Domenica a Caira cerimonia solenne in ricordo del carabiniere Marino Fardelli

6 luglio 2012 0 Di redazionecassino1

“Domenica mattina a Caira, a partire dalle ore 11, avrà luogo una cerimonia solenne per in ricordo del carabiniere Marino Fardelli morto per mano della mafia il 30 Giugno del 1963 nell’adempimento del suo dovere.” A riferirlo è il Presidente del Consiglio Comunale di Cassino, Marino Fardelli, di ritorno da Palermo dove lo zio carabiniere è stato, a distanza di quasi 50 anni, insignito della medaglia d’oro al valor civile. “Voglio ringraziare – ha dichiarato Fardelli – a nome di tutti i familiari, l’Arma dei Carabinieri per la vicinanza dimostrata in questa circostanza e per aver contribuito fattivamente a rendere il giusto merito alle vittime della strage di Ciaculli. Un ringraziamento speciale, inoltre, va al Sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, che come sempre dimostra grande attenzione verso tutti coloro che hanno reso onore al nome della nostra città. La cerimonia di domenica è stata condivisa anche con Angelo Fardelli, Vice Presidente dell’Associazione intitolata a nostro zio Marino, proprio perché siamo convinti che ricordare il nostro familiare caduto a Ciaculli possa essere di esempio per le nuove generazioni. Proprio partendo da questo presupposto è nata anche l’idea di istituire un premio per i ragazzi della scuola elementare di Caira che anche quest’anno si sono cimentanti nella stesura di un elaborato nel quale, attraverso i ricordi dei propri genitori e nonni, viene ricordata la figura del carabiniere Marino Fardelli e domenica, al termine della cerimonia, i tre elaborati migliori verranno premiati.” Alla cerimonia prenderanno parte anche il Prefetto di Frosinone, Eugenio Soldà che consegnerà l’alta onorifecenza concessa dal Capo dello Stato ai fratelli Donata e Cesare del carabiniere Marino Fardelli, l’On. Anna Teresa Formisano, il Presidente del Consiglio Regionale del Lazio, Mario Abbruzzese, il colonnello Antonio Menga, comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri ed il Generale di Corpo d’Armata Stefanio Orlando.