunque non ha inciso più di tanto sull’economia del risultato finale. Infatti è giunto un secondo posto ed ulteriori due primi posti che hanno consentito di consolidare il vantaggio e di accumulare un bel gruzzolo di punti utili per la vittoria finale assoluta. Lo skipper Sergio Quirino Valente, protagonista della splendida performance, così ha commentato l’impresa che non ha precedenti nella storia del Circolo Nautico “Vincenzo Migliori” di Giulianova: “Immensa è la soddisfazione di aver vinto nelle acque triestine e sono orgoglioso di aver portato la città di Giulianova ai vertici della vela europea”. Oltre a Sergio Quirino Valente, che svolge la professione di avvocato, hanno partecipato al progetto voluto e perseguito dal Circolo Nautico giuliese anche i velisti Alan Hood, Daniele Augusti, Alessandro Alberti, Paolo Pinelli, Enrico Turrini, Samuele Nicolettis, Ciro Di Piazza, Giovanni Bragagnolo e Matteo Savelli sulla imbarcazione Arya 415 con vele One.