Giorno: 23 luglio 2012

23 luglio 2012 1

Antonella Ruggiero incanta Ferentino nel gran finale di “Fiati in Concerto”

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Antonella Ruggiero ha conquistato Ferentino. Una voce inimitabile quella dell’ex vocalist dei Matia Bazar. Centinaia di spettatori hanno fatto da cornice domenica sera al gran finale di “Fiati in Concerto” 2012, stracolma Piazza Mazzini. Un’occasione ghiotta, anche perché per la prima volta nella sua carriera la bravissima cantante è stata accompagnata, a Ferentino, dalla locale orchestra di fiati diretta magistralmente dal giovane maestro Alessandro Celardi. Applausi a scena aperta sia per la Ruggiero che per i giovani musicisti ferentinati, super premiati e non soltanto in Italia. Applausi per i brani riarrangiati della cantante, da “Ti Sento” a “Per un’ora d’amore”, da “Solo Tu” a “Echi D’Infinito” e “Vacanze Romane” e tanti altri successi da incorniciare. Al termine della serata, inevitabilmente il pubblico a gran voce ha richiamato sul palco la protagonista che non si è sottratta al doppio bis. Alla fine tutti in piedi e applausi interminabili, mentre Antonella Ruggiero veniva omaggiata con una composizione floreale dall’amministrazione comunale rappresentata in prima fila nel parterre dal sindaco Piergianni Fiorletta e dall’assessore Antonio Pompeo, accanto a loro l’onorevole Francesco Scalia, anche loro stregati da tanta bravura. Bravissima la Ruggiero, altrettanto l’orchestra di fiati “Città di Ferentino” che ha dimostrato di essere in grado di accompagnare, alla perfezione, qualsiasi star sul palcoscenico. La cantante a sua volta si è complimentata con il maestro Celardi e si è detta affascinata dalla città ernica e dal suo popolo. di Aldo Affinati

23 luglio 2012 0

Maltempo, ancora temporali al centro-sud. Da mercoledì graduale miglioramento

Di admin

La depressione mediterranea che determina oggi e domani tempo perturbato sulle regioni centro-meridionali − in particolare sul versante adriatico, dove si prevedono le precipitazioni più intense − si sposterà verso i Balcani mercoledì, con un graduale miglioramento sulla Penisola.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un ulteriore avviso di avverse condizioni meteorologiche, che integra ed estende quelli diffusi nei giorni scorsi e che prevede il persistere di precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale su gran parte delle regioni del centro-sud. I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

In particolare, nella giornata di domani la ventilazione settentrionale resterà forte, con mari mossi o molto mossi, e le temperature al di sotto della norma. Al nord, invece, è atteso un miglioramento, ad eccezione della Romagna dove si avranno ancora delle piogge.

Mercoledì l’elemento perturbato si sposterà verso i Balcani: il tempo rimarrà variabile e specie sulle zone adriatiche ed appenniniche centrali si prevedono ancora rovesci o temporali, ma con tendenza ad attenuazione dei fenomeni. Sulle restanti zone si avranno ampi tratti di sole e venti in decisa attenuazione, mentre le temperature rimarranno sotto la media.

Giovedì la rimonta della pressione porterà tempo soleggiato su tutto il Paese, con un netto aumento delle temperature. Permarrà instabilità pomeridiana, con qualche fenomeno, sulle zone interne al centro-sud.

Il Dipartimento della Protezione Civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

23 luglio 2012 0

La Cassa Integrazione in provincia di Frosinone aumentata del 115%

Di redazionecassino1

La crisi economica e produttiva della nostra Provincia continua a mordere.  I dati della CIGO dei primi sei mesi confermano il trend negativo, si passa da 1.909.712 ore a 4.122.204 ore con un aumento in percentuale del 115%. Dati allarmanti, quelli diffusi da Benedetto  Truppa della Cgil.  Dal mese di Gennaio ogni lavoratore in cigo a zero ore ha perso circa 4000 euro al netto delle tasse, con una riduzione del monte salari che supera di gran lunga i 20 milioni di euro riducendo in modo drastico la domanda di beni e consumi e aumentando quindi  il trend di recessione economica del nostro paese. Complessivamente i settori in più difficoltà sono il meccanico che passa da 1.085.470  a 2003.371 ore di cigo, il commercio da 453.808 a 545.379 ore, l’edilizia da 376.828 a 781707 ore. I lavoratori del nostro Paese hanno già dato e continuano a dare, non è possibile pensare ad un risanamento dell’economia dell’Italia continuando a tassare il reddito da lavoro e le pensioni, direttamente e indirettamente, vedi IMU, e non pensare assolutamente ad esempio ad una patrimoniale per reperire nuove risorse, è la sola scelta che al paese porta più benefici che sacrifici.  Inoltre nella nostra Provincia da mesi siamo costretti a condividere il dramma dei lavoratori che hanno chiesto e ottenuto  tramite accordo sindacale  dalla Regione Lazio il riconoscimento della Cassa integrazione in deroga e della mobilità in deroga e ad oggi non sono riusciti ad avere il riconoscimento economico spettante. Sono centinaia i lavoratori della nostra Provincia  che sono in attesa oramai da mesi che la Regione Lazio invii all’INPS le comunicazioni per permettere il pagamento delle loro legittime spettanze. La CGIL chiede alla Regione Lazio di adempiere celermente a quanto loro dovuto al fine di permettere almeno la sopravvivenza a quelle famiglie interessate che hanno in queste quote economiche l’unico possibile sostentamento.

23 luglio 2012 0

Calciomercato Juve: La Vecchia Signora ad un passo da Poli, ma è Jovetic il vero obiettivo

Di redazionecassino1

La Juventus vicinissima ad un’intesa con la Sampdoria per Andrea Poli. L’acquisto dell’ex giocatore dell’Inter potrebbe rientrare nel piano per arrivare a Stefan Jovetic. Il montenegrino, infatti, resta sempre l’obiettivo numero uno dei bianconeri. Si discute su una base di trenta milioni; i bianconeri non intendono superare quota 22-25 milioni più l’inserimento di un paio di contropartite tecniche come appunto Poli e Matri su cui c’è anche l’interesse anche del Milan.

23 luglio 2012 0

Equitalia: stop dalla Commissione provinciale Tributaria di Campobasso alla notifica per posta delle cartelle esattoriali

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamoe pubblichiamo: Un altro duro colpo ai poteri apparentemente illimitati di Equitalia in termini di esazione. Dopo la nota sentenza n. 4486/12 del giudice di pace di Genova interviene anche la Commissione provinciale Tributaria di Campobasso con la sentenza n. 113 del 12 giugno scorso a sottolineare l’ambito dei poteri di notifica da parte dell’agente per la riscossione stabilendo che non è nulla ma inesistente e quindi non sanabile, la notifica della cartella esattoriale effettuata da Equitalia a mezzo posta e non mediante l’ufficiale giudiziario o messi comunali.

Tale decisione che per Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti” contribuisce a corroborare l’orientamento che limita i poteri dell’esattore in materia di notifica dei propri atti, non ha fatto altro che prendere atto che la normativa vigente non prevede che la società di riscossione sia un soggetto abilitato a notificare a mezzo posta.

In particolare sottolinea espressamente e chiaramente il giudice tributario che «per i provvedimenti conseguenti a procedimento amministrativo tributario, escluso l’unico caso previsto dalla legge di notifica diretta col mezzo della posta da parte dell’Ufficio impositore, per gli atti di competenza dell’agente della riscossione la previsione di notifica a mezzo racc. A/R di cui all’art. 26 DPR 602/73 va intesa unicamente come modalità esecutiva della notificazione, sempre affidata all’organo preposto dalla legge alla notificazione (messo notificatore nominato dal concessionario ex art. 45 DLgs. 112/99, messo comunale o agente della pulizia municipale), in sintonia con il disposto dell’art. 60 DPR 600/73 che espressamente richiamo gli artt. 137 e sgg del c.p.c. che disciplinano la notificazione come atto proprio ed esclusivo dell’ufficiale giudiziario, anche quando si avvale del servizio postale».

23 luglio 2012 0

Tumore al seno: scienziati australiani hanno scoperto processo per fermarne diffusione

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo: Usando campioni di tessuto da pazienti di cancro al seno e con esperimenti su topi di laboratorio, scienziati australiani hanno osservato che un gene chiamato IRF7 è disattivato nelle pazienti il cui cancro si diffonde in altre parti del corpo. Il gene IRF7 controlla la produzione dell’interferone, un tipo importante di proteina immunitaria che combatte i virus e i batteri, oltre alle cellule tumorali.

Lo studio che Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti” evidenzia ha identificato la maniera in cui le cellule del cancro al seno disattivano il segnale che ordina al sistema immunitario di combatterle. La scoperta, secondo i ricercatori del Peter MacCallum Cancer Centre e del Monash Institute of Medical Research, offre la chiave per impedire che il tumore si diffonda fino alle ossa.

Gli studiosi hanno anche sperimentato due maniere di ripristinare la risposta immunitaria per aiutare le pazienti a combattere il cancro al seno, ma saranno necessarie ulteriori sperimentazioni prima che nuove terapie possano diventare trattamenti di routine, ammette Parker.

Neutralizzando il sistema immunitario, le cellule cancerose si ‘nascondono’ nel flusso sanguigno e si diffondono attraverso il corpo.

23 luglio 2012 0

Strada statale 80 “del Gran Sasso d’Italia” chiusa per caduta massi al km 50,300 in provincia di Teramo

Di admin

L’Anas comunica che un tratto della strada statale 80 “del Gran Sasso d’Italia” è provvisoriamente chiuso al traffico in entrambe le direzioni a seguito di una caduta di massi al km 50,300, in località Fano Adriano, nei pressi del bivio per Poggio Umbricchio, in provincia di Teramo.

Il traffico veicolare è provvisoriamente deviato sulla viabilità provinciale.

Squadre dell’Anas e delle Forze dell’Ordine stanno lavorando per rimuovere i massi franati sulla sede stradale e consentire la riapertura del tratto della strada statale 80 nel più breve tempo possibile.

L’evoluzione della situazione in tempo reale è consultabile sul sito web http://www.stradeanas.it/traffico oppure con l’applicazione ‘VAI’, disponibile gratuitamente per Android, Ipad e Iphone (http://www.stradeanas.it/vaiapp).

L’Anas invita gli automobilisti alla prudenza nella guida, ricordando che l’informazione sulla viabilità e sul traffico di rilevanza nazionale è assicurata attraverso il sito http://www.stradeanas.it e il numero unico “Pronto Anas” 841.148.

23 luglio 2012 0

Il DiVino Etrusco torna a Tarquinia, dal 3 al 5 agosto occasione per… Bacco

Di redazione

Torna a Tarquinia dal 3 al 5 agosto DiVino Etrusco. Giunta alla sesta edizione, la manifestazione associa la produzione vitivinicola al territorio abitato tra il 9° e il 1° sec. a.C. dagli etruschi, i primi a importare la vite dal lontano Oriente, per creare un’identità riconoscibile e apprezzata nell’ambito del turismo enogastronomico. DiVino Etrusco coinvolge le dodici città-stato che costituirono la dodecapoli, ovvero una potente alleanza di carattere economico, religioso e militare. In un itinerario del gusto e del piacere tra le vie e le piazze più caratteristiche del centro storico, le migliori aziende di Tarquinia, Arezzo, Bolsena, Cerveteri, Chiusi, Cortona, Orvieto, Perugia, Piombino, Veio, Volterra e Vulci proporranno le loro eccellenze. Il visitatore sarà così accompagnato in un viaggio sensoriale per scoprire e amare le note profumate e i riflessi dei vini bianchi e rossi più pregiati dell’antica Etruria. Degustazioni di prodotti tipici, convegni, visite guidate ai monumenti più suggestivi, concerti, esibizioni di artisti di strada e spettacoli di grande impatto emotivo saranno gli ingredienti di una tre giorni tutta da vivere. Tarquinia sarà così il cuore di un territorio ampio e articolato, che s’identifica però nel comune passato etrusco e nel saper portare a picchi di altissima qualità la produzione vitivinicola. DiVino Etrusco è un evento organizzato dal Comune di Tarquinia, con il contributo economico della Camera di Commercio di Viterbo e della Provincia di Viterbo e con la collaborazione dell’Università Agraria di Tarquinia e dell’associazione Tarquinia Viva, e ha il patrocinio della Regione Lazio.

23 luglio 2012 0

Abbandonato sull’autostrada a Cassino, cucciolo adottato per quattro giorni dalla Polstrada

Di redazione

L’hanno trovata venerdì affamata e assetata, ma ancor più impaurita, in una piazzola di sosta sul tratto autostradale Roma Napoli nei pressi del casello di San Vittore del Lazio. Qualcuno ha pensato di disfarsi così di una cucciola meticcia di colore marroncino, senza collare né microcip. Alla vista degli agenti l’animale ha iniziato a scodinzolare. In questa maniera si è conquistato l’affetto degli uomini in divisa che l’hanno raccolta e portata in caserma anche perché in quel punto costituiva un pericolo per se e per la circolazione stradale. Per alcuni giorni è stata adottata e le è stato dato il nome di Silvia, ma una sottosezione di polizia stradale non è posto per cuccioli, per questo si cerca un proprietario.

23 luglio 2012 0

Colle San Magno ha festeggiato i cento anni di zì Luciano Cambone

Di admin

Tutta la comunità di Colle San Magno ha voluto partecipare alla grande festa organizzata dalla locale amministrazione per zì Luciano Cambone e per lo straordinario traguardo raggiunto: quello dei cento anni. Nella sede dell’ex scuola media è andata in scena una vera e propria festa popolare. Emozione e gioia, i sentimenti e gli stati d’animo che hanno accompagnato la giornata dell’arzillo centenario. Nessuno è voluto mancare alla cerimonia curata nei minimi particolari. In prima fila, i tre figli dell’anziano: Mario, Elena e Alberto, quest’ultimo tornato per l’occasione dal Canada. In più presenti tutti i nipoti e i pronipoti, a cui si è aggiuta l’intera comunità locale. L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Di Nota ha fatto omaggio al centenario di una medaglia ricordo e il primo cittadino durante la cerimonia di premizione si è sfilato la fascia tricolore per farla indossare al festeggiato. Sindaco per un giorno. Zì Luciano è un personaggio stimato e ben voluto da tutti a Colle San Magno. Grande lavoratore, affettuoso padre di famiglia, marito amorevole. Per questo i suoi compaesani hanno voluto partecipare in massa all’evento. Presente anche il parroco Don Xavier Razanaday. Invitato a spiegare il segreto di tale importante traguardo, zì Luciano ha riposto: “Calma nell’affrontare la vita e alzarsi dal tavolo sempre con un pò di fame”. Infatti, hanno confermato i familiari, Luciano Cambone non ha mai amato eccedere, sia tavola che negli affari quotidiani. “Quella in onore di zì Luciano non è la prima festa per i 100 anni di un nostro concittadino – ha spiegato il sindaco Di Nota – la nostra realtà vanta diversi centenari, segno che sicuramente dalle nostre parti c’è un Dna speciale, fortificato dall’aria e dai nostri prodotti tipici. Forse non va considerato solo Campodimele come il paese della longevità, ma bisogna aggiungere anche Colle San Magno.Oltre a zì Luciano, a cui rinnovo gli auguri a nome dell’amministrazione e dell’intera cittadinanza, a dicembre festeggeremo anche un’altra centenaria, che era presente in sala stasera, zia Peppina”.